Marsha Thomason

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marsha Thomason (Manchester, 19 gennaio 1976) è un'attrice britannica, nota per il ruolo di Nessa Holt nelle prime due stagioni della serie televisiva Las Vegas e per il ruolo ricorrente di Naomi Dorrit in Lost.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e cresciuta a Manchester, figlia di padre inglese e madre giamaicana. Effettua gli studi presso la Holy Trinity Primary School a Blackley, successivamente alla North Manchester High School for Girls, prima di frequentare il Oldham Sixth Form College. Fin da giovanissima si appassiona alla recitazione e attorno ai dodici anni si unisce ad una compagnia teatrale, con la quale si esibisce in diverse piéce.

Debutta sotto la regia di Antonia Bird, che la dirige nel film televisivo Safe e successivamente nel cinematografico Il prete, successivamente lavora per alcune produzioni televisive britanniche, come Pie in the Sky, Where the Heart Is e Playing the Field. Dopo lungo tempo passato tra i protagonisti del West End di Londra, debutta sul palcoscenico del Royal Court Theatre interpretando una prostituta quindicenne in Breath Boom.

Nel 2002 recita al fianco di Lukas Haas nell'horror Long Time Dead, dopodiché inizia a lavora negli Stati Uniti nell'avventuroso Black Knight e ottenendo ruoli nelle commedie La casa dei fantasmi e Il padre di mio figlio. Nel frattempo partecipa alla prime due stagioni della serie televisiva Las Vegas, dove tra il 2003 il 2005 interpreta Nessa Holt. In seguito prende parte ai cortometraggi e a film indipendenti, nel 2006 ottiene un ruolo di spicco nel film Caffeine con Mena Suvari.

Nel 2007 partecipa a 11 episodi di Lost, interpretando il ruolo di Naomi Dorrit, membro dell'equipaggio del cargo Kahana che si paracaduta sull'isola. Thomason appare per la prima volta nell'episodio Piovuta dal cielo, successivamente il suo personaggio viene accoltellato in Attraverso lo Specchio, episodio finale delle terza stagione, per poi morire a causa della ferita nel primo episodio della quarta stagione. Il personaggio di Naomi riappare successivamente nell'episodio della quinta stagione Il padre che non c'era.

Terminata l'esperienza con Lost, torna al cinema, come una degli interpreti di Trappola in fondo al mare 2 - Il tesoro degli abissi del 2009, sequel di Trappola in fondo al mare. Nel 2009 appare in Make It or Break It - Giovani campionesse ed entra a far parte del cast della nuova serie White Collar.

Nel 2012 presta la sua voce a Diana Burnwood, l'agente ICA di collegamento di 47 nel videogame Hitman: Absolution.

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film è stata doppiata da:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 9573757 LCCN: no2005030178