Stefano Mauri (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Stefano Mauri
Stefano Mauri 2009.jpg
Stefano Mauri in uscita da un allenamento con la Lazio
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Lazio Lazio
Carriera
Giovanili
 ????-1996
1996-1997
Monza Monza
600px Verde e Bianco.png Brugherio
Squadre di club1
1997-1998 600px Verde e Bianco.png Brugherio 23 (10)
1998-2001 Meda Meda 82 (12)
2001-2003 Modena Modena 34 (2)
2003-2004 Brescia Brescia 30 (7)
2004-2006 Udinese Udinese 48 (5)
2006- Lazio Lazio 222 (38)
Nazionale
2004-2011 Italia Italia 11 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 dicembre 2014

Stefano Mauri (Monza, 8 gennaio 1980) è un calciatore italiano, centrocampista della Lazio, di cui è capitano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni: Modena e Brescia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera in Brianza: dopo aver fatto la trafila nelle giovanili del Monza, a 16 anni è nel Brugherio, in cui resta per due anni. Successivamente va a Meda (dal 1998 al 2001), dove trascorrerà tre anni fra Serie C2 e Serie D.

Nel 2001 passa al Modena, squadra con cui ha esordito in Serie A il 14 settembre 2002 in Modena-Milan (0-3); Nella compagine emiliana resta due stagioni prima di essere preso in prestito nel calciomercato estivo del 2003 dal Brescia.

Con le rondinelle gioca alle spalle di Roberto Baggio nella sua ultima stagione, concludendo la stagione 2003-2004 con 30 presenze e 7 reti.

Udinese[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 passa in compartecipazione all'Udinese. Con i friulani Mauri trascorre un anno e mezzo: la prima stagione (2004-2005), da titolare, culminerà con la storica qualificazione dell'Udinese alla UEFA Champions League. La seconda (2005-2006) la passa prevalentemente in panchina.

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

L'annata seguente, dopo che la società friulana lo riscatta dal Modena in estate, nella sessione invernale del calciomercato lo cede alla Lazio. Il suo esordio con la maglia biancoceleste avviene in Coppa Italia nella partita Lazio-Inter (1-1). Conquista presto la maglia da titolare giocando sulla fascia sinistra del centrocampo. Realizza il suo primo gol con la maglia della Lazio a Verona contro il Chievo (2-2) e replica nella vittoriosa trasferta di Siena (2-3).

Nella stagione 2006-2007 l'allenatore Delio Rossi lo riadatterà come trequartista, riconquistando fra l'altro la maglia della Nazionale. Al termine del campionato le 6 reti messe a segno dal centrocampista brianzolo, di cui due doppiette in due vittoriose partite consecutive (Lazio-Udinese 5-0 e Messina-Lazio 1-4), si riveleranno decisive per la conquista della qualificazione in Champions League e del terzo posto in campionato.

Nella prima parte della stagione 2007-2008 una serie di problemi fisici lo costringono a giocare poco.[senza fonte] Realizza 3 reti (contro Milan, Genoa e Sampdoria, sempre all'Olimpico).

Nella stagione successiva (2008-2009) realizza il primo gol dell'annata in Coppa Italia. Il 13 maggio 2009 conquista con la maglia delle Aquile la Coppa Italia, competizione dove era andato a segno contro Benevento (5-1) e Torino (3-1).

Durante l'estate vince anche la Supercoppa Italiana sconfiggendo l'Inter 2-1 a Pechino realizzando l'assist decisivo per il gol del momentaneo 2-0. Va in gol contro l'Elfsborg in Europa League nella vittoria per 3-0. Con l'arrivo di Edoardo Reja ritorna nella sua posizione di cursore.

La stagione 2010-2011 inizia con la panchina nella prima uscita stagionale contro la Sampdoria, tornando titolare contro il Bologna realizzando il primo gol della Lazio in campionato e servendo un assist per il raddoppio. In quanto vice-capitano della squadra, veste spesso la fascia di capitano data la frequente assenza di Tommaso Rocchi in campo a causa di un infortunio.[senza fonte] Bissa inoltre il suo record di gol in Serie A: 6.

Nella prima uscita della stagione 2011-2012 prima serve un assist e poi firma uno dei gol con cui la Lazio batte il Rabotnicki stabilendo il suo più ampio successo all'Olimpico in una competizione europea (6-0).[1] Un infortunio lo ferma per un mese[2] e al suo rientro la Lazio vince 2-1 il derby contro la Roma. Dopo questa partita subisce una ricaduta in allenamento e decide quindi di andare in Germania dove verrà operato e subirà una lunga riabilitazione.[3] Il 4 marzo 2012 firma la rete che regala alla Lazio la vittoria nel derby di ritorno.[4] Il 13 maggio 2012, all'ultima giornata di campionato contro l'Inter, realizza il gol del definitivo 3-1 delle Aquile e anche quella che sarà l'ultima rete del campionato di Serie A 2011-2012.

La stagione 2012-2013, sotto la guida tecnica di Vladimir Petković, lo vede impiegato largo a sinistra nella batteria dei quattro trequartisti alle spalle di Miroslav Klose.[senza fonte] L'11 novembre 2012 firma la rete del momentaneo 3-1 in favore della Lazio nella vittoria biancoceleste per 3-2 nel derby di andata. Con la partenza di Tommaso Rocchi, trasferitosi all'Inter durante il mercato di gennaio, Mauri diventa il capitano della squadra biancoceleste. Il giorno 26 maggio 2013 alza al cielo la Coppa Italia battendo in finale la Roma per 1-0.[5]

Dopo la squalifica, durata sei mesi, torna in campo il 9 febbraio 2014 in occasione del derby capitolino contro la Roma, partita pareggiata 0-0. Nella giornata successiva di campionato, torna anche al gol siglando il momentaneo pareggio per 1-1 in casa del Catania, la partita poi finirà 3-1 per gli avversari.[6]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito in Nazionale il 17 novembre 2004, a 24 anni, con il CT Marcello Lippi, nell'amichevole Italia-Finlandia (1-0). Ha disputato 6 partite fino al 2007, venendo convocato anche dal CT Roberto Donadoni.

A tre anni dalla sua ultima presenza con la maglia della Nazionale, è tornato nel gruppo degli Azzurri con il CT Cesare Prandelli, che l'8 ottobre 2010 lo ha impiegato da titolare nella partita contro l'Irlanda del Nord (0-0), valida per le qualificazioni a Euro 2012.[7]

Il coinvolgimento nel calcioscommesse e la squalifica[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 maggio 2012 viene arrestato con l'accusa di associazione a delinquere finalizzato alla truffa sportiva, nell'ambito dell'inchiesta sul calcioscommesse.[8][9] Il 4 giugno, dopo otto giorni di carcere[10], viene scarcerato e gli viene concessa la detenzione domiciliare.[11] Il 14 giugno, viene revocata anche la detenzione domiciliare poiché lo stesso GIP Guido Salvini afferma che non ci sono i presupposti per applicare una misura cautelare nei suoi confronti.[12] Dal 19 settembre seguente è indagato dalla Procura di Berna (Svizzera) per riciclaggio[13]. L'ipotesi che filtra dalla Svizzera è legata all'esistenza di un'organizzazione "transnazionale" capace di spostare ingenti capitali, utilizzati per le combine[14]; su un conto intestato ai genitori di Mauri sono transitate somme di denaro sospette frutto di eventuali combine[15]: fra queste, un versamento di 100 mila euro effettuato con un bonifico.[16] Nel settembre 2012 Mauri è anche stato interrogato a Berna in merito all'indagine penale per riciclaggio di denaro[17][18] a suo carico[19]. Il 30 novembre la Procura di Cremona chiede una proroga di sei mesi per lui e altri 32 degli indagati per il calcioscommesse iscritti nel registro nel maggio precedente.[20]

Il 10 luglio 2013 viene deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo in riguardo al quarto filone dell'inchiesta di Cremona in relazione alle gare Lazio-Genoa del 14 maggio 2011 e Lecce-Lazio del 22 maggio 2011. Gli vengono contestate anche la violazione dell'Art. 1, comma 1 (violazione dei principi di lealtà, correttezza e probità) e dell'Art. 6, comma 1 (divieto di effettuare scommesse) del Codice di Giustizia Sportiva.[21] Il 24 luglio il procuratore federale Stefano Palazzi chiede per Mauri una squalifica di 4 anni e 6 mesi: 3 anni per l'illecito in Lazio-Genoa, 6 mesi per la continuazione con la successiva combine Lecce-Lazio, 6 mesi per gli effettivi risultati conseguiti e altri 6 mesi per la violazione del divieto di scommesse.[22] Il 2 agosto 2013 il capitano biancoceleste viene squalificato in primo grado per 6 mesi per omessa denuncia. Successivamente, nel giudizio di secondo grado c'è stata una sospensione del giudizio dopo che la Corte di Giustizia Federale ha disposto nuove indagini sulla sua posizione.[23]

Dopo la sospensione del giudizio per nuove indagini sul calciatore, il 2 ottobre 2013 la Corte di Giustizia Federale ha condannato Mauri nell'ambito del calcioscommesse a 9 mesi di squalifica.[24] Il 10 gennaio 2014 il TNAS gli riduce la pena a sei mesi di squalifica.[25]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 13 dicembre 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997-1998 Italia Brugherio Ecc. 23 10 - - - - - - - - - 23 10
1998-1999 Italia Meda CND 30 9 - - - - - - - - - 30 9
1999-2000 C2 21 1 - - - - - - - - - 21 1
2000-2001 C2 31 2 - - - - - - - - - 31 2
Totale Meda 82 12 - - - - - - 82 12
2001-2002 Italia Modena B 9 1 CI 2 0 - - - - - - 11 1
2002-2003 A 25 1 CI 2 1 - - - - - - 27 2
Totale Modena 34 2 4 1 - - - - 38 3
2003-2004 Italia Brescia A 30 7 CI 1 0 - - - - - - 31 7
2004-2005 Italia Udinese A 32 5 CI 6 2 CU 2 1 - - - 40 8
2005-gen. 2006 A 16 0 CI 2 1 UCL 7 0 - - - 25 1
Totale Udinese 48 5 8 3 9 1 - - 65 9
gen.-giu. 2006 Italia Lazio A 15 2 CI 2 0 - - - - - - 17 2
2006-2007 A 29 6 CI 2 0 - - - - - - 31 6
2007-2008 A 24 3 CI 5 0 UCL 4 0 - - - 33 3
2008-2009 A 26 1 CI 5 2 - - - - - - 31 3
2009-2010 A 35 3 CI 2 0 UEL 6 1 SI 1 0 44 4
2010-2011 A 29 6 CI 1 0 - - - - - - 30 6
2011-2012 A 16 4 CI 0 0 UEL 3 1 - - - 19 5
2012-2013 A 26 3 CI 4 1 UEL 6 0 - - - 36 4
2013-2014 A 12 4 CI 0 0 UEL 0 0 SI 0 0 12 4
2014-2015 A 10 6 CI 1 0 - - - - - - 11 6
Totale Lazio 222 38 22 3 19 2 1 0 264 43
Totale carriera 439 73 35 7 28 3 1 0 503 84

Cronologia presenze in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17/11/2004 Messina Italia Italia 1 – 0 Finlandia Finlandia Amichevole -
08/06/2005 Toronto Italia Italia 1 – 1 Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro Amichevole - Uscita al 46’ 46’
11/10/2006 Tbilisi Georgia Georgia 1 – 3 Italia Italia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 64’ 64’
15/11/2006 Bergamo Italia Italia 1 – 1 Turchia Turchia Amichevole - Uscita al 46’ 46’
13/10/2007 Genova Italia Italia 2 – 0 Georgia Georgia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 88’ 88’
17/10/2007 Siena Italia Italia 2 – 0 Sudafrica Sudafrica Amichevole -
08/10/2010 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 0 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Uscita al 79’ 79’
12/10/2010 Genova Italia Italia 3 – 0 tav Serbia Serbia Qual. Euro 2012 -
17/11/2010 Klagenfurt Romania Romania 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
09/02/2011 Dortmund Germania Germania 1 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 74’ 74’
25/03/2011 Lubiana Slovenia Slovenia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 2012 - Uscita al 63’ 63’
Totale Presenze 11 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Lazio: 2008-2009, 2012-2013
Lazio: 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SS LAZIO CORRIERE DELLO SPORT: LAZIO-RABOTNICKI 6-0, ALLA LAZIO IL PRIMO SET | cittaceleste.it
  2. ^ Lazio, il rammarico di Mauri: "Infortunio che non ci voleva" - TUTTO MERCATO WEB
  3. ^ Lazio: Mauri in Germania per intervento, corrieredellosport.it. URL consultato il 2 novembre 2011.
  4. ^ Roma-Lazio 1-2, Mauri decide il derby capitolino e fa volare i biancocelesti, fanpage.it. URL consultato il 5 marzo 2012.
  5. ^ Coppa Italia, Roma-Lazio 0-1: Lulic regala il sesto trofeo ai biancocelesti in La Repubblica, 26 maggio 2013. URL consultato il 26 maggio 2013.
  6. ^ Catania-Lazio 3-1, non basta il gol di Mauri I siciliani allontanano Reja dall'Europa ilmessaggero.it
  7. ^ convocati Mauri, Zambrotta e Borriello, corrieredellosport.it, 03-10-2010.
  8. ^ Il calcio trema - Nella notte arrestati Mauri e Milanetto. Conte indagato, perquisita la sua abitazione. Spunta anche Criscito, tuttonapoli.net. URL consultato il 28 maggio 2012.
  9. ^ Arrestati Mauri, Milanetto, Bertani. Indagato Conte, blitz a Coverciano, 28-05-2012.
  10. ^ [1] IlSole24Ore.com
  11. ^ Mauri agli arresti domiciliari: «Ho paura di aver chiuso con il calcio», 06-06-2012.
  12. ^ Milanetto e Mauri tornano in libertà, 14-06-2012.
  13. ^ Calcioscommesse: è Stefano Mauri Mister X del conto segreto in Svizzera Ilfattoquotidiano.it
  14. ^ Calcioscommesse: in Svizzera i soldi delle combine Calciomercato.it
  15. ^ [2] Calcionewstime.com
  16. ^ Riciclaggio: il mister X è Mauri sportmediaset.it, 19 settembre 2012
  17. ^ Lazio ancora sulle spine: altro che 'testimone', Mauri è 'indagato' per riciclaggio! A breve l'interrogatorio, probabilmente in Svizzera... Goal.com
  18. ^ Inchiesta svizzera sul riciclaggio: convocato Mauri Il Giornale.it
  19. ^ Mauri sarà ascoltato nell’ambito dell’inchiesta sul riciclaggio di denaro in Svizzera Calcio.fanpage.it
  20. ^ CONTE, IL PM CHIEDE LA PROROGA sportmediaset.it, 30 novembre 2012
  21. ^ Calcioscommesse, deferiti Mauri, Milanetto, Lazio, Genoa e Lecce
  22. ^ Francesco Ceniti, Richieste dure in La Gazzetta dello Sport, 25 luglio 2013, p. 6.
  23. ^ Calcioscommesse, Mauri 6 mesi, alla Lazio 40000 euro di ammenda, Corriere dello Sport. URL consultato il 2 agosto 2013.
  24. ^ Calcioscommesse, stangata per Mauri in appello. Sanzione aggravata a 9 mesi - La Gazzetta dello Sport
  25. ^ [3] Gazzetta.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]