Castel Campagnano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castel Campagnano
comune
Castel Campagnano – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Caserta-Stemma.png Caserta
Amministrazione
Sindaco Giuseppe Di Sorbo (lista civica) dal 29/05/2007
Territorio
Coordinate 41°11′00″N 14°27′00″E / 41.183333°N 14.45°E41.183333; 14.45 (Castel Campagnano)Coordinate: 41°11′00″N 14°27′00″E / 41.183333°N 14.45°E41.183333; 14.45 (Castel Campagnano)
Altitudine 58 m s.l.m.
Superficie 17 km²
Abitanti 1 635[1] (31-12-2010)
Densità 96,18 ab./km²
Frazioni Squille
Comuni confinanti Amorosi (BN), Caiazzo, Dugenta (BN), Limatola (BN), Melizzano (BN), Ruviano
Altre informazioni
Cod. postale 81010
Prefisso 0823
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 061023
Cod. catastale B494
Targa CE
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Cl. climatica zona C, 1 158 GG[2]
Nome abitanti castel campagnanesi
Patrono Madonna della Neve
Giorno festivo 5 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castel Campagnano
Posizione del comune di Castel Campagnano nella provincia di Caserta
Posizione del comune di Castel Campagnano nella provincia di Caserta
Sito istituzionale

Castel Campagnano (campànnànë in campano[3]) è un comune italiano di 1.646 abitanti della provincia di Caserta in Campania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Reperti d'epoca romana sono stati rinvenuti negli anni addietro nella frazione Squille.

Nel medioevo venne citato con il nome di castrum Campanianum.[4]

Nel 1383 fu sede della battaglia fra Carlo III di Napoli e Luigi I d'Angiò.

Fino al 1862 fu chiamato solo con il nome di "Campagnano" per poi divenire "Castello di Campagnano"

Dal 1916 si chiama con l'attuale nome.

Nel 1945 passò dalla provincia di Benevento a quella di Caserta[5].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 162.
  4. ^ Marrocco, op. cit., p. 36.
  5. ^ Decreto legislativo luogotenenziale 11 giugno 1945, n. 373, articolo 1, in materia di "Ricostruzione della provincia di Caserta."
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Dante B. Marrocco, Guida del Medio Volturno, Napoli, Tipografia Laurenziana, 1986.