Paramore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Paramore
I Paramore nel 2009
I Paramore nel 2009
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Genere Alternative rock[1][2]
Emo-pop[1][3]
Pop punk[1][4]
Periodo di attività 2004 – in attività
Etichetta Fueled by Ramen[5]
Album pubblicati 6
Studio 4
Live 2
Sito web
Paramore logo 2.png

I Paramore sono un gruppo musicale statunitense formatosi nel 2004 a Franklin, Tennessee[1].

La band ha esordito nel 2005 con All We Know Is Falling, album di debutto promosso assiduamente attraverso internet e con lunghi tour. Nel 2007 ha pubblicato Riot!, di notevole successo. Tuttavia la fama internazionale è arrivata nel 2008, quando hanno realizzato due canzoni per il film Twilight: Decode e I Caught Myself. Nel 2009, dopo il tour estivo con i No Doubt, i Paramore hanno pubblicato il loro terzo album in studio Brand New Eyes, che li ha consacrati a livello mondiale. Alla fine del 2010 i due membri fondatori Josh e Zac Farro lasciano la band, e con la nuova formazione i Paramore pubblicano nel 2013 il loro quarto album, l'omonimo Paramore, il primo ad arrivare in cima alla Billboard 200.

Tra i vari premi, i Paramore possono vantare tre nomination ai Grammy Awards (2008, 2010, 2011)[6].

Dal 2011 la band è composta dalla cantante e tastierista Hayley Williams, dal bassista Jeremy Davis e dal chitarrista Taylor York.

Storia del gruppo[modifica | modifica sorgente]

Gli inizi (2002-2005)[modifica | modifica sorgente]

L'avventura dei Paramore inizia a Franklin, quando, dopo essersi trasferita nella città nel 2002, Hayley Williams incontra i fratelli Josh e Zac Farro a scuola. Nello stesso periodo Hayley comincia a prendere lezioni di canto presso Brett Manning[7]. Successivamente comincia a cantare in una cover band funk chiamata The Factory con il bassista Jeremy Davis e il loro amico Kimee Read, mentre i fratelli Farro suonano a scuola[8].

La band si forma ufficialmente nel 2004 sotto il nome di Paramore con Hayley Williams come cantante, Josh Farro chitarrista, Zac Farro batterista e Jeremy Davis bassista; a loro si aggiunge successivamente Jason Bynum (chitarra ritmica)[7]. Il nome della band deriva dalla parola francese "paramour", che significa "amore segreto".

La band al Warped Tour a Camden, New Jersey, nel 2007

I ragazzi iniziano prestissimo ad esibirsi in numerosi spettacoli scolastici e locali fino ad arrivare alle "rock venues" più importanti della loro zona, catturando infine l'attenzione di John Janick, fondatore della Fueled by Ramen, etichetta discografica con base in Florida, con la quale la band firma un contratto nell'aprile del 2005[7].

All We Know Is Falling e The Summer Tic EP (2005-2006)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi All We Know Is Falling e The Summer Tic EP.

Nel 2005 la band si sposta quindi a Orlando per registrare il proprio album di debutto, ma poco dopo l'arrivo in Florida Jeremy Davis decide di lasciare la band per motivi personali[7]. La band decide di basare la canzone All We Know e, successivamente, l'intero disco su questo episodio[9]. Lavorando con James Wisner e Mike Green, i Paramore registrano l’album, All We Know Is Falling, che viene pubblicato lo stesso anno, a luglio, mentre nello stesso tempo viene pubblicato il singolo Pressure. Appena prima di partire in tour John Hembree entra a far parte della band come bassista[7]. I Paramore iniziano così il tour promozionale, dividendo il palco con numerose band, tra cui Simple Plan e Straylight Run.

Dopo cinque mesi Jeremy Davis rientra a far parte della band, sostituendo Hembree. Intanto l'album ottiene un discreto successo, specialmente nel Regno Unito, grazie soprattutto a Pressure e al secondo singolo estratto dall'album, Emergency. Alla fine del 2005 William "Hunter" Lamb rimpiazza Jason Bynum alla chitarra in seguito alla decisione di quest'ultimo di lasciare la band[10].

L'ex chitarrista Josh Farro ad Austin nel 2008

Il 2 agosto 2006 i Paramore pubblicano il loro primo EP, chiamato The Summer Tic EP, contenente tre tracce inedite (tra cui la cover di Stuck on You dei Failure) e la versione di Emergency cantata con lo scream del chitarrista Josh Farro. A fine anno viene pubblicato esclusivamente nel Regno Unito il terzo e ultimo singolo estratto dal loro album di debutto, All We Know.

Dopo una lunga tournée internazionale terminata in promozione del loro album di debutto, all'inizio del 2007 i Paramore decidono di dedicarsi alla lavorazione del loro secondo album.

Riot! e The Final Riot! (2007-2008)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Riot! e The Final Riot!.

All'inizio del 2007 Hunter Lamb lascia la band per sposarsi, ma la band non va alla ricerca di un sostituto, continuando come quartetto[1]. Nello stesso periodo iniziano le registrazioni per il loro secondo album, Riot!, scegliendo come produttore discografico David Bendeth, preferito a Neal Avron e Howard Benson[11]. L'album viene pubblicato il 12 giugno negli Stati Uniti e il 25 giugno nel Regno Unito, debuttando alla ventesima posizione delle classifiche statunitensi e vendendo in una sola settimana 44.000 copie[12].

Il 21 giugno 2007 viene estratto il primo singolo dal nuovo album, Misery Business, che ottiene un enorme successo in tutto il mondo, facendo arrivare la fama della band anche in Europa, dove fino a quel momento era conosciuta solo nel Regno Unito. Il 30 luglio viene pubblicato il secondo singolo Hallelujah, distribuito unicamente online e dalle emittenti televisive inglesi.

I Paramore durante una data del Riot! Tour, il tour mondiale intrapreso dalla band in supporto al loro secondo album Riot!

Nell'agosto 2007 MTV presenta i Paramore come Artist of the week, mandando in onda spot ed esibizioni acustiche (filmate esclusivamente per l'occasione nel Queens, New York), affiggendo foto esclusive dei ragazzi nelle vetrate dello studio di TRL a Times Square e organizzando un concerto che viene filmato per l'MTV Live. L'11 ottobre viene pubblicato il terzo singolo da Riot!, Crushcrushcrush.

In occasione del Riot! Tour, il 17 febbraio 2008 la band tiene il suo primo concerto in Italia, al Music Drome di Milano. Dopo il tour in Europa la band torna nel Tennessee per registrare il video del quarto e ultimo singolo That's What You Get, che viene pubblicato il 24 marzo 2008.

La band il 29 gennaio 2008 pubblica il suo primo album live, Live in the UK 2008, disponibile in sole 1000 copie. A questo segue, nel novembre successivo, The Final Riot!, un CD/DVD contenente un concerto dal vivo della band a Chicago e un documentario dietro le quinte che mostra la vita della band in tournée.

Tra l'aprile e il maggio del 2008 i Paramore girano gli Stati Uniti in tour con i Jimmy Eat World, mentre per il resto dell'estate si dedicano al The Final Riot! Tour, che li vede esibirsi nelle maggiori città degli Stati Uniti, accompagnati da band come Jack's Mannequin, Phantom Planet e Paper Route. Successivamente la band avrà anche l'occasione di esibirsi per la prima volta anche in Sud America, prima di tornare negli Stati Uniti e chiudere il tour di successo intrapreso in supporto di Riot!.

Nell'estate 2008 i Paramore registrano due nuove canzoni per la colonna sonora di Twilight, film basato sulla celebre saga di vampiri scritta da Stephenie Meyer. I due brani sono rispettivamente Decode e I Caught myself[13]. Il primo, pubblicato come singolo, riscuote ancor più successo degli ultimi singoli di Riot! e, accompagnato da un video musicale prodotto da Shane Drake, si aggiudica il disco di platino sia negli Stati Uniti (come Misery Business) che in Australia. Hayley Williams ha dichiarato che la canzone riguarda la tensione, la rabbia e la confusione che impregna il rapporto di Bella ed Edward, i due protagonisti.

Nel 2008 la band vince il premio International Artist agli MTV Video Music Brasil e due premi ai Teen Choice Awards nelle categorie Rock Track e Rock Group. Inoltre viene nominata agli MTV Video Music Awards Latin America nelle categorie Best New Artist - International e Best Rock Artist - International[14] e agli MTV Europe Music Awards nella categoria Rock Out. A fine anno la band ottiene la sua prima nomination ai Grammy Awards 2008, nella categoria Miglior artista esordiente[6].

Brand New Eyes (2009-2010)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Brand New Eyes.
I Paramore in concerto con i No Doubt durante il Summer Tour del 2009 a Vancouver

Il 29 marzo 2009 i Paramore iniziano le registrazioni del loro terzo album, Brand New Eyes. L'album verrà prodotto da Rob Cavallo, il noto produttore che nella sua carriera vanta importanti collaborazioni con artisti quali i Green Day, My Chemical Romance, Goo Goo Dolls, Alanis Morisette, Avril Lavigne e altri.

Il 16 giugno Taylor York, da lungo compagno della band nei loro concerti in tutto il mondo, entra ufficialmente a far parte della band[15]. Il gruppo annuncia la pubblicazione del suo terzo album in studio il 29 settembre 2009, mentre pubblica il primo singolo Ignorance, di cui viene girato un video musicale pubblicato il 17 agosto 2009[16]. In questo periodo viene proposta ai Paramore la composizione di un brano per New Moon, sequel di Twilight, ma la band rifiuta la richiesta.

Il batterista Zac Farro si espresse a proposito in un'intervista a MTV:

« Non vogliamo essere la band dei vampiri. È stato bello farne parte, ci ha dato grossa visibilità, per noi Twilight è stato questo. Di sicuro però non vogliamo dare l'impressione di intrufolarci in ogni film che verrà prodotto. »

In estate, dopo essere stati in tour negli Stati Uniti per aprire il reunion tour dei No Doubt culminato in tre serate consecutive al Verizon Wireless Amphitheater di Los Angeles, i Paramore partecipano al Summer Sonic Festival in Giappone. Si esibiscono inoltre in una location newyorkese dove suonano live un set acustico per un MTV Unplugged interamente loro dedicato[17].

Il bassista Jeremy Davis durante l'Honda Civic Tour del 2010 svoltosi a Detroit

Dopo l'arresto iniziale nella prima data a Pomona a causa di una laringite diagnosticata a Hayley Williams, i Paramore procedono a pieno ritmo il loro Brand New Eyes World Tour. A novembre esce inoltre Brick by Boring Brick, secondo singolo estratto dal nuovo album.

A gennaio il loro singolo Decode, incluso nella colonna sonora del film Twilight, viene nominato ai Grammy Awards 2010 nella categoria Miglior canzone scritta per un film, non riuscendo però ad aggiudicarsi il premio[6].

Il 5 febbraio 2010 il chitarrista Josh Farro dichiara che si sarebbe assentato per un breve periodo dagli impegni della band per organizzare il suo matrimonio. Viene quindi momentaneamente sostituito da Justin York, fratello dell'altro chitarrista della band, Taylor York[18].

Il 17 febbraio 2010 viene pubblicato il terzo singolo The Only Exception, anticipato rispetto a quanto è stato annunciato. Il brano ottiene un enorme successo in molti Paesi del mondo, aggiudicandosi il disco di platino sia negli Stati Uniti che in Australia. The Only Exception viene inoltre nominata ai Grammy Awards 2011 nella categoria Miglior interpretazione vocale pop di un gruppo[19]. Nel luglio 2010 la band pubblica il suo quarto singolo da Brand New Eyes, Careful, accompagnato da un video simile a quello dei precedenti singoli All We Know e Hallelujah (spezzoni di scene della band nel backstage, sul palco e in studio). Tra luglio e settembre, la band pubblica due EP: 2010 Summer Tour EP[20] e The Only Exception EP[21], entrambi disponibili esclusivamente in versione digitale. Sempre nello stesso periodo, inoltre, si esibiscono all'Honda Civic Tour come headliners.

Il 7 novembre 2010, in occasione degli MTV EMA 2010, i Paramore vincono nella categoria Alternative. Pochi giorni dopo viene estratto il quinto e ultimo singolo da Brand New Eyes, Playing God. Il video del brano, girato nel novembre 2010 nella casa dei genitori di Hayley e diretto da Brandon Chesbro, è l'ultimo a cui parteciperanno Josh e Zac Farro. Sempre nel 2010, i Paramore registrano una cover di You Ain't Woman Enough (To Take My Man), brano di Loretta Lynn, per l'album di cover dedicato alla cantante della Columbia Records, intitolato Coal Miner's Daughter: A Tribute to Loretta Lynn[22]

L'abbandono dei fratelli Farro[modifica | modifica sorgente]

Il 18 dicembre 2010 un messaggio da Hayley, Jeremy e Taylor pubblicato attraverso il loro sito ufficiale afferma che Josh e Zac lasciano i Paramore[23]. Nel messaggio i tre scrivono[23][24]:

« Un paio di mesi fa, Josh e Zac ci hanno fatto sapere che avrebbero lasciato la band dopo lo show di Orlando di domenica scorsa. Nessuno di noi era veramente scioccato. Nell’ultimo anno è sembrato come se non avessero più piacere ad essere con noi in tour. Vogliamo che Josh e Zac siano felici, e se questo non può avvenire qui con noi, allora li sosteniamo nel poter trovare la felicità altrove.

Ma non abbiamo mai pensato nemmeno per un secondo di lasciarci tutto alle spalle e abbandonare questo progetto. Se guardiamo indietro, possiamo guardare con entusiasmo al futuro, perché in tutto questo ciò che veramente conta sono i bei tempi. Le foto di noi abbracciati, i viaggi insieme, i vostri volti mentre giocavamo e scherzavamo. Vi ringraziamo per essere stati sempre con noi sino a questo momento. Saremo sempre fieri di ricordare i nostri periodi migliori, e ci auguriamo che sia lo stesso per voi. »

(Hayley Williams, Jeremy Davis e Taylor York)
Zac e Josh Farro in concerto con i Paramore nel 2009 a Vancouver

Tuttavia, Josh Farro non apprezza il messaggio lasciato dai tre, dichiarando che avrebbe voluto scrivere lui stesso qualcosa per giustificare la sua decisione di lasciare la band, ma che gli è stato impedito; a questo proposito, il chitarrista pubblica un messaggio da parte sua e di Zac sul suo blog, raccontando di aver lasciato la band perché "ciò che è iniziato in modo naturale in qualche modo si è trasformato in un prodotto fabbricato di un'etichetta discografica, muovendosi sulle falde del sogno di Hayley", aggiungendo che Williams negli anni ha imposto alcuni testi non condivisi spiritualmente dal chitarrista durante la scrittura dei loro brani e che pubblicava false dichiarazioni sulla solidità del rapporto tra i membri del gruppo[25][26]. Successivamente Zac Farro ha dichiarato in un'intervista che il fratello si è scusato personalmente con Williams, Davis e Taylor per le sue affermazioni, dichiarando di essere stato troppo trascinato dalle emozioni del momento[27].

All'annuncio dell'uscita dei Farro dalla band, i Paramore confermano inoltre che non hanno intenzione di sciogliersi, e il tour in Sud America, che terrà occupata la band sino al marzo 2011, non verrà annullato[24]. Dopo qualche giorno vengono presentati i sostituti dei fratelli Farro per il tour: Justin York (fratello di Taylor) alla chitarra ritmica e Josh Freese (membro degli A Perfect Circle) alla batteria[28]. Quest'ultimo verrà successivamente sostituito dal polistrumentista britannico Jason Pierce a partire da giugno 2011. Inoltre Hayley Williams afferma che nel 2011 inizieranno le registrazioni per del nuovo materiale, e che "i tre membri rimasti sono pronti per iniziare un nuovo capitolo del loro grande viaggio"[29].

Singles Club (2011)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Singles (Paramore).
La band a Rio de Janeiro nel 2011

Il 5 gennaio 2011 i Paramore vincono il premio come Best Rock Band ai People's Choice Awards[30].

Il 10 gennaio, in un'intervista a MTV, Hayley Williams annuncia che, nonostante abbia perso due dei suoi membri fondatori, la band comincerà a registrare nuova musica già nei mesi successivi, anche se non precisa se pubblicheranno un nuovo album nel corso dell'anno o solo qualche singolo. La cantante dichiara anche, nella stessa intervista, che i Paramore cambieranno leggermente il loro stile, ma si baseranno sempre sugli stessi suoni di sempre[31].

Il 17 febbraio Hayley Williams conferma che la band tornerà negli studi di registrazione appena finito il tour in Sud America per registrare qualche canzone per la prossima estate. Una delle nuove canzoni sarà In the Mourning, che Hayley ha presentato in parte sia sulla sua pagina di Tumblr che sul sito ufficiale della band tramite un video[32][33]. Il 21 marzo i Paramore annunciano sui principali social network che sono già al lavoro con il produttore Rob Cavallo negli studi di Los Angeles per registrare alcune nuove canzoni che pubblicheranno entro la fine dell'anno[34][35].

Il 26 maggio i Paramore annunciano un nuovo singolo, Monster. Pubblicata il 7 giugno, la canzone viene inclusa nella colonna sonora del film Transformers 3[36][37]. A giugno Hayley annuncia che la band è al lavoro per il quarto album, aggiungendo che potrebbe essere pubblicato già nel corso del 2012[38]. In estate la band si dedica all'ultima parte del suo Brand New Eyes World Tour, partecipando anche al Warped Tour del 2011. In agosto riceve inoltre i premi Favorite Rock Band e Favorite Rock Track (quest'ultimo per Monster) ai Teen Choice Awards 2011[39].

L'11 ottobre 2011 la band annuncia sul suo sito ufficiale una serie di tre nuovi singoli, chiamata Singles Club[40]. Il primo singolo (pubblicato il giorno stesso) è Renegade, seguito da Hello Cold World (7 novembre) e In the Mourning, uscito il 5 dicembre[41].

Il 13 dicembre arrivano alla seconda posizione nella categoria Best Live MTV Performance 2011 con l'esibizione live di Brick by Boring Brick al Fueled by Ramen 15th Anniversary Concert, tenutosi a settembre[42].

Paramore (2012-presente)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Paramore (album).
Hayley Williams e Taylor York il 13 marzo 2013 ad Austin in occasione del South by Southwest

Dopo vari incontri per la scelta di un produttore, il 18 aprile 2012 Hayley annuncia che il produttore per il prossimo album sarà Justin Meldal-Johnsen[43]. Inoltre svela il titolo di uno dei brani che farà parte del loro nuovo disco, Daydreaming[44]. Il 29 giugno Hayley, tramite la pagina Instagram ufficiale della band, annuncia che Ilan Rubin sarà invece il batterista per il loro quarto album in studio[45]. In agosto la band divide il lavoro in studio con alcune esibizioni dal vivo, partecipando da headliner al Festival di Reading e Leeds, il Belsonic Festival a Belfast e l'Edinburgh Corn Exchange[46]. Proprio in questi concerti fa il suo debutto come turnista con i Paramore il batterista Hayden Scott, che insieme ai confermati Jon Howard (tastiere, percussioni e chitarra ritmica) e Justin York (chitarra ritmica) sosterrà la band durante i prossimi tour[47].

All'inizio di novembre i Paramore annunciano tramite Twitter che le registrazioni per il quarto album sono state concluse[48], mentre il 6 dicembre annunciano il titolo del loro nuovo lavoro, Paramore, e la sua data di uscita, fissata per il 9 aprile 2013[49]. L'album viene anticipato dal singolo Now, che viene pubblicato il 22 gennaio[50]. Il 18 gennaio viene pubblicata la tracklist completa di Paramore, che vede 17 brani e una durata superiore a tutti e tre i precedenti album della band[51].

Verso la fine di febbraio i Paramore iniziano il Paramore World Tour in Asia e Australia. Ad accompagnarli come turnista alla batteria figura Ilan Rubin, che sostituisce durante queste date l'altro turnista Hayden Scott[52]. Successivamente lo stesso Rubin verrà sostituito, a partire da maggio, da Miles McPherson, membro fisso della formazione dal vivo di Kelly Clarkson[53]. Tuttavia McPherson ha un grave incidente durante l'agosto successivo, e da settembre in poi viene sostituito da Aaron Gillespie[54].

Dopo aver portato al debutto Still into You al South by Southwest del 13 marzo, il 14 marzo la band pubblica su YouTube un video con il testo del nuovo brano[55], che viene estratto come secondo singolo da Paramore[56]. Il 3 aprile, ospiti a BBC Radio 1, suonano acusticamente Still into You e, per la prima volta, Hate to See Your Heart Break[57], mentre il 20 aprile a Nashville, in occasione del Record Store Day, pubblicano in sole 700 copie un vinile con i tre interludi acustici del nuovo album, intitolato The Holiday Sessions[58].

La band durante uno dei due concerti della Parahoy! sulla Norwegian Pearl, il 7 marzo 2014

Paramore si rivela dalla sua prima settimana di uscita il disco di maggior successo della band, debuttando direttamente al primo posto della Billboard 200[59] e raggiungendo tale risultato anche in Irlanda, Regno Unito, Nuova Zelanda, Australia, Argentina, Brasile e Messico[60]. A metà anno, Paramore viene eletto come miglior disco della prima metà del 2013 da Alternative Press[61]. Successivamente arriva secondo nella classifica annuale della medesima rivista[62] e primo nella classifica dei migliori album rock del 2013 stilata da Entertainment Weekly[63].

L'11 agosto i Paramore si esibiscono a Los Angeles con Still into You in occasione dei Teen Choice Awards 2013, durante i quali ricevono il premio nella categoria Choice Rock Group[64], per poi dedicarsi, dopo una breve pausa in agosto, al loro tour autunnale in Europa e al The Self-Titled Tour in Nord America, con oltre 25 date tra Stati Uniti e Canada. Durante il tour europeo viene girato il video ufficiale per il terzo singolo estratto dal nuovo album, Daydreaming, pubblicato il 2 dicembre 2013 esclusivamente nel Regno Unito[65]. A questo segue il quarto singolo Ain't It Fun, che dopo un'anticipazione di oltre due mesi viene pubblicato nel febbraio 2014. Il brano, nel giro di qualche mese, conquista le classifiche statunitensi e arriva al decimo posto della Billboard Hot 100 e alla prima della Rock Songs, stabilendo un nuovo record per la band[66].

Dopo un breve tour in Oceania, nel marzo 2014 la band organizza sulla Norwegian Pearl una crociera di quattro giorni, durante la quale si esibisce accompagnata da gruppi come Tegan and Sara, New Found Glory, Shiny Toy Guns e mewithoutYou[67]. Il 19 aprile partecipano per il secondo anno consecutivo al Record Store Day, pubblicando per l'occasione un 12 giri del loro ultimo singolo Ain't It Fun, vinile caratterizzato dal singolare aspetto di un disco spezzato in due, design ispirato al video musicale pubblicato per il brano a gennaio[68]. Successivamente la band si dedicherà a qualche apparizione in radio e in televisione per poi imbarcarsi per tutta l'estate in una lunga serie di concerti in Nord America con i Fall Out Boy, supportati dal gruppo danese New Politics, in occasione del loro "Monumentour"[69]. Il 22 e il 23 agosto partecipano per la seconda volta in carriera da headliner ai festival di Reading e Leeds[70].

Stile e influenze[modifica | modifica sorgente]

Il genere musicale della band è generalmente definito come un intreccio tra sonorità pop punk, rock e emo[1][71]. The New York Times descrive i Paramore come una band che, pur suonando emo, minimizza il tumulto emotivo di tale genere con uno stile forte, energetico e instancabile[72].

Hayley e Zac, in un'intervista alla rivista italiana Rock Sound, hanno dichiarato di essere stati profondamente influenzati da Sunny Day Real Estate (in particolare dal loro album The Rising Tide), No Doubt, Foo Fighters, Death Cab for Cutie e Jimmy Eat World[1][73].

Il logo utilizzato dalla band dal 2005 al 2012

Tutti i membri sono cristiani, e in un'intervista della BBC del 2008 Josh Farro ha affermato[74]:

« La nostra fede è molto importante per noi. È logico quindi che vada a influenzare la nostra musica perché se credi in qualcosa, allora influenzerà qualunque cosa tu faccia. Ma non siamo qui per predicare ai bambini, siamo qui perché amiamo la nostra musica. »

Dopo l'uscita dalla formazione dei fratelli Farro, la musica della band è mutata sensibilmente, venendo fortemente influenzata dall'elettronica[75], il pop[1][76] e l'indie[77], avvicinandosi molto alla new wave[78][79][80] e discostandosi leggermente dal pop punk[81].

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex componenti[modifica | modifica sorgente]

Turnisti
Da sinistra a destra, gli attuali membri dei Paramore: Jeremy Davis, Hayley Williams e Taylor York

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Discografia dei Paramore.

Tournée[modifica | modifica sorgente]

Apparizioni in film e videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Premi e nomination[modifica | modifica sorgente]

  • Grammy Awards
    • Nomination Best Pop Performance by a Duo or Group with Vocals per The Only Exception (2011)
    • Nomination Best Song Written For Motion Picture, Television Or Other Visual Media per Decode (2010)
    • Nomination Best New Artist (2008)
  • MTV
    • Nomination Best Live MTV Performance per Brick by Boring Brick (2011)
  • MTV Europe Music Awards
    • Nomination Best World Stage (2013)
    • Nomination Best Alternative (2013)
    • Nomination Biggest Fan (2011)
    • Best Alternative (2010)
    • Nomination Best Alternative Track per Ignorance (2009)
    • Nomination Best Rock Band (2008)
  • MTV Video Music Awards
    • Nomination Best Rock Video per Ignorance (2010)
    • Nomination Best Rock Video per Decode (2009)
    • Nomination Best Rock Video per Crushcrushcrush (2008)
  • mtvU Woodie Awards
    • Woodie of the Year (2008)
  • MTV Video Music Brasil
    • Nomination International Artist (2010)
    • International Artist (2008)
  • NME Awards
    • Best International Band (2010)
    • Nomination Best Band Blog (2010)
  • People's Choice Awards
    • Nomination Favorite Band (2014)
    • Nomination Favorite Alternative Band (2014)
    • Favorite Rock Band (2011)
    • Favorite Rock Band (2010)
  • Teen Choice Awards
    • Nomination Choice Rock Song per Ain't It Fun (2014)
    • Nomination Choice Rock Group (2014)
    • Choice Rock Group (2013)
    • Rock Track per Monster (2011)
    • Rock Group (2011)
    • Rock Group (2010)
    • Rock Track per Ignorance (2010)
    • Rock Album per Brand New Eyes (2010)
    • Nomination Love Song per The Only Exception (2010)
    • Choice Rock Track per Decode (2009)
    • Choice Rock Group (2009)
    • Rock Group (2008)
    • Breakout Group (2008)
    • Rock Track per Crushcrushcrush (2008)
  • Alternative Press Music Awards
    • Nomination Artist of the Year (2014)
    • Nomination Album of the Year per Paramore (2014)
    • Nomination Song of the Year per Still into You (2014)
    • Nomination Best Singer a Hayley Williams (2014)
    • Nomination Best Bassist a Jeremy Davis (2014)
  • Kerrang! Awards
    • Nomination Best Event per la Parahoy! (2014)
    • Nomination Best Live Band (2014)
    • Nomination Best Single per Now (2013)
    • Nomination Best Video per Now (2013)
    • Nomination Best Video per Monster (2012)
    • Best Album per Brand New Eyes (2010)
    • Nomination Best Video per Brick by Boring Brick (2010)
    • Nomination Best Live Band (2010)
    • Nomination Best International Band (2010)
    • Best Track per Ignorance (2009)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Andrew Leahey, Paramore in Allmusic, All Media Network. URL consultato il 18 giugno 2013.
  2. ^ (EN) Lauren Sexton, Ten Things About... Paramore, Digital Spy, 22 gennaio 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  3. ^ (EN) Paramore, MTV UK. URL consultato il 17 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 2 novembre 2013).
  4. ^ (EN) Paramore: Southern Pop-Punks Tackle 'Real Life Problems', Npr.org, 7 aprile 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  5. ^ (EN) Artists - Paramore, FueledbyRamen.com. URL consultato il 3 settembre 2013.
  6. ^ a b c d (EN) I Paramore sbarcano su Guitar Hero via DLC, Presstart.it, 12 aprile 2011. URL consultato il 25 giugno 2012.
  7. ^ a b c d e (IT) Paramore, MTV.it. URL consultato il 19 giugno 2012.
  8. ^ (EN) ASL’s Exclusive Interview With Paramore, Socialitelife.com, 26 giugno 2007. URL consultato il 2 giugno 2013.
  9. ^ (EN) Tony Pascarella, Interview: Hayley Williams and Josh Farro of Paramore, The-trades.com, 8 agosto 2005. URL consultato il 19 aprile 2013 (archiviato dall'url originale il 15 marzo 2013).
  10. ^ (EN) Rohan Kohli, Paramore Member Switch, Absolutepunk.net, 16 dicembre 2005. URL consultato il 17 aprile 2014.
  11. ^ (EN) Julia Conny, Paramore - 05.25.07, Absolutepunk.net, 25 maggio 2007. URL consultato il 5 aprile 2013.
  12. ^ (EN) Paramore - Riot!, Mibba.com, 11 ottobre 2007. URL consultato il 5 aprile 2013.
  13. ^ (EN) James Montgomery, 'Twilight' Soundtrack To Include Muse, Linkin Park And, Of Course, Robert Pattinson, MTV, 6 ottobre 2008. URL consultato il 5 aprile 2013.
  14. ^ (EN) Nomination MTV Latin America 2008, Sonicaster.com, 15 settembre 2008. URL consultato il 7 maggio 2012.
  15. ^ (EN) Special Announcement!!!, Paramore.net, 16 giugno 2009. URL consultato il 10 agosto 2012.
  16. ^  Ignorance (Official video). YouTube, 18 agosto 2009. URL consultato in data 17 agosto 2009.
  17. ^ (IT) Paramore, oltre a 'brand new eyes' anche un 'unplugged' e un tour europeo, Rockol.it, 24 luglio 2009. URL consultato il 10 dicembre 2011.
  18. ^ (EN) Josh Farro, A note from Josh, Paramore.net, 5 febbraio 2010. URL consultato il 6 febbraio 2010.
  19. ^ (EN) Paramore Feels 'Unified' Heading Into Grammys, Billboard, 31 gennaio 2011. URL consultato il 18 febbraio 2014.
  20. ^ (EN) Adam Samiljan, 2010 Summer Tour EP, Paramore.net, 14 luglio 2010. URL consultato il 20 settembre 2010.
  21. ^ (EN) The Only Exception EP, Paramore.net. URL consultato il 20 settembre 2010.
  22. ^ (EN) Deborah Evans Price, Loretta Lynn Honored by Kid Rock, Paramore on Tribute Album, Billboard, 22 ottobre 2010. URL consultato il 28 marzo 2014.
  23. ^ a b (EN) Announcement, Paramore.net, 18 dicembre 2010. URL consultato il 18 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2013).
  24. ^ a b (EN) James Montgomery, Paramore Confirm Farro Brothers Have Left Band, MTV, 18 dicembre 2010. URL consultato il 18 dicembre 2010.
  25. ^ (EN) Josh Farro, Josh and Zac's Exit Statement, Joshnfarro.blogspot.com, 21 dicembre 2010. URL consultato il 10 aprile 2013.
  26. ^ (EN) Jon Pareles, After Split by Band, a Singer Grows Up, The New York Times, 9 aprile 2013. URL consultato il 10 aprile 2013.
  27. ^ (EN) Zac Farro reveals his brother Josh has 'made peace' with Paramore after his tell-all blog, New Musical Express, 27 settembre 2012. URL consultato il 25 maggio 2014.
  28. ^ (PT) Flavio Seixlack, Após saída de membros, vocalista do Paramore diz que banda vai mostrar no Brasil que ainda consegue fazer ótimo show, Musica.uol.com.br, 30 marzo 2011. URL consultato il 1º aprile 2011.
  29. ^ (IT) Paramore, a breve il via alla scrittura del nuovo album, Rockol.it, 13 dicembre 2010. URL consultato il 7 maggio 2012.
  30. ^ (EN) Taylor York, Favorite rock band at the People's Choice Awards!, Paramore.net, 6 gennaio 2011. URL consultato il 10 gennaio 2011.
  31. ^ (EN) Paramore To Release New Music This Year, Ultimate-guitar.com, 10 gennaio 2011. URL consultato il 13 gennaio 2011.
  32. ^ (EN) Paramore To Release New Music This Summer, Ultimate-guitar.com, 17 febbraio 2011. URL consultato il 30 aprile 2012.
  33. ^ (EN) In the Mourning, Paramore.net, 13 gennaio 2011. URL consultato il 13 gennaio 2011.
  34. ^ (EN) Hayley Williams, @yelyahwilliams status, Twitter, 21 marzo 2011. URL consultato il 22 marzo 2011.
  35. ^ (EN) Paramore In Studio For New Album, Ultimate-guitar.com, 21 marzo 2011. URL consultato il 30 aprile 2012.
  36. ^ a b (IT) I Paramore presentano l’anteprima di "Monster" dalla colonna sonora di "Transformers", Parrotized.it, 27 maggio 2011. URL consultato il 30 aprile 2012.
  37. ^ (EN) Adam Samiljan, Listen to a clip of 'Monster', Paramore.net, 26 maggio 2011. URL consultato il 18 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 27 giugno 2013).
  38. ^ (EN) Paramore to release new album in early 2012, NME, 9 giugno 2011. URL consultato il 30 aprile 2012.
  39. ^ (EN) Adam Samiljan, Paramore Wins At Teen Choice Awards, Paramore.net, 8 agosto 2011. URL consultato il 30 aprile 2012.
  40. ^ (EN) Paramore Singles Club, Paramore.net, 10 ottobre 2011. URL consultato l'11 ottobre 2010.
  41. ^ (EN) Chris Payne, Paramore Offers New Songs Through 'Singles Club', Billboard, 11 ottobre 2011. URL consultato il 5 dicembre 2011.
  42. ^ (EN) Best Live MTV Performances Of 2011, MTV, 13 dicembre 2011. URL consultato il 16 dicembre 2011.
  43. ^ (EN) Hayley Williams, Finally, an update from Paramore, Paramore.net, 18 aprile 2012. URL consultato il 18 aprile 2012.
  44. ^ (IT) Massimo Galanto, Paramore: “Daydreaming nel nuovo album prodotto da Justin Meldal-Johnsen”, Musickr.it, 20 aprile 2012. URL consultato il 30 aprile 2012.
  45. ^ (EN) Hayley Williams, Ladies and Gentlemen, our drummer for the 4th album, Instagram, 29 giugno 2012. URL consultato il 29 giugno 2012.
  46. ^ (EN) Paramore in Belfast & Einburgh!, Paramore.net, 11 maggio 2012. URL consultato il 19 giugno 2012.
  47. ^ (EN) Paramore give Reading And Leeds setlist hints as they play first show for almost a year, NME, 16 agosto 2012. URL consultato il 1º marzo 2013.
  48. ^ (EN) Paramore finish recording their new album, NME, 2 novembre 2012. URL consultato il 6 dicembre 2012.
  49. ^ (EN) 4th Album Announcement, Paramore.net, 6 dicembre 2012. URL consultato il 6 dicembre 2012.
  50. ^ (EN) Now on iTunes January 22nd, Paramore.net, 4 gennaio 2013. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  51. ^ (EN) Adam Samiljan, Paramore Tracklisting, Paramore.net, 18 gennaio 2013. URL consultato il 19 gennaio 2013.
  52. ^ (IT) Nicola Lucchetta, Paramore Il tour mondiale inizia in Asia e Australia, Outune.net, 24 febbraio 2013. URL consultato il 26 marzo 2013.
  53. ^ (EN) Miles McPherson, Might as well put it out there, Twitter, 13 aprile 2013. URL consultato il 13 agosto 2013.
  54. ^ (EN) Kyle Florence, Aaron Gillespie Continuing To Fill In On Drums For Paramore's Upcoming Arena Tour, Underthegunreview.net, 6 ottobre 2013. URL consultato il 9 novembre 2013.
  55. ^  Paramore: Still Into You (LYRIC VIDEO). YouTube, 14 marzo 2013. URL consultato in data 14 marzo 2013.
  56. ^ (EN) Paramore Get Personal On New Single 'Still Into You', MTV, 14 marzo 2013. URL consultato il 19 marzo 2013.
  57. ^ (EN) Live Lounge Paramore, BBC, 3 aprile 2013. URL consultato il 3 aprile 2013.
  58. ^ (EN) Jon Ableson, Paramore Announce "The Holiday Sessions" Record Store Day 7", Alterthepress.com. URL consultato il 29 aprile 2013.
  59. ^ (EN) Keith Caulfield, Paramore Earn First No. 1 Album On Billboard 200, Billboard, 17 aprile 2013. URL consultato il 18 aprile 2013.
  60. ^ (EN) Paramore Album Debuts At #1, Fueled by Ramen, 17 aprile 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  61. ^ (EN) Mid-Year Report 2013: Best Albums, Alternative Press, 27 giugno 2013. URL consultato il 21 luglio 2013.
  62. ^ (EN) 10 Essential albums of 2013, Alternative Press, 4 dicembre 2013. URL consultato l'8 gennaio 2014.
  63. ^ (EN) Thank you to Entertainment Weekly, Facebook, 10 dicembre 2013. URL consultato il 10 dicembre 2013.
  64. ^ (EN) Brian Kraus, Paramore perform “Still Into You” at Teen Choice Awards and win Rock Group title, Alternative Press, 11 agosto 2013. URL consultato il 12 agosto 2013.
  65. ^ (EN) Exclusive music video: Paramore - Daydreaming, MSN, 5 novembre 2013. URL consultato il 6 novembre 2013.
  66. ^ (EN) Gary Trust, John Legend Leads Hot 100, Paramore Hits Top 10, Billboard, 14 maggio 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.
  67. ^ (EN) Jeff Benjamin, All Aboard, Pop-Punk Fans! Paramore Announce 4-Day PARAHOY! Cruise, Fuse TV, 22 agosto 2013. URL consultato il 27 agosto 2013.
  68. ^ (EN) Adam Samiljan, Record Store Day 2014, Paramore.net, 21 marzo 2014. URL consultato il 28 marzo 2014.
  69. ^ (EN) Matt Crane, Fall Out Boy, Paramore expand Monumentour, Alternative Press, 14 aprile 2014. URL consultato il 15 aprile 2014.
  70. ^ (EN) QOTSA say co-headlining Reading & Leeds with Paramore will push both bands to be better, NME, 11 marzo 2014. URL consultato il 14 aprile 2014.
  71. ^ (EN) Brand New Eyes, Rolling Stone, 28 settembre 2009. URL consultato il 10 marzo 2012.
  72. ^ (EN) Familiar With Emo, Intimate With Upbeat, New York Times, 30 novembre 2007. URL consultato il 10 marzo 2012.
  73. ^ Paramore, nº 118, Rock Sound Italia, marzo 2008.
  74. ^ (EN) Talking Shop: Paramore, BBC News, 6 febbraio 2008. URL consultato il 10 marzo 2012.
  75. ^ (EN) Kyle McGovern, Paramore's 'Surreal' Fourth Album Is Finished, Spin, 5 novembre 2012. URL consultato il 3 aprile 2013.
  76. ^ (EN) Terry Bezer, Album: Paramore - Paramore, Trashhits.com, 3 aprile 2013. URL consultato il 6 aprile 2013.
  77. ^ (EN) Claire Louise Sheridan, Album Review: Paramore, Alterthepress.com, 8 aprile 2013. URL consultato il 9 aprile 2013.
  78. ^ (EN) Marc Hogan, Hayley Williams on Love, Haters, and 'Paramore's Soap Opera', Spin, 13 marzo 2013. URL consultato il 7 aprile 2013.
  79. ^ (EN) Brian Mansfield, Listen up album of the week: 'Paramore', USA Today, 10 aprile 2013. URL consultato il 28 aprile 2013.
  80. ^ (EN) James Montgomery, Paramore Go Long, Dig Deep On New Self-Titled Album, MTV, 1º aprile 2013. URL consultato il 4 aprile 2013.
  81. ^ (IT) Davide Turrini, I Paramore tornano in Italia: concerto il 10 settembre all’Estragon, Il Fatto Quotidiano, 8 settembre 2013. URL consultato il 30 settembre 2013.
  82. ^ (EN) 'Paramore' - Paramore Album Release 04/09/13, Strumschool.com. URL consultato il 21 giugno 2013.
  83. ^ (EN) Tony Pascarella, Various Artist - Sound of Superman - Album Review, Absolutepunk.net, 7 ottobre 2006. URL consultato il 21 giugno 2013.
  84. ^ a b c d (EN) Paramore // Songs, Rockband.com. URL consultato il 21 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]