Episodi di White Collar (quarta stagione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: White Collar.

White Collar 2009 logo.svg

La quarta stagione della serie televisiva White Collar, composta da sedici episodi, è stata trasmessa in prima visione negli Stati Uniti dal canale via cavo USA Network dal 10 luglio 2012[1] al 5 marzo 2013.

In Italia la stagione è andata in onda in prima visione sul canale satellitare Fox dal 30 gennaio[2] al 15 maggio 2013; in chiaro è trasmessa da Top Crime dal 3 marzo 2014.

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 Wanted Ricercato 10 luglio 2012 30 gennaio 2013
2 Most Wanted Lo scambio 17 luglio 2012 6 febbraio 2013
3 Diminishing Returns Effetti del ritorno 24 luglio 2012 13 febbraio 2013
4 Parting Shots La vedova 31 luglio 2012 20 febbraio 2013
5 Honor Among Thieves Codice d'onore 14 agosto 2012 27 febbraio 2013
6 Identity Crisis Crisi d'identità 21 agosto 2012 6 marzo 2013
7 Compromising Positions Posizioni compromettenti 28 agosto 2012 13 marzo 2013
8 Ancient History Una storia antica 4 settembre 2012 20 marzo 2013
9 Gloves Off Ultimo round 11 settembre 2012 27 marzo 2013
10 Vested Interest A prova di proiettile 18 settembre 2012 3 aprile 2013
11 Family Business Affari di famiglia 22 gennaio 2013 10 aprile 2013
12 Brass Tacks La chiave del mistero 29 gennaio 2013 17 aprile 2013
13 Empire City Empire City 5 febbraio 2013 24 aprile 2013
14 Shoot the Moon Promesse d'amore 19 febbraio 2013 1º maggio 2013
15 The Original L'originale 26 febbraio 2013 8 maggio 2013
16 In the Wind La caccia 5 marzo 2013 15 maggio 2013

Ricercato[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal e Mozzie sono riusciti a fuggire da New York, ma l’FBI li sta cercando. Peter, grazie ad Ellen, riesce ad inviare un messaggio a Neal e una volta individuato lo raggiunge a Capo Verde. Purtroppo parte lasciando dietro di sé una mappa con la posizione del nascondiglio cerchiata. Quando Collins ottiene un mandato per perquisire casa sua, trova la mappa e prende il primo volo per Capo Verde dove comunica alla popolazione locale che c'è una taglia di 500 mila dollari sulla testa di Neal, senza menzionare se bisogna riportarlo vivo o morto. Neal, Peter e Mozzie devono trovare un modo per fuggire. Mentre Peter e Mozzie vanno a trovare uno dei molti contatti di Mozzie sull’isola, Neal si impegna a cercare l'uomo più ricco a Capo Verde Henry Dobbs. Dobbs fa un accordo con Collins e gli consegna. Alla fine Peter e Mozzie riescono a far fuggire Neal.

Lo scambio[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere stato catturato presso la villa di Dobbs dall'agente Collins, Neal viene imprigionato mentre i suoi fedeli amici Mozzie e Peter lo cercano in lungo ed in largo nell'isola fino a quando Maya non gli dice dove l'ha portato. Neil cerca di evadere dalla cella grazie alle sue formidabili abilità, ma lo sveglio agente Collins riesce a sventare l'astuto piani del protagonista e per precauzione decide di sparargli ad una gamba (la destra). Neil viene medicato da un bella dottoressa e in una conversazione con Dobbs capisce che qualcosa nel suo comportamento non quadra, ciononostante prima di essere caricato sull'auto di Collins, riesce a rubare una chiave mentre Dobbs lo aiuta a reggersi in piedi. Peter e Mozzie scoprono cosa è successo e organizzano un piano di fuga per Neil con l'aiuto dello scaltro fratellino di Maya. Dopo essersi riuniti, Peter cantando una filastrocca scopre con l'aiuto di Neil chi in realtà è Dobbs (si rivelerà essere Mc Lish, il quarto criminale più ricercato al mondo.) Peter propone così un accordo al suo superiore che prevede il rilascio di Neil se quest'ultimo riuscirà a catturare Mc Lish, il superiore fa intendere di essere favorevole pur non garantendo nulla. Infine grazie ad un astuto piano che coinvolge Peter nelle vesti di un barman acrobatico, Maya, il suo fratellino e ovviamente Neil e Mozzie, Mc Lish verrà catturato e Neil riportato a New York dove potrà riprendere il suo vecchio incarico da consulente. Nonostante il finale sembri dei migliori, l'agente Burke sarà, a causa del suo insubordinato comportamento, temporaneamente trasferito presso "la Grotta" ossia l'archivio prove.

Effetti del ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal e Peter sono rientrati a New York, ma mentre il primo riprende il lavoro alla White Collar, il secondo viene riassegnato al magazzino delle prove per averlo cercato nonostante gli fosse stato espressamente ordinato di non farlo. Peter però voleva seguire un vecchio caso irrisolto da vent'anni: un ladro misterioso che colpisce ogni cinque anni nello stesso periodo. Neal, per sdebitarsi, lo segue con la squadra per evitare che il colpevole colpisca nuovamente e scompaia per altri cinque anni. Neal, come promesso, rivela a Peter che il padre era un poliziotto corrotto e che Ellen era la sua partner.

La vedova[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal riceve la sua prima busta paga dal Bureau e la sta mostrando orgoglioso a Peter quando al magazzino prove arriva Sara. La donna deve scoprire se Grant Covington è morto in un incidente mentre faceva immersioni negli Hamptons o se è stato ucciso da sua moglie per incassare i cinquanta milioni di dollari dell'assicurazione. Per un caso fortuito Neal aggancia Sophie Covington e sfrutta la situazione per indagare. Neal e Mozzie fanno visita ad Ellen per farsi aiutare nelle indagini su James Bennet, il padre di Neal, prima che rientri nel Programma protezione testimoni e si trasferisca. La donna vuole fargli conoscere Sam, un poliziotto che l'aiutò negli indagini sulla corruzione nella Polizia di New York.

Codice d'onore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al funerale di Ellen Neal intravede Sam e lo insegue con Peter, ma non riesce a raggiungerlo. Peter rientra alla White Collar e come primo incarico si reca al Museo Kessman dove un custode ha rinvenuto un apparecchio per l'elusione del sistema di sicurezza. La squadra deve scoprire chi vuole sottrarre un prezioso oggetto di arte contemporanea, per farlo Diana si finge una guida, mentre Neal e Peter visitano la struttura ipotizzando una strategia per un furto. Neal e Mozzie stanno studiano un piano per entrare nel reparto della scientifica dei Marshals e capire come Ellen contattava Sam quando Abigail, la ladra individuata al museo durante il sopralluogo, offre a Neal un scambio: lei ruberà per lui il rapporto della scientifica mentre lui ruberà per lei un'opera dal museo.

Crisi d'identità[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal non è ancora riuscito a trovare l'assassino di Ellen ne a rintracciare Sam. Qualcuno ha cercato di uccidere Mozzie che, dopo aver acquistato un magazzino al mercato dei tesori perduti con June, si è trasferito nella casa di C. H. un membro delle Spie Culper, circolo creato da George Washington per salvaguardare gli Stati Uniti durante la guerra di indipendenza. Indagando Mozzie scopre che 723, il nome in codice del misterioso proprietario della casa, era il custode della bandiera con cui il futuro presidente attraversò il Delaware nel 1976, cimelio di inestimabile valore che l'individuo che ha sparato a Mozzie voleva rubare.

Posizioni compromettenti[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

A seguito del messaggio di Neal, Sam lo contatta e si offre di aiutarlo a trovare l'assassino di Ellen e risolvere il mistero su suo padre, a condizione che l'FBI non venga coinvolta. Peter è alle prese con la deposizione per il processo Delancy, una frode ipotecaria.

Una storia antica[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal si è infiltrato in una banda che progettava un furto al museo greco, ma viene arrestato per il furto di alcune sculture dalla polizia di New York. Durante le indagini Clinton, alla ricerca del mandante, scopre che Alexandra Hunter, vecchia conoscenza di Neal, è tornata in città. Peter chiede a Neal di riallacciare i rapporti e scoprire quali siano le sue intenzioni. Diana prende informazioni su Samuel Phelps, ex partner del padre di Neal. Nel frattempo viene recapitata a Neal una busta con un vecchio video spedita dai marshall per conto di Ellen.

Ultimo round[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal si infiltra in una finanziaria per incastrare una vecchia conoscenza per Insider trading. Sam fugge quando si accorge che qualcuno lo sta nuovamente cercardo dopo che Peter ha inserito il suo nominativo in un rapporto, nonostante la promessa fatta a Neal di non usare canali ufficiali.

A prova di proiettile[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al Bureau Peter cerca di riappacificarsi con Neal dopo la discussione per la fuga di Sam. Neal e Peter sono stati invitati come relatori alla 53ª conferenza annuale per i migliori risultati dell'FBI perché hanno la maggiore percentuale di casi risolti agente - informatore. La conferenza viene interrotta per una violazione dei sistemi di sicurezza della sala. Mentre Peter indaga sull'accaduto Neal torna a casa e trova Sam ad aspettarlo, con Mozzie si organizzano per scoprire chi vuole rintracciarlo.

Affari di famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver scoperto, grazie all'esame del DNA, che Sam è suo padre, Neal lo affronta e ottiene la sua versione dei fatti: durante una retata il suo supervisore lo aveva sorpreso mentre sottraeva una mazzetta di banconote, ma invece di arrestarlo lo aveva assoldato per informare i Flynn, un'organizzazione criminale irlandese, delle retate e delle indagini sulle loro attività. Quando tentò di lasciare l'organizzazione lo incastrarono per l'omicidio del suo supervisore con la sua pistola di riserva. Una volta in prigione riuscì a convincere Ellen della sua innocenza, ma qualcuno minacciò di uccidere lei, Neal e sua madre se non avesse interrotto le indagini così si dichiarò colpevole. La protezione testimoni decise quindi di mandarlo in Montana da solo. Peter apre un'indagine su Dennis Flynn Junior che vende Whisky contraffatto. Neal si infiltra nella banda come falsario di liquori per arrestarlo e avere la possibilità di perquisire il suo locale alla ricerca di prove sull'omicidio di Ellen. L'operazione riesce, ma una volta in carcere Dennis Flynn jr viene assassinato, quindi James, il padre di Neal, è costretto a nascondersi nuovamente.

La chiave del mistero[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dennis Flynn è stato assassinato mentre veniva caricato sul furgone per il trasferimento a Washington ordinato dal senatore Terence Pratt, l'ex-capitano di James Bennet, il padre di Neal. Pratt si trova a Manhattan per 48 ore così Peter lo invita alla White Collar per chiedergli informazione sui Flynn. Neal riceve la scatola con gli effetti personali di Ellen così viene finalmente in possesso del medaglione che la donna ha indicato come la chiave per recuperare le prove che aveva raccolto sui poliziotti corrotti che avevano incastrato James. Mozzie e Jones lavorano in coppia per risalire alla serratura aperta dalla chiave di Ellen.

Empire City[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal e Peter scoprono che la chiave in realtà è una mappa, ma entrambi si tacciono reciprocamente l'informazione e indagano autonomamente. Moozie fa il tassista in cerca di informazioni, quando scopre un altro tassista con il medesimo numero di licenza. Peter apre una indagine sulla taxi e limousine commission e sulla vendita di licenze duplicate.

Promesse d'amore[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal è da Sara per una consulenza sui sistemi di sicurezza per l'esposizione del profumo di Maria Antonietta, assicurato dalla Sterling Bosch, per la serata di gala della Parfum Bijou quando l'oggetto viene rubato. Peter ed Elizabeth, che erano passati a salutarli prima di partire per un weekend a sorpresa, vengono rapiti dai rapinatori che hanno sottratto il profumo. Nel frattempo Jones, una volta risolto l'enigma di Ellen, indaga per capire il nascondiglio delle prove.

L'originale[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Neal e Mozzie pensano che Ellen abbia nascosto le prove al Cinquantesimo piano dell'Empire State Building e si organizzano per una ricognizione. Amanda Callaway, responsabile dalla White Collar di Atlanta viene nominata nuova responsabile dell'ufficio di New York. Peter e Neal si occupano della possibile contraffazione di una scultura del Bernini.

La caccia[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Individuata la scatola delle prove nel lato sud ovest del 50º piano dell'Empire State Building Neal ne pianifica il recupero. Ma la Callaway, in combutta con il Senatore Pratt, si intromette e richiede un mandato per perquisire l'edificio e sequestrare la scatola. Peter quindi convoca Mozzie e James a casa di Neal per anticipare la squadra dell'FBI ed entrare in possesso delle prove raccolte da Ellen. Mozzie e Sam riescono ad impossessarsi della scatola e a farla uscire dall'Empire State building grazie ad uno stratagemma. La Callaway però si accorge che Peter ha la cavigliera di Neal (l'aveva indossata lui per permettergli di far uscire i documenti dall'edificio senza intoppi). A questo punto, mentre Peter è sotto arresto per il "trucchetto" della cavigliera Sam incontra Pratt e lo uccide dopo uno scambio di insulti. Peter assiste alla scena e dice a Sam di essere pronto a testimoniare in suo favore se lui si consegna spontaneamente alle autorità. Quest'ultimo però fugge e lascia che l'FBI incolpi Peter dell'assassinio. L'episodio termina con Sam che cerca febbrilmente qualcosa tra i documenti recuperati dalla valigetta, documenti che Neal ha già analizzato e che gli hanno detto la verità su suo padre: è un assassino che ha già ucciso in passato. Neal chiede dunque a Sam di confessare in modo da far liberare Peter ma questi si rifiuta. La stagione termina così con Peter che viene accompagnato all'uscita dell'Empire in manette.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Matt Webb Mitovich, White Collar Nabs Season 4 Renewal in tvline.com, 25 agosto 2011.
  2. ^ White collar, la quarta stagione su Fox in tvblog.it, 30 gennaio 2013.
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione