Empire State Building

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 40°44′54.3″N 73°59′09″W / 40.748417°N 73.985833°W40.748417; -73.985833

Empire State Building
Empire State Bldg 03.jpg
Ubicazione
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Località New York
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 1929-1931
Inaugurazione 1º maggio 1931
Altezza Antenna/guglia: 443,2 m
Tetto: 381 m
Piani 102 (86 disponibili)
Area calpestabile 254,000 m² acquistabili (2007)
Ascensori 73
Realizzazione
Architetto William F. Lamb di Shreve, Lamb and Harmon
Costruttore Starrett Brothers and Eken
 

L'Empire State Building è un grattacielo della città di New York, situato nel quartiere Midtown del distretto di Manhattan, all'angolo tra la Fifth Avenue la West 34th Street. Con i suoi 381 metri di altezza (443,2 metri se si considera anche l'antenna televisiva sulla sua cima), è stato il grattacielo più alto del mondo fra il 1931 (anno del suo completamento) ed il 1973, quando furono inaugurate le Torri Gemelle del World Trade Center.

In seguito al crollo delle Torri Gemelle negli attentati terroristici dell'11 settembre 2001, è tornato ad essere l'edificio più alto della città ed il terzo più alto degli Stati Uniti (dopo la Willis Tower e la Trump International Hotel and Tower di Chicago), fino al 30 aprile 2012 giorno in cui il cantiere della Freedom Tower l'ha superato di 8 metri.

È stato proposto come una delle Sette meraviglie del mondo moderno.

Storia e statistiche[modifica | modifica sorgente]

Progettato in stile Art Deco dagli architetti Lamb e Harmon, l'Empire State Building fu iniziato nel 1930 e completato con una certa fretta (per esattezza in soli 14 mesi), anche allo scopo di togliere all'elegante Chrysler Building il titolo di edificio più alto del mondo. Inaugurato il 1º maggio 1931, esso ha 102 piani (per una superficie complessiva di 204.385 metri quadrati) serviti da 73 ascensori e che ricevono luce da 6500 finestre. Il suo peso è stimato in 275.000 t.

Nel periodo immediatamente successivo alla sua costruzione, in piena grande depressione, gli uffici erano quasi interamente vuoti e la sera le luci venivano accese appositamente per evitare che ciò si capisse: questa situazione iniziale valse al grattacielo il nomignolo di Empty State Building.

Poco sotto la sua cima esiste un osservatorio che offre una notevole vista sulla città sottostante e che è un'importante meta turistica. La cima stessa è generalmente illuminata con colori che corrispondono alle varie ricorrenze (ad es., dopo gli attentati del settembre 2001 le luci sono rimaste a lungo dei colori della bandiera americana).

Nel 1945 l'Empire State Building fu coinvolto in un incidente aereo, quando un bombardiere B-25 Mitchell si schiantò accidentalmente sul suo lato nord, fra il settantottesimo e il settantanovesimo piano, uccidendo 14 persone.

Negli anni cinquanta sulla sua cima fu aggiunta l'antenna per le trasmissioni televisive, alta oltre 50 metri.

Nel 1994 fu scalato a mani nude dal francese Alain Robert, soprannominato Spiderman.

Utilizzi curiosi[modifica | modifica sorgente]

Hall dell'Empire State Building

Come evidenziato dalla costruzione dell'antenna televisiva sulla sua cima, l'Empire State Building è un perfetto punto di trasmissione per le stazioni radiotelevisive di New York, tanto che diversi dei suoi ultimi piani sono occupati da studi televisivi.

Nel 1995 e nel 1998, rispettivamente per gli 80 anni e per la morte di Frank Sinatra, tutte le luci del grattacielo assunsero il colore blu, in omaggio al colore degli occhi del leggendario cantante. Accendere tuttavia le luci del grattacielo è diventato ormai da vari anni un'usanza. Per il Columbus Day, ad esempio, l'Empire State Building viene illuminato coi colori del tricolore italiano mentre nel periodo natalizio assume la caratteristica colorazione rosso - verde.

Il grattacielo è stato fotografato e messo come copertina in Standing on the Shoulder of Giants (2000), il quinto album della band inglese Oasis.

Nel 2001, per la morte di Joey Ramone, il cantante dei Ramones, l'Empire è stato illuminato con i colori della bandiera americana.

Dal tetto del grattacielo è possibile osservare il territorio di quattro stati vicini: New Jersey, Connecticut, Pennsylvania e Massachusetts.

Il 24 giugno 2011, quando è stata approvata anche nello Stato di New York la legge che legalizzava i Matrimoni Gay, l'Empire State Building è stato illuminato con i colori della bandiera rainbow, simbolo della comunità LGBT.

Il 7 novembre 2012 l’Empire State Building si tinge di blu. Il grattacielo simbolo di New York, che in attesa dei risultati delle elezioni presidenziali americane era illuminato con i colori dei due partiti, è diventato blu (colore del Partito Democratico) appena la vittoria di Obama è apparsa certa.

Panorama[modifica | modifica sorgente]


360°-Panorama, Manhattan, dall'Empire State Building

360°-Panorama


Filmografia[modifica | modifica sorgente]

La locandina del film King Kong del 1933, in cui King Kong sta sull'Empire State Building

Il cinema ha grandemente contribuito alla sua fama, ambientandovi scene di diverse pellicole: si ricorda in particolare il finale del noto film del 1933 King Kong, in cui il gigantesco gorilla viene ucciso dal fuoco degli aerei proprio in cima al grattacielo di Manhattan.

Tra gli esempi più importanti della filmografia dell'Empire State Building troviamo:

Cinema[modifica | modifica sorgente]
Televisione[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Edificio più alto del mondo Successore
Chrysler Building 1931-1972 Torri Gemelle del WTC