Pavlo Jakovenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pavlo Jakovenko
Pavlo Yakovenko.jpg
Nome Pavlo Oleksandrovyč Jakovenko
Nazionalità URSS URSS
Ucraina Ucraina (dal 1991)
Altezza 180 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Squadra Ucraina Ucraina U-21
Ritirato 1994 - calciatore
Carriera
Squadre di club1
1981-1982 Metalist 4 (0)
1982-1993 Dinamo Kiev 161 (5)
1993-1994 Sochaux 6 (1)
Nazionale
1983 URSS URSS U-20  ? (?)
1986-1990 URSS URSS 19 (1)
Carriera da allenatore
1994-1995 Metalurh Nikopol'
1996-1997 Uralan
1999 Uralan
1999 Kiev Kiev[1]
2000-2002 Borysfen
2000-2004 Ucraina Ucraina U-15
2002-2004 Ucraina Ucraina U-21[2]
2004-2005 Chimki
2005-2007 Kuban'
2007-2008 Rostov
2008- Ucraina Ucraina U-21
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 aprile 2010

Pavlo Oleksandrovyč Jakovenko (in ucraino: Павло Олександрович Яковенко?, traslitterazione anglosassone Pavlo Oleksandrovych Yakovenko), noto anche come Pavel Aleksandrovič Jakovenko (in russo: Павел Александрович Яковенко?, traslitterazione anglosassone Pavel Aleksandrovich Yakovenko) (Nikopol', 19 dicembre 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore ucraino, di ruolo centrocampista, che militò per oltre un decennio nella Dinamo Kiev e fece parte della Nazionale di calcio dell'Unione Sovietica al Campionato mondiale di calcio 1986 tenutosi in Messico.

È il padre di Oleksandr Jakovenko e Yuriy Jakovenko.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Jakovenko iniziò a giocare nelle giovanili della squadra della sua città, prima di passare al Metalist[3] nel quale però fu riserva per due stagioni, marcando poche presenze. Nel 1982 passò alla Dinamo Kiev[3], nella quale si impose come centrocampista titolare nella metà degli anni '80: anche grazie al suo contributo, la squadra di Kiev raggiunse numerosi successi, tra i quali la Coppa delle Coppe conquistata nel 1985-1986, battendo in finale l'Atletico Madrid. Il 1986 fu il suo anno migliore: il suo club vinse la Coppa delle Coppe, il Campionato Sovietico e la Supercoppa dell'Unione Sovietica, fu convocato in Nazionale per i Mondiali e arrivò 21º nella lista dei candidati al Pallone d'oro 1986 (vinto in quell'edizione dal compagno di squadra Igor Belanov).

A partire dalla seconda metà del 1987 accusò una serie di infortuni che ne limitarono fortemente la presenze negli anni successivi e le prestazioni in campo, che rimasero qualitativamente più basse rispetto al primo lustro degli anni '80: la conseguenza diretta fu la perdita del posto da centrocampista titolare. Alla fine della carriera, nel 1992, si trasferì al Sochaux[3], dove rimase per due stagioni giocando 6 partite.

Si ritirò dal calcio giocato alla fine della stagione 1993-1994, all'età di 30 anni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Jakovenko (accosciato, primo da sinistra) con l'URSS nel 1988

Dopo aver partecipato con la Nazionale Under-20 al Campionato mondiale di calcio Under-20 1983, Jakovenko esordì con la maglia della Nazionale maggiore nel 1986, venendo poi convocato nello stesso anno per il Campionato mondiale di calcio in Messico. Alla partita d'esordio contro l'Ungheria mise a segno il primo gol per la sua squadra,[4] nel punteggio finale di 6-0 per i russi: rimase il suo unico gol con la maglia della Nazionale. L'URSS avanzò fino agli ottavi di finale, dove venne sconfitta ai tempi supplementari dal Belgio di Vincenzo Scifo.[4]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Al termine della carriera di calciatore, Jakovenko divenne allenatore prima della squadra della sua città (con la quale aveva esordito anche come calciatore)[3], allenando poi formazioni minori fino al 2000, quando divenne allenatore dell'Ucraina Under-15 fino al 2004[3], e dal 2002 al 2004 dell'Ucraina Under-21[3]. Dal 2004 al 2008 ha allenato diverse formazioni delle Repubbliche della Federazione Russa, come Kuban Krasnodar[3] e Rostov, prima di tornare alla guida dell'Ucraina Under-21 dal giugno 2008[3].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Kiev: 1985, 1986, 1990
Dinamo Kiev: 1985, 1987, 1990
Dinamo Kiev: 1985, 1986

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Dinamo Kiev: 1985-1986

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partecipante alla Coppa delle Regioni UEFA 1999.
  2. ^ In coppia con Hennadiy Litovchenko.
  3. ^ a b c d e f g h (EN) Staff - Pavlo Yakovenko, FFU.org.ua. URL consultato il 24 aprile 2010.
  4. ^ a b (EN) World Cup 1986, Rsssf.com. URL consultato il 22 aprile 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]