Vacanze di Natale 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vacanze di Natale 2000
Vacanze di Natale 2000.JPG
Una scena del film
Titolo originale Vacanze di Natale 2000
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1999
Durata 110 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Carlo Vanzina,
Soggetto Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
Sceneggiatura Enrico Vanzina, Carlo Vanzina
Produttore Aurelio De Laurentis
Fotografia Gianlorenzo Battaglia
Montaggio Luca Montanari
Musiche Manuel De Sica
Scenografia Tonino Zera
Costumi Daniela Rossi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Me chiamano "Er Cipolla" perché se ve pijo, ve faccio piagne!!! »
(Oscar "Er Cipolla")

Vacanze di Natale 2000 è un film del 1999, diretto dal regista Carlo Vanzina.

Ha un cast molto ricco, che comprende, tra gli altri, la storica coppia formata da Christian De Sica e Massimo Boldi, e le bellezze straniere Megan Gale, nel ruolo di se stessa, e Carmen Electra nel ruolo di Esmeralda.

Trama[modifica | modifica sorgente]

L'avvocato Giovanni Covelli trascorrerà le vacanze di Natale a Cortina d'Ampezzo dove ha acquistato uno chalet in cui organizzerà una grande festa di Capodanno; al suo arrivo però trova un brutta sorpresa: la casa non è ancora finita; ospite dei Covelli sarà la famiglia Colombo, il cui figlio Marco è fidanzato con Giada Covelli. Nel frattempo anche la famiglia Esposito passerà le vacanze a Cortina perché Pasquale Esposito ha vinto 70 miliardi al superenalotto e ha pagato le vacanze a tutta la famiglia. Anche due studenti romagnoli, Paolo e Roberto, passeranno qui le vacanze lavorando come commessi in un negozio; Paolo nota Morena, una giovane parrucchiera, ma al primo approccio non gli si fila. I Covelli sono in grave emergenza perché il tappezziere è in vacanza e manda suo nipote Oscar. Roberto, il giovane studente, mentre scia riesce a conoscere Megan Gale che però sta girando uno spot; intanto arriva a Cortina anche Esmeralda, l'amante di Ettore Colombo e lui le confessa di essere sposato. Paolo per far colpo su Morena dice di chiamarsi Barilla e spaccia Roberto per Roberto Gazzoni, figlio del noto industriale; Morena allora le presenta un'amica per fare un'uscita a due. In sauna Pasquale Esposito conosce Megan Gale e la invita a cena insieme alla sua famiglia per una pizza; intanto a casa Covelli arriva Oscar, il tappezziere. Paolo e Roberto escono a cena con Morena, che si è spacciata per la nipote della contessa Dal Pozzo, e l'amica, che si fa spacciare per una marchesa; ma proprio durante la cena arriva la contessa Dal Pozzo e conversando con Morena e l'amica rivela la loro vera identità; Morena e l'amica qualche giorno dopo notano Paolo e Roberto lavorare in un negozio e capiscono tutto ma fanno finta di niente. Esmeralda conosce Marco, il figlio del suo ex amante Ettore e trova un posto di lavoro come ballerina in discoteca mentre Megan scopre il suo fidanzato baciarsi con un'altra e scappa con Roberto che le offre di dormire nella sua stanza, però Megan fa presto pace con il fidanzato; Morena mette alla prova Paolo che alla fine confessa di essere in realtà un povero studente e lei se ne va indignata. I Covelli vogliono invitare Megan alla festa di capodanno nel loro chalet ma oltre ad avere un disguido con dei mazzi di fiori, Oscar rompe il tubo dell'acqua e quindi rimangono senza riscaldamento; vengono così tutti invitati al rifugio completamente affittato da Pasquale Esposito. Alla fine della festa tutti scendono in slitta fino a valle eccetto Morena, che si rende conto che Paolo è una persona seria e non la vuole prendere in giro, e Megan, che capisce che il suo fidanzato continuerà a tradirla e così lo lascia per Roberto; Marco, che quella sera è stato lasciato da Giada, si fidanzerà con Esmeralda e chiederà come regalo un biglietto per Cuba per andare a trovare la famiglia di Esmeralda. Il film si conclude con Ettore Colombo e Giovanni Covelli che, dopo aver preso in testa un orologio a cucù, inseguono Oscar.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La poesia che Nino D'Angelo recita verso la fine del film è stata scritta dallo stesso attore e cantautore napoletano.
  • All'inizio del film, la Signora Covelli esclama che sono le 19 e che la Cooperativa potrebbe chiudere; inoltre nella stessa scena viene confermato che mancano 3 giorni a Natale: dovrebbe essere buio pesto, ma invece il sole splende.
  • Nella scena in discoteca, er Cipolla (Enzo Salvi) conosce una ragazza di Borca di Cadore, nel dialogo tra i due si capisce che c'è un piccolo refuso nel copione, infatti la ragazza lo chiama Cipolla senza che i due si siano mai presentati.
  • Megan Gale rifiutò di girare nuda la scena della doccia dinanzi a Boldi e De Sica e fu sostituita da una controfigura ad insaputa della stessa modella.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema