Take It Back (Pink Floyd)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Take It Back
ArtistaPink Floyd
Tipo albumSingolo
Pubblicazione16 maggio 1994
Durata6:15 (versione album)
4:56 (versione radiofonica)
Album di provenienzaThe Division Bell
GenereRock progressivo
EtichettaEMI
ProduttoreDavid Gilmour, Bob Ezrin
RegistrazioneAstoria Recording Studio, Britannia Row Studios, Metropolis Studios e The Creek Recording Studios, Londra (Regno Unito)
FormatiCD, 7", MC
Pink Floyd - cronologia
Singolo precedente
(1988)
Singolo successivo
(1994)

Take It Back è un singolo del gruppo musicale britannico Pink Floyd, il primo estratto dal quattordicesimo album in studio The Division Bell e pubblicato il 16 maggio 1994.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Settima traccia dell'album, il brano è stato composto e prodotto da David Gilmour e da Bob Ezrin mentre il testo è stato scritto da Gilmour con la moglie Polly Samson e Nick Laird-Clowes.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale (Francia, Regno Unito)
  1. Take It Back (Edit) – 4:56 (David Gilmour, Bob Ezrin, Polly Samson, Nick Laird-Clowes)
CD singolo (Italia, Paesi Bassi, Regno Unito)
  1. Take It Back (Album Version) – 6:15 (David Gilmour, Bob Ezrin, Polly Samson, Nick Laird-Clowes)
  2. Astronomy Domine (Live) – 4:48 (Syd Barrett)
  3. Take It Back (Edit) – 4:56 (David Gilmour, Bob Ezrin, Polly Samson, Nick Laird-Clowes)
CD singolo (Australia)
  1. Take It Back – 6:15 (David Gilmour, Bob Ezrin, Polly Samson, Nick Laird-Clowes)
  2. Astronomy Domine (Live) – 4:48 (Syd Barrett)
  3. Interview with David Gilmour – 12:24
CD singolo (Stati Uniti), 7" (Francia, Regno Unito, Stati Uniti), MC (Australia, Francia, Regno Unito, Stati Uniti)
  1. Take It Back (Edit) – 4:56 (David Gilmour, Bob Ezrin, Polly Samson, Nick Laird-Clowes)
  2. Astronomy Domine (Live) – 4:48 (Syd Barrett)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
massima
Australia[1] 61
Belgio (Fiandre)[2] 43
Canada[3] 9
Francia[2] 50
Germania[2] 75
Nuova Zelanda[2] 7
Paesi Bassi[2] 23
Regno Unito[4] 23
Stati Uniti[5] 73
Stati Uniti (mainstream rock)[5] 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gavin Ryan, Australia's Music Charts 1988-2010, Mt. Martha, Moonlight Publishing, 2011.
  2. ^ a b c d e (NL) Pink Floyd - Take It Back, Ultratop. URL consultato il 15 giugno 2015.
  3. ^ (EN) Top Singles - Volume 59, No. 26, July 18 1994, Library and Archives Canada. URL consultato il 15 giugno 2015.
  4. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 29 May 1994 - 04 June 1994, Official Charts Company. URL consultato il 15 giugno 2015.
  5. ^ a b (EN) Pink Floyd : Awards, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 15 giugno 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock progressivo