Music from "The Body"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Music from "The Body"
ArtistaRoger Waters, Ron Geesin
Tipo albumColonna sonora
Pubblicazione28 novembre 1970
Durata41:28
Dischi1
Tracce22
GenereMusica sperimentale
Folk psichedelico
EtichettaHarvest
ProduttoreRoger Waters, Ron Geesin
Registrazione1970
Roger Waters - cronologia
Album precedente

Music from "The Body" è un album di Roger Waters e Ron Geesin pubblicato dalla Harvest nel 1970.

Si tratta della colonna sonora del film: The Body (1970), documentario scientifico-filosofico sul corpo umano diretto da Roy Battersby.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Buona parte dell'album consiste in brani strumentali scritti da Ron Geesin.[1] Questi, subito prima di lavorare al film di Battersby, aveva contribuito alla composizione della suite Atom Heart Mother per l'omonimo album dei Pink Floyd[2] il cui bassista e cantante dell'epoca, Roger Waters, scrisse i rimanenti pezzi di questo disco.[1] Fra i titoli accreditati a Waters, quattro sono di fatto lo stesso tema musicale che ricorre più volte, con un testo diverso oppure in forma strumentale come nel caso di Sea Shell and Soft Stone, arrangiato per archi dallo stesso Geesin. Tutti i brani cantati compaiono qui in versioni differenti rispetto al film.

Alla traccia di chiusura, Give Birth to a Smile, partecipano anche gli altri tre membri dei Pink Floyd: David Gilmour, Nick Mason e Richard Wright, non accreditati né in copertina né sui titoli di coda del film[3] (anche di questo brano esistono due versioni, entrambe suonate dal gruppo al completo). La traccia Breathe presente su questo disco non ha nulla in comune con l'omonima canzone incisa quasi tre anni dopo dagli stessi Pink Floyd per il celebre album The Dark Side of the Moon, a parte ovviamente il titolo e la frase: breathe in the air («inspira l'aria») contenuta nel testo.[1]

Le tracce Our Song e Body Transport furono registrate dagli autori esclusivamente per l'album e, a detta di Geesin, per puro divertimento:[3] la prima consiste in un rapido montaggio ritmico di suoni prodotti dal corpo umano tra cui respiri ansimanti, mani che percuotono ritmicamente il corpo stesso e rumori fisiologici come eruttazioni o peti, sui quali poi è sovranciso un tema al pianoforte ispirato al ragtime e dall'andamento veloce, tipico dei commenti musicali agli slapstick del cinema muto; nell'altra traccia i due musicisti, fra risate incontrollate, bisbigliano frasi incomprensibili e improvvisano altri suoni di origine umana, con un riverbero artificiale applicato al segnale audio ripreso dal microfono.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi di Roger Waters; musiche di Ron Geesin, eccetto dove indicato.

Lato A
  1. Our Song (strumentale) – 1:24 (Ron Geesin, Roger Waters)
  2. Sea Shell and Stone – 2:17 (Waters)
  3. Red Stuff Writhe (strumentale) – 1:11
  4. A Gentle Breeze Blew through Life (strumentale) – 1:19
  5. Lick Your Partners (strumentale) – 0:35
  6. Bridge Passage for Three Plastic Teeth (strumentale) – 0:35
  7. Chain of Life – 3:59 (Waters)
  8. The Womb Bit (strumentale) – 2:06 (Waters, Geesin)
  9. Embryo Thought (strumentale) – 0:39
  10. March Past of the Embryos (strumentale) – 1:08
  11. More than Seven Dwarfs in Penis-Land (strumentale) – 2:03
  12. Dance of the Red Corpuscles (strumentale) – 2:04

Durata totale: 19:20

Lato B
  1. Body Transport – 3:16 (Geesin, Waters)
  2. Hand Dance – Full Evening Dress (strumentale) – 1:01
  3. Breathe – 2:53 (Waters)
  4. Old Folks Ascension (strumentale) – 3:47
  5. Bed-Time-Dream-Clime (strumentale) – 2:02
  6. Piddle in Perspex (strumentale) – 0:57
  7. Embryonic Womb-Walk (strumentale) – 1:14
  8. Mrs. Throat Goes Walking (strumentale) – 2:05
  9. Sea Shell and Soft Stone (strumentale) – 2:05 (Geesin, Waters)
  10. Give Birth to a Smile – 2:49 (Waters)

Durata totale: 22:09

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Roger Waters, Ron Geesin – Music from "The Body" (LP, Harvest 1970), note di copertina.
  2. ^ Pink Floyd – Atom Heart Mother (LP – EMI Harvest, 1970), note di copertina.
  3. ^ a b (EN) Steve Gould, Ron Geesin interview, su It's Psychedelic Baby Magazine, 26 gennaio 2016. URL consultato il 2 dicembre 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo