Christian De Sica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Christian De Sica (Roma, 5 gennaio 1951) è un attore, regista e cantante italiano.

Christian De Sica
Christian De Sica nel 2007
Christian De Sica nel 2007
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Periodo di attività 1972 – in attività
Etichetta RCA - Dischi Ricordi - EMI - Rai Trade
Album pubblicati 4
Studio 3
Raccolte 1
Sito web

Figlio del regista Vittorio De Sica e dell'attrice spagnola María Mercader, è attivo sul piccolo e grande schermo fin dagli anni settanta[1]. Nei decenni successivi raggiunge la popolarità grazie alla partecipazione a numerose commedie di successo, in particolare i cosiddetti cinepanettoni, nei quali forma un'affiatata coppia comica con Massimo Boldi, fino al 2005[1].

I primi passi nel mondo del cinema[modifica | modifica wikitesto]

Figlio d'arte, è nato a Roma il 5 gennaio 1951: il fratello è Manuel De Sica, apprezzato compositore di colonne sonore. Christian studia nella capitale ottenendo la maturità classica. Finite le superiori va in Venezuela a lavorare in un albergo ed è proprio lì che muove i primi passi di artista[2]. Si iscrive nel 1970 all'università La Sapienza, senza però terminare gli studi presso la facoltà di Lettere. Inizialmente attratto dalla musica, nel 1973 partecipa al Festival di Sanremo cantando Mondo mio, ma i risultati non proprio soddisfacenti lo convincono a seguire le orme paterne e a dedicarsi al cinema, anche se i primi successi di pubblico li otterrà come comico e intrattenitore televisivo in alcuni varietà della Rai di fine anni settanta, tra cui Bambole, non c'è una lira (1978).

Grazie anche all'aiuto del padre (che gli affida una particina - pur se non accreditata - nel suo Una breve vacanza del 1973), dopo il debutto con Pauline 1880 (1972), diretto da Jean-Louis Bertucelli, riesce a muovere i primi passi nel mondo del cinema con registi come Aldo Lado (La cugina), Pupi Avati (Bordella, 1976; Il figlio più piccolo, 2010) e Salvatore Samperi (Liquirizia, 1979; Casta e pura, 1981), mentre in televisione prende parte al Blaise Pascal (1971) di Rossellini.

Il primo successo e i cinepanettoni[modifica | modifica wikitesto]

Christian De Sica con Carlo Verdone nel film Borotalco (1982), diretto da Verdone

De Sica già era divenuto abbastanza noto grazie alla collaborazione con Carlo Verdone nei film Borotalco (1982) e in un cameo di Acqua e sapone (1983); tuttavia diventa protagonista per la prima volta in Sapore di mare, diretto da Carlo Vanzina, assieme a Jerry Calà e Marina Suma. Il film esce nel 1983 e il successo al botteghino è notevole, ma lo è ancora di più quando De Sica riceve sempre il ruolo di primo attore, sempre al fianco di Calà e anche di un giovane Claudio Amendola in Vacanze di Natale, primo cinepanettone da lui interpretato, sempre diretto da Vanzina. Il film, prodotto da Luigi e Aurelio De Laurentiis uscì nell'inverno del 1983.

Da allora Christian De Sica è stato sempre chiamato per interpretare il protagonista di cinepanettoni e film di tema simile. A quei tempi si era distinto per la sua notevole capacità un certo Neri Parenti il quale, firmato un contratto con la Filmauro, ingaggiò De Sica, Massimo Boldi, che diventerà la sua spalla comica fino alla rottura definitiva nel 2006, e Paolo Villaggio, col quale dirigerà quasi tutte le pellicole della saga di Fantozzi. Da ricordare sono i cinepanettoni Vacanze di Natale '95 (1995), Natale sul Nilo (2002), Christmas in Love (2004) e Natale a Miami (2005).

Negli anni novanta i cinepanettoni furono girati solo all'inizio, alla metà e alla fine del decennio, ovvero nel 1990 (ad eccezione di Vacanze di Natale '91, girato appunto nel 1991), 1995 e nella fine del 1999 per il nuovo millennio. Infatti negli altri anni De Sica girava altri film sempre di genere comico e grossolano con il regista Vanzina, sempre in coppia con Boldi. Solo dall'inizio del 2000 la coppia iniziò con Neri Parenti a girare solo cinepanettoni i quali riportano infatti il titolo che inizia con la parola "Natale a...". La serie dei cinepanettoni per De Sica continua anche dopo la rottura con Boldi interrompendosi definitivamente con Vacanze di Natale a Cortina, girato nel 2011.

Nel 2010 interpreta il ruolo di un ispettore di polizia nel film The Tourist diretto da Florian Henckel von Donnersmarck. Il parallelismo tra The Tourist e i cinepanettoni tipici di De Sica viene fatto notare dal sito italiano di Mymovies.it.[3]

Oltre a ruoli comici, De Sica si è distinto per le interpretazioni in ruoli drammatici, come ne Il figlio più piccolo (2008) di Pupi Avati.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È sposato con Silvia Verdone, sorella di Carlo, dalla quale ha avuto due figli: Brando e Maria Rosa. È stato nominato cittadino onorario dell'isola di Capri. È nipote dell’agente segreto Ramón Mercader, assassino del rivoluzionario bolscevico Lev Trockij. È simpatizzante della S.S. Lazio, pur non essendo un grande appassionato di calcio.

Carriera di regista[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1990 Christian De Sica è anche regista: il suo esordio avviene con Faccione, da lui scritto e diretto "su misura" per Nadia Rinaldi. Nel 1991 dirige e interpreta Il conte Max, omaggio al cinema del padre e di Mario Camerini da lui interpretato con Ornella Muti, Anita Ekberg e la mamma María Mercader. De Sica prosegue come regista di sé stesso in Ricky e Barabba (1992), Uomini uomini uomini (1995), 3 (1996), Simpatici e antipatici (1998) e The Clan (2005).

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Christian De Sica nel 2006

David di Donatello[modifica | modifica wikitesto]

Nastro d'Argento[modifica | modifica wikitesto]

Telegatto[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007: Miglior attore

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Un americano a Parigi (2000 - 2001 - 2002)
  • Parlami di me (2007 - 2008)
  • Cinecittà (2014)

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Christian De Sica - Enciclopedia Treccani - Consultato il 3 novembre 2012
  2. ^ Enrico Mentana, Matrix, Canale 5, 5 agosto 2008.
  3. ^ The Tourist - MYmovies

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 163715776 LCCN: nr2001000454