Anatolij Dem"janenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anatolij Dem"janenko
Anatoliy Demyanenko.jpeg
Nome Anatolij Vasyl'ovyč Dem"janenko
Nazionalità URSS URSS
Ucraina Ucraina (dal 1991)
Altezza 180 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore o centrocampista)
Ritirato 1993 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1978 Dnipro 20 (1)
1979-1991 Dinamo Kiev 347 (29)
1991 Magdeburgo 3 (0)
1991-1992 Widzew Łódź 13 (0)
1992-1993 Dinamo Kiev 14 (1)
Nazionale
1981-1990 URSS URSS 80 (6)
Carriera da allenatore
1993 CSKA Kiev
1993 Borysfen (staff)
1993-2005 Dinamo Kiev (staff)
2005-2007 Dinamo Kiev
2008 Neftçi Baku
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Anatolij Vasyl'ovyč Dem"janenko (in ucraino: Анатолій Васильович Дем'яненко?; Dnipropetrovs'k, 19 febbraio 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore ucraino, fino al 1991 sovietico, di ruolo difensore o centrocampista.

Cresciuto nel Dnipro, dopo un solo anno è acquistato dalla Dinamo Kiev: resta alle dipendenze di Lobanovski per dodici anni tra club e Nazionale sovietica, dov'è titolare inamovibile, andando a totalizzare 80 presenze e 6 gol tra il 1981 e il 1990, giocando tre Mondiali (1982, 1986 e 1990) e l'Europeo 1988 perso in finale contro i Paesi Bassi. Nel 1991 tenta l'avventura all'esterno, prima in Germania, poi in Polonia, infine, nel 1993 torna a Kiev e chiude la carriera a 34 anni, dopo aver vinto 14 titoli nazionali tra Unione Sovietica e Ucraina, la Coppa delle Coppe 1985-1986 vinta da capitano e venendo nominato sia calciatore ucraino sia calciatore sovietico dell'anno nel 1985 (era stato già nominato giocatore ucraino del 1982). Inoltre, è stato candidato al Pallone d'oro nel 1985 (ventinovesimo) e nel 1988 (tredicesimo). Subito dopo aver finito la carriera calcistica, inizia quella d'allenatore: per più d'un decennio resta nello staff tecnico della Dinamo Kiev, prendendo le redini della squadra nel 2005: in tre anni porta a casa cinque titoli, tra cui il campionato 2006.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Era un terzino[1] moderno[2] o un esterno di centrocampo sinistro, che poteva giocare anche a destra,[3] veloce[4] e con spiccate doti difensive.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Comincia la sua carriera di calciatore come allievo della scuola calcio Dnipro-75 nella città natale di Dnipropetrovs'k.[6] Fu inserito nella squadra locale del Dnipro Dnipropetrovsk militante nella Soviet Top League nella stagione 1975. Fece il suo debutto con la prima squadra nel 1978, anno in cui giocò 20 partite segnando un gol.(RU) [7]

Nel 1988 ci sono delle richieste per lui da parte dell'Oxford United, club all'epoca militante nella massima divisione inglese, ma il sovietico resta a Kiev.[3] Si trasferirà soltanto nel 1991.

Fu il capitano della Dinamo Kiev per lungo tempo e un prolifico centrocampista esterno, capace di coprire tutta la fascia. Nel 2000 fu votato come terzo miglior giocatore ucraino del secolo dietro nel sondaggio indetto dalla rivista ucraina The Ukrainsky Futbol weekly, dietro Andrij Ševčenko e Oleh Blochin. Dem"janenko è il quarto giocatore con più presenze nella storia della nazionale di calcio dell'Unione Sovietica, disputando anche tre mondiali.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Anatolij Dem"janenko cominciò la sua carriera di allenatore nel FC CSKA Kiev nel 1993. Entrò a far parte dello staff della Dynamo Kiev nel 1994. Fino al 2005 è stato all'interno dello staff tecnico della squadra, diventandone poi allenatore a tutti gli effetti. Con la Dynamo Kiev vinse un campionato d'Ucraina e una coppa di lega. Si dimise dopo una serie di sconfitte nella stagione 2007-08.[8]

Nel gennaio 2008 Dem"janenko diventa allenatore del Neftchi Baku in Azerbaigian, succedendo a Vlastimil Petržela.[9] Demyanenko ha scritto la storia in Azerbaijan, portando il Neftchi ad essere la prima squadra a raggiungere il terzo turno preliminare di coppa UEFA. Fu comunque esonerato dopo le prime due sconfitte in campionato.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Dinamo Kiev: 1980, 1981, 1985, 1986, 1990
Dinamo Kiev: 1982, 1984-1985, 1986-1987, 1989-1990
Dinamo Kiev: 1980, 1985, 1986
Dinamo Kiev: 1992-1993
Dinamo Kiev: 1992-1993
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Dinamo Kiev: 1985-1986

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Seul 1988

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1985
1982, 1985

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Kiev: 2005-2006
Dinamo Kiev: 2005-2006, 2006-2007
Dinamo Kiev: 2006, 2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La zona russa: attaccano tutti, in La Repubblica, 19 giugno 1988. URL consultato il 27 novembre 2014.
  2. ^ Chi ha le mani sul mundial?, in La Repubblica, 28 marzo 1986. URL consultato il 29 settembre 2015.
  3. ^ a b Gianni Mura, Ma Lobanowsky predica pressing, in La Repubblica, 25 giugno 1988. URL consultato il 29 novembre 2014.
  4. ^ Una Francia più vera fermerà la macchina URSS?, in La Repubblica, 5 giugno 1986. URL consultato il 27 luglio 2015.
  5. ^ Fabrizio Bocca, È una partita a scacchi, in La Repubblica, 21 giugno 1988. URL consultato il 27 novembre 2014.
  6. ^ (RU) Сборная России по футболу. Демьяненко Анатолий Васильевич. Profilo su rusteam.permian.ru
  7. ^ Profilo su Ukrsoccerhistory.com
  8. ^ Szabó sostituisce Demyanenko - UEFA.com, 21 settembre 2007
  9. ^ Dem"janenko rientra col Neftchi UEFA.com 5 gennaio 2008

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]