White Collar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
White Collar
White Collar Sigla 2.jpeg
Immagine tratta dalla sigla della serie televisiva
Titolo originale White Collar
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2009-2014
Formato serie TV
Genere poliziesco, commedia, drammatico
Stagioni 6
Episodi 81
Durata 45 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Risoluzione 1080i
Colore colore
Audio Dolby Digital 5.1
Crediti
Ideatore Jeff Eastin
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Produttore esecutivo Jeff Eastin
Casa di produzione Fox Television Studios
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 23 ottobre 2009
Al 18 dicembre 2014
Rete televisiva USA Network
Prima TV in italiano (gratuita)
Dal 28 luglio 2011
Al in corso
Rete televisiva Italia 1 (st. 1-3; 5+)
Top Crime (st. 4)
Prima TV in italiano (pay TV)
Dal 8 aprile 2010
Al in corso
Rete televisiva Fox Crime (st. 1)
Fox (st. 2+)
(EN)

« To solve the hardest crimes, hire the smartest criminal. »

(IT)

« Per risolvere i crimini peggiori, serve il criminale migliore.[1] »

(Tagline della serie televisiva[2])

White Collar è una serie televisiva statunitense trasmessa dal 2009 al 2014 sulla rete USA Network.

Creato da Jeff Eastin, lo show vede protagonisti Matt Bomer e Tim DeKay, e narra le vicende di Neal Caffrey, un giovane genio della truffa che si ritrova a lavorare come consulente per l'agente dell'FBI Peter Burke.

In Italia la serie ha debuttato in prima visione satellitare su Fox Crime, e dalla seconda stagione viene trasmessa da Fox; in chiaro le prime tre stagioni sono state trasmesse da Italia 1 dal 2011,[3] mentre dalla quarta stagione viene trasmessa da Top Crime mentre la sesta e ultima stagione andrà in onda prossimamente su Fox.

La messa in onda in lingua italiana della prima stagione è avvenuta col titolo White Collar - Fascino criminale, mentre dalla seconda stagione lo show viene trasmesso in italiano col solo titolo originale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New York. Neal Caffrey è un giovane e affascinante mago della truffa, geniale e spavaldo. Peter Burke è invece un esperto agente dell'FBI che fa parte della sezione White Collar Crime Unit, una divisione dell'agenzia che si occupa di crimini non violenti, quali truffe, frodi, falsificazioni e furti d'arte, perpetrati per la massima parte da persone di stato sociale medio alto e spesso nell'ambito della loro professione.

I due sono agli antipodi, ma non potrebbero conoscersi meglio: infatti, dopo anni di indagini e inseguimenti, l'agente federale Burke è stato l'unico capace di catturare faticosamente Caffrey e consegnarlo alla giustizia. Pur di non rimanere in prigione, Neal si offre come consulente a Peter per aiutare l'FBI nei suoi casi irrisolti, chiedendo come ricompensa la libertà. Sulle prime l'agente rifiuta, poi però capisce che l'esperienza di Caffrey nel settore potrebbe rivelarsi molto preziosa per risolvere le indagini della sua divisione.

Neal ottiene così il rilascio sotto la custodia di Burke e, pur tra alti e bassi, la loro partnership funziona così bene che Neal viene presto confermato come consulente fisso dell'FBI. Il ragazzo trova però difficile adattarsi al suo nuovo ruolo dall'altra parte della barricata, rischiando spesso di ricadere nelle vecchie abitudini; allo stesso modo, pur concedendogli molto credito, Peter non riesce mai a nutrire piena fiducia nell'operato di Caffrey, mostrandosi spesso sospettoso e prevenuto nei suoi confronti. La semilibertà ottenuta è indispensabile a Neal per scoprire dove sia finita Kate, la donna di cui è innamorato, che dopo un ultimo colloquio in carcere è misteriosamente scomparsa.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il successo della prima stagione da 14 episodi, White Collar è stata rinnovata prima per una seconda stagione,[4] a cui è poi seguita la conferma per una terza[5] e una quarta stagione,[6] tutte da 16 episodi; il rinnovo per una quinta stagione, inizialmente prevista anch'essa da 16 episodi,[7] ha visto poi il numero degli episodi scendere a 13,[8] e ha esordito negli Stati Uniti il 17 ottobre 2013.[9] Il 21 marzo 2014 USA Network ha rinnovato la serie per una sesta e ultima stagione di sei episodi.[10]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 14 2009-2010 2010
Seconda stagione 16 2010-2011 2011
Terza stagione 16 2011-2012 2012
Quarta stagione 16 2012-2013 2013
Quinta stagione 13 2013-2014 2014
Sesta stagione 6 2014 2015

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Neal Caffrey (stagioni 1-6), interpretato da Matt Bomer, doppiato da Marco Vivio.
    È un abilissimo e geniale truffatore. Dopo anni è stato finalmente catturato dall'agente Peter Burke e incarcerato, ma dopo che la sua ragazza Kate inaspettatamente lo lascia, decide di evadere per tornare da lei. Purtroppo per lui, Kate ha fatto perdere le sue tracce, e così viene subito riacciuffato da Burke. Per non tornare dietro le sbarre, Caffrey propone a Burke di aiutarlo nelle sue indagini in cambio della libertà, e così Neal diventa un consulente dell'FBI riguardo crimini legati a furti, truffe e falsificazioni (anche se viene sempre tenuto sotto controllo attraverso il braccialetto elettronico, che gli è stato applicato alla caviglia). Decisamente affascinante, Neal è un giovane ragazzo amante della bella vita, che ama vestire con abiti sartoriali e apprezzare il buon vino, oltre che appassionato di arte, storia e opera. Dotato di un forte carisma, subito dopo essere uscito dal carcere entra nelle grazie di June (Diahann Carroll), una ricca vedova che lo ha accolto come un figlio nella sua lussuosa casa; qui si ritrova spesso a lavorare, insieme all'amico Mozzie, sui casi dell'FBI o su altre questioni riguardanti la sua vita privata. Dopo la morte di Kate sul finale della prima stagione, va alla caccia di chi ha fatto esplodere l'aereo in cui si sarebbe dovuto imbarcare con lei, alla fine della seconda stagione scopre essere stato Vincent Adler, a detta dello stesso Neal "l'uomo che mi ha fatto diventare ciò che sono". Nella terza stagione, dopo che Mozzie ha rubato il "Tesoro del sottomarino", inizia un'autentica caccia all'uomo con Peter che indaga su Neal e Neal che fa altrettanto, quando tutto sembra esser finalmente concluso a favore di Neal, ecco che l'agente Kramer interviene minacciando di portarlo a Washington, Neal ha paura e, dopo aver ricevuto il segnale da Peter, scappa a Capo Verde. Nella quarta stagione torna a New York grazie all'aiuto di Peter, e si mette sulle tracce dei poliziotti corrotti nell'unità di suo padre dato per morto da anni, grazie a un'amica di famiglia nonché ex-partner del padre, Ellen Parker, interpretata da Judith Ivey, fino a scoprire un segreto malcelato di menzogne e corruzione. Nella quinta stagione, dopo aver collaborato alla cattura della criminale Rachel Turner, Neal fa domanda affinché la sua condanna sia ritirata. La richiesta, purtroppo, non viene accolta, e nel finale di stagione Neal viene rapito da degli uomini che distruggono la sua cavigliera, rendendolo irrintracciabile.
  • Peter Burke (stagioni 1-6), interpretato da Tim DeKay, doppiato da Antonio Sanna.
    È un agente della sezione White Collar Crime Unit dell'FBI di New York. Burke è uno degli elementi più esperti dell'Agenzia nel campo dei cosiddetti crimini finanziari, in virtù di ciò accetta l'accordo di Neal come collaboratore dell'FBI in un regime di semilibertà, avvalendosi così del suo aiuto nelle sue indagini e talvolta anche nella vita privata, dove Neal lo aiuta a tenere vivo il rapporto con la moglie Elizabeth. Col tempo il legame lavorativo tra Peter e Neal si smussa e seppur regni una sottile diffidenza tra i due, diventa una vera e propria amicizia. Per quanto Peter voglia bene a Neal, è sempre in all'erta perché sa che prima o poi accadrà qualcosa di pericoloso, dall'omicidio di Kate, passando per la ricerca del Carillon, alle indagini per scoprire chi avesse ucciso Kate, fino al "tesoro del sottomarino" che scoprirà esser sempre stato nelle mani di Neal.
  • Mozzie (stagioni 1-6), interpretato da Willie Garson, doppiato da Sandro Acerbo.
    È un piccolo truffatore, amico di Neal. Mozzie, in passato noto come Il Dentista di Detroit, è un modesto e innocuo falsario, ma dai molteplici contatti e dalle apparentemente infinite risorse, e proprio per questo è di aiuto a Neal sia nelle sue indagini con Peter che in quelle per scoprire dove sia finita Kate. Orgoglioso del suo essere un criminale, Mozzie mal sopporta l'FBI e il fatto che il suo amico Neal sia costretto a lavorarvi, odiando tutto ciò che riguarda la burocrazia, il controllo delle masse, in poche parole il Sistema; Peter dal canto suo lo considera un individuo eccentrico e un po' fuori di testa, ma tutto sommato innocuo, e ben presto anche lui inizia a ricorrere alle sue "dritte" per cercare di risolvere qualche crimine. Il suo vero nome è Teddy Winters.
  • Elizabeth Burke (stagioni 1-6), interpretata da Tiffani Thiessen, doppiata da Eleonora De Angelis.
    È la moglie di Peter. Sposata con lui da dieci anni, con il tempo Elizabeth ha imparato a "sopportare" le assenze del marito per via del suo lavoro. Nonostante sia un'organizzatrice di eventi e non abbia quindi troppa dimestichezza con il mondo delle indagini, spesso si ritrova a discutere con Peter e con Neal dei casi di turno, e sovente riesce a dare una mano al marito. A differenza di Peter, ha subito preso in simpatia Neal.
  • Lauren Cruz (stagione 1), interpretata da Natalie Morales, doppiata da Rossella Acerbo.
    È una giovane agente del team di Burke. A dispetto dell'età, conosce molto bene Caffrey, dato che è stato l'oggetto della sua tesi di laurea. Neal fa esplicitamente capire più volte di trovarla affascinante, e lei stessa sembra avere una cotta per Neal, visto che in più occasioni si dimostra gelosa di lui quando una donna lo corteggia o viene da lui corteggiata.
  • Diana Berrigan (stagioni 2-6, ricorrente 1), interpretata da Marsha Thomason, doppiata da Laura Facchin.
    È l'agente apprendista di Peter, in pratica la sua vice. È presente nell'episodio pilota (dove viene accreditata come Diana Lancing), ma in seguito viene subito riassegnata a Washington e sostituita dall'agente Lauren Cruz. Richiamata a New York da Burke, ritorna in pianta stabile nella sezione White Collar Crime Unit a partire dalla seconda stagione. Nonostante Neal la trovi molto carina, Diana è dichiaratamente lesbica, e quindi insensibile al suo fascino. Nella quinta stagione rimane incinta, e con l'aiuto di Mozzie partorisce un maschietto, a cui darà il nome di Theo.
  • Clinton Jones (stagioni 4-6, ricorrente 1-3), interpretato da Sharif Atkins, doppiato da Roberto Gammino.
    È un'agente del team di Burke che svolge i più svariati compiti, compreso quello di sorvegliare Neal ed evitare una sua fuga. Anche lui, come Diana Lancing, entra stabilmente nella sezione White Collar Crime Unit dalla seconda stagione. È molto fedele a Peter e, come tanti altri in ufficio, è sempre pronto a sostenerlo ciecamente. Insieme a Diana è l'agente di cui Burke si fida di più. Ha un buon rapporto con Neal, di lui lo divertono soprattutto le occasioni in cui sminuisce le conoscenze di coloro che deve tenere sotto controllo quando Caffrey è sotto copertura, nonché vedere il suo successo con l'altro sesso.
  • Sara Ellis (stagione 3,[11] ricorrente 2 e 4), interpretata da Hilarie Burton, doppiata da Tiziana Avarista.
    È un'investigatrice di una compagnia assicurativa, che in passato ha testimoniato contro Neal in un processo. Inizialmente intenzionata a riacciuffarlo e a riportarlo in prigione, col tempo inizia ad appassionarsi al mondo di Neal, scoprendo di divertirsi molto a lavorare con lui al punto da innamorarsi di lui nel corso della terza stagione. La loro relazione amorosa s'interromperà quando scoprirà che Neal ha il "tesoro del sottomarino", e pensava di fuggire all'estero, rimarranno comunque amici. Sara è una donna energica e capace, ma anche tranquilla e serena quando non lavora, sa maneggiare abilmente la pistola e anche le armi non da fuoco, e ha sempre la risposta pronta.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Kate Moreau (stagione 1), interpretata da Alexandra Daddario, doppiata da Alessia Amendola.
    È la ragazza di Neal, la quale è misteriosamente fuggita facendo perdere le sue tracce. Si scopre che per quanto volesse bene a Neal, il suo fine ultimo era quello di manipolarlo per ottenere una parte di ciò che Adler chiedeva. Muore nel finale della prima stagione, al posto di Neal in un attentato di cui doveva essere la vittima.
  • Alex Hunter (stagioni 1-4), interpretata da Gloria Votsis.
    È la ex ragazza di Neal, un'affascinante ladra e ricettatrice, per cui lui prova ancora una forte attrazione. È una ragazza selvaggia, astuta e caparbia. La loro rottura non è mai stata davvero chiara, ma i due hanno un ottimo rapporto, contorniato da una certa ambiguità dovuta all'ancora presente attrazione reciproca, mai sopita (ogni qual volta che lei se ne va i due si baciano). È l'unica donna che sa tenerlo alle corde e che è capace di raggirarlo senza farsi fermare. Tuttavia, entrambi tengono molto l'uno all'altra e mettono sempre l'altro di fronte a una possibilità di guadagno personale, anche notevole. Ha imparato a fare gli origami da Neal e usa quelli a forma di fiore per comunicare con lui, è un'ottima borseggiatrice, anche se non è al livello di Neal perché, a detta del protagonista, punta troppo il bersaglio. Alex non ha mai nascosto l'infatuazione mai sopita per Neal, tanto che al termine della seconda stagione lo descrive come un "qualcosa di meraviglioso, ma irraggiungibile". I problemi tra loro non sono mancati, la mancanza di fiducia a causa dell'abilità di entrambi nel mentire (aggravata dal fatto che Neal è consulente dell'FBI e, come se non bastasse, ha anche imparato ad amare quel lavoro e lo continuerebbe una volta conclusa la sua custodia) e, a volte, l'assenza in alcuni momenti in cui l'altro avrebbe avuto bisogno di conforto (lui non l'andò a trovare quando era ferita in ospedale anni prima, lei non lo andò a trovare in prigione per tutto il tempo della sua condanna). Tuttavia, il loro continuare nell'incontrarsi e dimostrare forte attrattiva reciproca incoraggia i molti fan di questa possibile coppia a sperare.
  • Garrett Fowler (stagioni 1-2), interpretato da Noah Emmerich, doppiato da Fabrizio Pucci.
    È un agente della divisione OPR (Office of Professional Responsibility) del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, arrivato a New York per indagare su Caffrey, agente scaltro e poco raccomandabile che si scopre essere l'ennesima vittima di questa vicenda, è infatti il burattino di Adler che ha cercato d'incastrare Neal per il furto del Diamante rosa in cambio della sua libertà a seguito di uno scandalo che lo vedeva implicato nell'uccisione dell'assassino di sua moglie. Fowler torna nella seconda stagione svelando chi fosse il mediatore dell'intera operazione, tale Julian Larssen, interpretato da Paul Blackthorne, un mercenario ingaggiato da Adler.
  • Reese Hughes (stagioni 1-4), interpretato da James Rebhorn, doppiato da Sandro Iovino.
    È il capo della sezione White Collar Crime Unit dell'FBI di New York, in pratica il capo di Burke. Si fida ciecamente di Peter, e con il tempo arriva anche a fidarsi di Neal, tanto da non biasimare Peter se lo vuole proteggere e impedire che Neal venga trovato.
  • June Ellington (stagioni 1-6), interpretata da Diahann Carroll, doppiata da Rita Savagnone.
    È la ricca signora che ospita Neal nel suo lussuoso attico di Manhattan. È una donna molto gentile, quasi materna nei confronti di Neal. Il suo defunto marito, Byron, era un truffatore molto abile, simile a Neal in molti tratti caratteriali, motivo importante dell'ottimo rapporto con quest'ultimo. È una brava cantante e anche giocatrice di poker, inoltre conosce discretamente tutte le basi del furto e della truffa.
  • Matthew Keller (stagioni 1-5), interpretato da Ross McCall, doppiato da Corrado Conforti.
    Soprannominato da Peter "l'anti-Caffrey", è un criminale come il protagonista, ma al contrario di Neal, Keller è malvagio, molto scaltro, sempre una mossa davanti agli altri, non si fa molti scrupoli nell'uccidere qualcuno (durante un colpo con un socio e Neal, il terzo uomo, durante la fuga, disse di non trovare il proprio passaporto e iniziò a frugarsi nelle tasche, era su quella posteriore, ma ancora prima di poterlo trovare Keller gli sparò in testa). È, appunto, per questa sua caratteristica che il rapporto lavorativo fra i due è terminato, ma non è sempre stato così, una volta Keller e Neal erano buoni compagni, si coprivano le spalle a vicenda e Keller era uguale a Neal, finché un giorno, non si sa perché, cambiò e divenne pronto a tutto. Ha una capacità di prevedere le mosse altrui e di manipolare le persone eccezionale, è stato capace di sfruttare l'FBI più volte a proprio vantaggio per ripagare un fantomantico prestito a sei cifre alla mafia russa, ingaggiando un duello all'ultima bottiglia contraffatta con Neal nella prima stagione, rapendo Peter nella seconda stagione come diversivo per la fuga, e poi Elizabeth chiedendo in cambio il "tesoro del sottomarino" nella terza. Tutti i suoi tentativi falliscono miseramente, sul finire della terza stagione paga il suo debito a sei cifre consegnando "il tesoro del sottomarino" alle autorità russe in cambio della sua vita.
  • Vincent Adler (stagione 2), interpretato da Andrew McCarthy.
    È un ricco e losco uomo d'affari legato al passato di Neal e Kate. L'uomo ha insegnato a Neal il suo stile di vita e a godere del piacere delle belle cose. Lavorando per lui, Neal ha conosciuto Kate, che era la sua segretaria. Adler scomparve misteriosamente dopo aver messo in atto uno schema Ponzi da un miliardo di dollari. È il responsabile della morte di Kate. Viene ucciso da Peter mentre sta per sparare a Neal.
  • Philip Kramer (stagione 3), interpretato da Beau Bridges.
    È stato l'istruttore di Peter negli anni del suo addestramento a Quantico, diventando poi il suo mentore. Lavora nella Art Crimes Unit dell'FBI a Washington, e come Neal è un grande esperto d'arte. A differenza di Peter, Kramer non è convinto dei buoni propositi di Neal, ed è in cerca di prove di reati pregressi per incastrarlo. Il suo obiettivo è far condannare Neal per poterlo trasferire a tempo indeterminato a Washington a lavorare nella sua unità, sotto il suo stretto controllo, non riuscirà nell'intento grazie a uno stratagemma ideato da Neal, Sara e la Sterling Bosch, Kramer però non si fa scrupoli e riesce a incastrare Neal il quale, resosi conto del pericolo, fugge a gambe levate con Mozzie.
  • Ellen Parker (stagioni 3-4), interpretata da Judith Ivey.
    È un membro del programma protezione testimoni. IN passato era una poliziotta in servizio nel NYPD. Conosce Neal da quando era bambino, poiché lavorava con suo padre.
  • Samuel Phelps/James Bennett (stagione 4), interpretato da Treat Williams, doppiato da Carlo Valli.
    È un ex collega del padre di Neal e di Ellen. Si scoprirà poi essere il vero padre di Neal e aiuterà lui e Peter a trovare gli assassini di Ellen. Nel finale della quarta stagione uccide il senatore corrotto Terrence Pratt, ma la colpa ricade su Peter.
  • Amanda Callaway (stagione 4), interpretata da Emily Procter, doppiata da Anna Rita Pasanisi.
  • Rachel Turner/Rebecca Lowe (stagioni 5-6), interpretata da Bridget Regan, doppiata da Laura Lenghi.
    Bibliotecaria del museo Gershon, si dimostra particolarmente attratta da Neal. Viene licenziata a causa del furto di un dipinto dal museo. Dopo aver iniziato una relazione con Neal, i due iniziano a lavorare sul Codice Mosconi, un manoscritto che contiene istruzioni codificate per arrivare al luogo dove si trova il gemello del Diamante della Speranza. Si scopre, però, che è proprio Rebecca l'assassina del nuovo supervisore di Neal, David Siegel, e del truffatore Curtis Hagen. Si scopre anche che il suo vero nome è Rachel Turner. Con l'aiuto di Neal, l'FBI la cattura, ma questa evade quasi uccidendo una guardia carceraria. Nel finale di stagione avvelena Mozzie e chiede, in cambio dell'antidoto, il Diamante della Speranza. Neal riesce però a ingannarla consegnandole un mattoncino al posto del gioiello: poco dopo, Rachel viene nuovamente catturata. Torna all'inizio della sesta stagione, dando informazioni a Neal su chi lo abbia rapito e si suicida mentre sta tornando in prigione, sapendo che lui non l'avrebbe mai voluta come compagna.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^  White Collar - Fascino criminale, a 0:00:18. fox.it. URL consultato in data 17 giugno 2011.
  2. ^ (EN) "White Collar" poster, movieposterdb.com. URL consultato il 19 settembre 2011.
  3. ^ White Collar: il truffatore dal cuore d'oro arriva su Italia 1 in tvblog.it, 28 luglio 2011. URL consultato il 6 ottobre 2011.
  4. ^ (EN) Entertaining ‘White Collar’ Returns For Second Season in hollywoodchicago.com, 13 luglio 2010. URL consultato il 18 luglio 2010.
  5. ^ (EN) James Hibberd, USA renews "Royal Pains," "White Collar" and "Psych' in reuters.com, 27 settembre 2010. URL consultato il 10 settembre 2011.
  6. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, White Collar Nabs Season 4 Renewal in tvline.com, 25 agosto 2011. URL consultato il 10 settembre 2011.
  7. ^ (EN) Nellie Andreeva, USA’s ‘Royal Pains’, ‘White Collar’ & ‘Covert Affairs’ Renewed in deadline.com, 2 settembre 2012. URL consultato il 31 gennaio 2013.
  8. ^ (EN) ‘White Collar’ season 5 spoilers: Matt Bomer’s next go-around to only be 13 episodes in cartermatt.com, 1º agosto 2013.
  9. ^ (EN) White Collar on USA, thefutoncritic.com.
  10. ^ (EN) Sara Bibel, 'White Collar' Renewed for Season 6 by USA; Network Greenlights Drama 'Rush' & 'Complications', TV by the Numbers, 21 marzo 2014. URL consultato il 22 marzo 2014.
  11. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, White Collar Promotes Hilarie Burton to Series Regular in tvline.com, 8 febbraio 2011. URL consultato il 6 ottobre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione