Raviscanina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raviscanina
comune
Raviscanina – Stemma
Raviscanina – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Caserta-Stemma.svg Caserta
Amministrazione
SindacoErmanno Masiello (lista civica Raviscanina viva) dal 10-6-2018
Territorio
Coordinate41°22′N 14°15′E / 41.366667°N 14.25°E41.366667; 14.25 (Raviscanina)
Altitudine358 m s.l.m.
Superficie24,64 km²
Abitanti1 178[1] (31-3-2022)
Densità47,81 ab./km²
FrazioniCase Pagane, Quattro Venti
Comuni confinantiAilano, Pietravairano, Prata Sannita, Sant'Angelo d'Alife, Vairano Patenora, Valle Agricola
Altre informazioni
Cod. postale81017
Prefisso0823
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT061066
Cod. catastaleH202
TargaCE
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona D, 1 766 GG[3]
Nome abitantiraviscaninesi
Patronosan Michele Arcangelo
Giorno festivo29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Raviscanina
Raviscanina
Raviscanina – Mappa
Posizione del comune di Raviscanina nella provincia di Caserta
Sito istituzionale

Raviscanina è un comune italiano di 1 178 abitanti della provincia di Caserta in Campania.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'attuale Raviscanina iniziò a prendere forma durante il XV secolo, quando una parte degli abitanti della Rupe Canina (al tempo sotto l'egida dei Marzano) iniziò a stabilirsi a valle fondando due insediamenti: quello che in seguito prenderà il nome di Sant'Angelo d'Alife e quello appunto di Raviscanina.

Dal 1927 al 1945 appartenne alla provincia di Benevento, a seguito della temporanea soppressione della provincia di Caserta[4].

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone del comune di Raviscanina sono stati concessi con decreto del presidente della Repubblica del 7 gennaio 2010.[5]

«Stemma d'argento, alla torre di due palchi, di rosso, mattonata di nero, ogni palco merlato alla guelfa di cinque e finestrato di uno di nero, chiusa dello stesso, sormontata dalla corona all'antica di cinque punte visibili, di azzurro, essa torre fondata sulla pianura di verde. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone è costituito da un drappo di rosso.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bilancio demografico anno 2022 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Decreto legislativo luogotenenziale 11 giugno 1945, n. 373, articolo 1, in materia di "Ricostruzione della provincia di Caserta."
  5. ^ Raviscanina (Caserta) D.P.R. 07.01.2010 concessione di stemma e gonfalone, su presidenza.governo.it. URL consultato il 22 marzo 2022.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Raviscanina(Ce)- Piccole scuole grande Italia: Gemellaggio scolastico Raviscanina- Castellammare di Stabia, su altocasertano.wordpress.com. URL consultato il 28 agosto 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Pro loco, su comune.raviscanina.ce.it.
  • Altre info, su portaleitalia.net. URL consultato il 22 giugno 2003 (archiviato dall'url originale il 27 agosto 2004).
  Portale Campania: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Campania