Enrico Vanzina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Enrico Vanzina (Roma, 26 marzo 1949) è uno sceneggiatore e produttore cinematografico italiano.

È il primogenito del regista e sceneggiatore Steno (pseudonimo di Stefano Vanzina) e di Maria Teresa Nati, e fratello maggiore del regista e produttore Carlo Vanzina. Ha frequentato il Lycée Chateaubriand di Roma[1].

Nel 2013 gli è stato attribuito il Premio America della Fondazione Italia USA.

Da circa 25 anni anni è Produttore dei suoi film.

Ha vinto infiniti premi tra i quali una Grolla D’oro, il Premio De Sica, il Premio Flaiano, il Nastro d’Argento, il Premio Charlot, il Premio America, il Telegatto.

Ha inoltre prodotto molti programmi televisivi tra cui la serie I ragazzi della 3C premiata con due Telegatti. Nel 1987 ha vinto il Premio della Critica come Miglior Produttore Televisivo dell’anno con la serie AMORI. Nel 1988 ha scritto e prodotto ANNI 50. Nel 1999 ha scritto e prodotto ANNI 60 e la fortunata serie “UN CICLONE IN FAMIGLIA”.

È stato Consulente Generale e capo della Produzione Penta Film di Mario e Vittorio Cecchi Gori negli anni ‘90 e ‘91.

Ha scritto una commedia teatrale “Bambini cattivi” messa in scena da Giuseppe Patroni Griffi.

Ha pubblicato da Mondadori il libro “Le finte bionde”, “Colazione da Bulgari” da Salerno Editrice, “La vita è buffa” edito da Gremese., “ Commedia all’Italiana” Newton Compton, “ Una famiglia italiana” Mondadori e “Il Gigante Sfregiato” Newton Compton.

Ha collaborato per 5 anni al “Corriere della Sera”.

Da diciassette anni scrive sul “Il Messaggero” dove gli è stata affidata una rubrica settimanale di costume.[senza fonte]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fonte: MYmovies. [1]. Vedi anche un suo intervento sul Corriere della Sera del 2 ottobre 1993. [2]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema