Videografia dei Pink Floyd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Pink Floyd.

Questa pagina contiene la videografia approfondita del gruppo musicale britannico Pink Floyd.

Album video[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Classifiche Certificazioni
UK
[1]
AUS
[2]
AUT
[3]
FIN
[4]
FRA
[5]
GER
[6]
IRL
[7]
ITA
[8]
NLD
[9]
NZ
[10]
SWI
[11]
US
[12]
1972 Pink Floyd: Live at Pompeii 2[13] 2 4 3[14]
1982 Pink Floyd The Wall
  • Pubblicazione: agosto 1982
  • Etichetta: MGM
  • Formati: VHS, Laserdisc, DVD
5 2 2 4
1989 Delicate Sound of Thunder
  • Pubblicazione: settembre 1989
  • Etichetta: CBS
  • Formati: VHS, Laserdisc
1992 La Carrera Panamericana
  • Pubblicazione: giugno 1992
  • Etichetta: SMV
  • Formati: VHS, Laserdisc
1995 Pulse
  • Pubblicazione: giugno 1995
  • Etichetta: SMV
  • Formati: VHS, Laserdisc, 2 DVD
1[21] 1 1 1 1 1 1 1 1 1 5 1[22]
London '66-'67
  • Pubblicazione: settembre 1995
  • Etichetta: Snapper
  • Formati: VHS, Laserdisc, DVD
1[28] 6
2003 The Pink Floyd and Syd Barrett Story
  • Pubblicazione: marzo 2003
  • Etichetta: Universal
  • Formati: DVD
12
Classic Albums: Pink Floyd - The Making of The Dark Side of the Moon 6 7
2012 The Story of Wish You Were Here
  • Pubblicazione: giugno 2012
  • Etichetta: Eagle Rock Entertainment
  • Formati: DVD, BD
11 5 5
"—" indica una pubblicazione che non si è classificata o che non è stata pubblicata in quel Paese.

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Regista
1967 Arnold Layne Derek Nice
See Emily Play
Apples and Oranges
Paint Box
1968 Point Me at the Sky
1971 One of These Days Ian Emes
1973 Money
Brain Damage
1975 Welcome to the Machine Gerald Scarfe[31]
1979 Another Brick in the Wall Part 2
1982 Hey You
1983 The Gunner's Dream Willie Christie
The Final Cut
Not Now John
The Fletcher Memorial Home
1987 Learning to Fly Storm Thorgerson
The Dogs of War
On the Turning Away Lawrence Jordan
1988 One Slip
1994 High Hopes Storm Thorgerson
Take It Back Marc Brickman
2014 Louder Than Words Aubrey Powell
Surfacing

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Chart Archive – Pink Floyd, Official Charts Company. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  2. ^ (EN) ARIA Top 40 Music DVD (PDF), nº 854, The ARIA Report, 17 luglio 2006, p. 22. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  3. ^ (DE) Austria Top 40 – Musik-DVDs Top 10: 21.07.2006, austriancharts.at. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  4. ^ (FI) Suomen Virallinen Lista – Musiikki DVD:t 28/2006, Musiikkituottajat. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  5. ^ (FR) Classement des Vidéos Musicales du 6.08.06 au 12.08.06, ifop.com. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2006).
  6. ^ (DE) Discographie Pink Floyd, offiziellecharts.de. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  7. ^ (EN) Irish Charts – Top 10 Music DVDs, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2006).
  8. ^ Database Top of the music, FIMI. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  9. ^ (NL) Discografie Pink Floyd, dutchcharts.nl. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) Top 10 Music DVDs Chart: Chart #1521, Recording Industry Association of New Zealand, 17 luglio 2006. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 novembre 2013).
  11. ^ (DE) Discographie Pink Floyd, hitparade.ch. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  12. ^ (EN) 338856 Chart History, Billboard. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  13. ^ (EN) Official Music Video Chart Top 50: 26 October 2003 - 01 November 2003, Official Charts Company. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  14. ^ (EN) Top Music Video Sales: 2003-11-08, Billboard. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  15. ^ a b c d e f (EN) Gold/Platinum, Music Canada. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  16. ^ a b c d e f (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 2 dicembre 2017. Digitare "Pink Floyd" in "Search BPI Awards" e premere Invio.
  17. ^ a b c d e (EN) Pink Floyd – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  18. ^ (EN) ARIA Charts – Accreditations – 2014 DVD, ARIA Charts. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  19. ^ a b (FR) Les Certifications, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  20. ^ a b c (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  21. ^ (EN) Official Music Video Chart Top 50: 16 July 2006 - 22 July 2006, Official Charts Company. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  22. ^ Nielsen Business Media, Top Music Videos, vol. 107, nº 26, Billboard, 1º luglio 1995, p. 98, ISSN 0006-2510 (WC · ACNP). URL consultato il 2 dicembre 2017.
  23. ^ (EN) ARIA Charts – Accreditations – 2019 Audiovisual, ARIA Charts. URL consultato il 24 marzo 2019.
  24. ^ (DE) Verband der Österreichischen Musikwirtschaft, IFPI Austria. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  25. ^ (FI) Kultalevyjen myöntämisrajat > Pink Foyd, Musiikkituottajat.
  26. ^ (EN) Latest Gold / Platinum DVDs, Radioscope. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  27. ^ (DE) The Official Swiss Charts and Music Community, su Hung Medien. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  28. ^ (EN) Official Music Video Chart Top 50: 18 September 2005 - 24 September 2005, Official Charts Company. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  29. ^ (EN) ARIA Charts – Accreditations – 2008 DVD, ARIA Charts. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  30. ^ (EN) ARIA Charts – Accreditations – 2012 DVD, ARIA Charts. URL consultato il 2 dicembre 2017.
  31. ^ (EN) Gerald Scarfe Interview, rogerwaters.org. URL consultato il 2 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 20 agosto 2007).
Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo