Vagiz Chidijatullin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vagiz Chidijatullin
Match veteranov Spartaka (19).jpg
Nazionalità URSS URSS
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 182 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 1994
Carriera
Squadre di club1
1976-1980 Spartak Mosca 118 (14)
1981-1983 CSKA Mosca 35 (2)
1984-1985 Karpaty 9 (0)
1986-1988 Spartak Mosca 57 (8)
1988-1990 Tolosa 58 (1)
1990-1993 Montauban ? (?)
1993-1994 non conosciuta Labège ? (?)
1994 Dinamo Mosca 15 (1)
Nazionale
1977 URSS URSS U-20 1+ (1+)
1978-1990 URSS URSS 58 (6)
Palmarès
Transparent.png Mondiali Under-20
Oro Tunisia 1977
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Mosca 1980
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 maggio 2009

Vagiz Nazirovič Chidijatullin (in russo: Вагиз Назирович Хидиятуллин?, traslitterazione anglosassone Vagiz Nazirovich Khidiyatullin; Gubacha, 3 marzo 1959) è un ex calciatore sovietico e dal 1991 russo, di ruolo difensore.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Difensore centrale, spesso non stava in linea con il resto del reparto, giocando spesso da libero. Era un calciatore non dotato di tecnica, un buon stopper.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua carriera ha giocato con numerose squadre di calcio sovietiche e francesi. È uno dei primi calciatori sovietici ad ottenere dallo Stato sovietico di poter giocare al di fuori dall'URSS, trasferendosi a 29 anni al Tolosa, società francese, giocando in modo discreto.[2]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver vinto il Mondiale U-20 nel 1977, partecipa all'Olimpiade di Mosca 1980, a due Mondiali (1982 e 1990) e ad Euro 1988.

Con la Nazionale sovietica ha segnato 6 reti in 58 partite giocate. Durante tutta la carriera è uno dei pochi calciatori a giocare con Valeri Lobanovski senza far parte del suo "blocco della Dinamo Kiev", avendo giocato buona parte della carriera a Mosca.[3]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Spartak Mosca: 1979, 1987
Dinamo Mosca: 1994

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ungheria 1976
Tunisia 1977

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La zona russa: attaccano tutti, in La Repubblica, 19 giugno 1988. URL consultato il 27 novembre 2014.
  2. ^ Gianni Mura, Addio, scuola rossa, in La Repubblica, 15 giugno 1990. URL consultato il 28 gennaio 2015.
  3. ^ Emanuela Audisio, 'Europa scusa, stiamo imparando', in La Repubblica, 21 giugno 1988. URL consultato il 26 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]