Brain Damage

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brain Damage
Artista Pink Floyd
Autore/i Roger Waters
Genere Rock progressivo
Edito da Capitol, Harvest Records
Pubblicazione
Incisione The Dark Side of the Moon
Data 1973
Durata 3:50
The Dark Side of the Moon – tracce
Successiva
« Aveva di sicuro a che fare con Syd... Penso si tratti di difendere l'idea che sei diverso[1] »
(Roger Waters)

Brain Damage è la nona e penultima traccia dell'album The Dark Side of the Moon dei Pink Floyd. È cantata da Roger Waters (successivamente, anche da David Gilmour).

Struttura musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il brano si apre con un delicato arpeggio di chitarra elettrica, alla quale dopo pochi secondi si aggiunge la voce di Waters.

Il ritornello, esplosivo e pieno di energia, interamente basato su accordi maggiori, vede l'ingresso del coro, della batteria e di tutti gli altri strumenti; in esso viene citato il titolo dell'album The Dark Side of the Moon.

Nel finale, dopo un assolo di sintetizzatore (che riprende la melodia del cantato), il brano prosegue senza soluzione di continuità nell'ultima traccia dell'album, Eclipse.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

Il tema concettuale di questo brano si basa sull'insanità mentale, che è più o meno presente in ogni uomo. Alcune frasi dette dal protagonista del brano sono infatti abbastanza esplicite:

(EN)

« The lunatic is in my head
The lunatic is in my head
You raise the blade, you make the change
You re-arrange me 'til I'm sane.
You lock the door
And throw away the key
There's someone in my head but it's not me.
And if the cloud bursts, thunder in your ear
You shout and no one seems to hear
And if the band you're in starts playing different tunes
I'll see you on the dark side of the moon. »

(IT)

« Il pazzoide è nella mia testa
Il pazzoide è nella mia testa
Tu alzi la lama, effettui la modifica
Tu mi riaggiusti finché non son sano
Tu chiudi la porta
E butti via la chiave
C'è qualcuno nella mia testa, ma non son io.
E se la nuvola scoppia, un tuono nelle tue orecchie
Tu urli e nessuno pare sentirti
E se il gruppo in cui sei inizia a suonare melodie differenti
Io ti vedrò sul lato oscuro della luna. »

(Testo di Roger Waters)

Da evidenziare il fatto che il titolo dell'album sia presente unicamente in questo brano (nell'album stesso non è nemmeno presente una title track).

Versioni alternative[modifica | modifica wikitesto]

  • La versione contenuta nell'album dal vivo Pulse ha visto David Gilmour alla voce anziché Roger Waters.
  • Una versione differente è presente nella raccolta Works.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock