Italian Fast Food

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italian Fast Food
Italian Fast Food.JPG
Titoli di testa del film
Titolo originale Italian Fast Food
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1986
Durata 89 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere comico
Regia Lodovico Gasparini
Soggetto Lucio De Caro, Carlo Vanzina, Enrico Vanzina, Steno
Sceneggiatura Lorenzo Beccati, Ezio Greggio, Carlo Vanzina, Enrico Vanzina
Casa di produzione C.G. Silver Film Video 80
Distribuzione (Italia) Columbia Pictures Italia
Fotografia Luigi Kuveiller
Montaggio Raimondo Crociani
Musiche Mariano Detto
Interpreti e personaggi

Italian Fast Food è un film comico del 1986 diretto da Lodovico Gasparini.

Il film in realtà altri non è che il pretesto per mettere assieme alcuni tra i protagonisti della fortunata trasmissione comica anni '80 Drive in. Appaiono infatti Enzo Braschi, i Trettré, Sergio Vastano, Carlo Pistarino e Isaac George.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un moderno fast food milanese (quasi sicuramente il "Wendy's", che ai tempi era in Via Moscova) è frequentato da diversi personaggi: un certo Felice, aspirante manager; un certo Roberto (Enzo Braschi), sbruffone capo riconosciuto dei paninari, in eterna lotta con una banda punk. Poiché i due cuochi si sono dimessi, il direttore, preoccupatissimo dato il ritmo del locale, ingaggia a far polpette un pittore (che da mesi si è installato a sbafo in casa sua) e un altro lavoratore. Ma i due se la prendono calma, mentre tra le ragazze addette al servizio ce n'è una che sogna di fare la diva del cinema e finisce fortunosamente con l'essere assunta su due piedi per un modesto spot pubblicitario (guastato poi da un temporale). Prima dalla mischia conclusiva, che spingerà al commissariato punk e paninari, il buon Gino, l'addetto alle consegne cittadine, riuscirà ad avere una mezza avventura con una temibile ragazza, amica di un teppista.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema