Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me
Eccezzziunale veramente 2.png
Titoli di testa del film
Paese di produzione Italia
Anno 2006
Durata 108 min
Colore colore
Audio stereo
Rapporto 2,35:1
Genere commedia
Regia Carlo Vanzina
Soggetto Carlo Vanzina, Enrico Vanzina e Diego Abatantuono
Sceneggiatura Carlo Vanzina, Enrico Vanzina e Diego Abatantuono
Produttore Alessandro Fracassi
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Claudio Zamarion
Montaggio Raimondo Crociani
Musiche Federico De Robertis
Scenografia Rita Rabassini
Costumi Patrizia Chericoni, Florence Emir
Trucco Alessandra Venzi
Interpreti e personaggi

Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me è un film del 2006 diretto da Carlo Vanzina, con Diego Abatantuono, Ugo Conti e Sabrina Ferilli.

È il sequel del film Eccezzziunale... veramente del 1982, diretto dallo stesso Vanzina.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Donato Cavallo, il RAS della Fossa, si trova da circa venti anni a Ibiza, dove convive con la proprietaria di un ristorante. Tornato a Milano, scopre che i suoi familiari sono tornati a Bisceglie, e di avere un figlio interista in quanto la sua ex fidanzata Ginevra, abbandonata all'inizio della gravidanza, si è messa insieme a Sandrino il Mazzulatore, suo acerrimo avversario e tifosissimo dell'Inter: per riavvicinarsi al figlio, Donato fingerà inizialmente di volersi associare al locale club interista, ma la sua fede rossonera emergerà con prepotenza.

Franco Alfano, padrone di un bar di interisti pieno di debiti, a causa di uno scambio di valigie si ritrova centocinquantamila euro che utilizza per saldare i creditori. Non sa che i soldi appartenevano ai fratelli Calì, un gruppo di mafiosi. Prelevato dal picciotto Turi e condotto fino a Palermo, per riscattarsi gli viene chiesto di uccidere una persona.

Il camionista juventino Felice La Pezza, detto Tirzan, si risveglia dal coma dopo quindici anni, ma privo di memoria deve fare i conti con Beniamino, il nuovo "inquilino" che abita in casa sua e con sua moglie Nunzia che, peggio di tutto il resto, tifa Napoli.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film, prodotto da Alessandro Fracassi, è diviso in tre episodi.

Le riprese si sono svolte a Palermo, Milano, in Svizzera, in Salento e a Ibiza.[1], e sono iniziate il 5 settembre 2005.

L'episodio in Puglia è stato girato principalmente nel borgo antico di Specchia, con esterni nella piazza del Popolo e interni nei palazzi della zona. Altre scene ambientate nei vicini comuni di: Vaste (piazza Sante), Poggiardo (piazze Umberto I e Giovanni Paolo II) e Gallipoli (tutti in Provincia di Lecce).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me è stato distribuito nei cinema da 01 Distribution il 20 gennaio 2006.[2]

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Nel primo weekend in Italia, il film ha avuto un incasso record di 3.016.000 euro. In totale il film ha incassato in Italia la cifra di 6.909.000 euro.[3]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Del cast del film precedente, oltre al protagonista è presente solo l'attore Ugo Conti.
  • Il ruolo di "Sandrino il mazzulatore" che in questa pellicola è interpretato da Stefano Chiodaroli, nel film precedente era interpretato dall'attore Renato D'Amore (doppiato però da Luigi Montini).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ A Specchia le riprese “Ecceziunale veramente - Capitolo secondo... me”, Specchia.it, 17 gennaio 2006. URL consultato il 9 gennaio 2012.
  2. ^ Chiara Ugolini, Eccezzziunale... veramente 2, torna il tifoso Abatantuono in la Repubblica.it, 23 giugno 2005. URL consultato il 9 gennaio 2012.
  3. ^ Eccezzziunale veramente - Capitolo secondo... me, MYmovies. URL consultato il 9 gennaio 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]