Casapesenna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casapesenna
comune
Casapesenna – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Campania-Stemma.svg Campania
Provincia Provincia di Caserta-Stemma.png Caserta
Amministrazione
Sindaco Marcello De Rosa (Casapesenna in positivo) dal maggio 2014
Territorio
Coordinate 41°05′N 14°13′E / 41.083333°N 14.216667°E41.083333; 14.216667 (Casapesenna)Coordinate: 41°05′N 14°13′E / 41.083333°N 14.216667°E41.083333; 14.216667 (Casapesenna)
Altitudine 68 m s.l.m.
Superficie 3,05 km²
Abitanti 6 955[1] (31-8-2015)
Densità 2 280,33 ab./km²
Comuni confinanti Giugliano in Campania (NA), San Cipriano d'Aversa, Villa Literno, San Marcellino, Trentola-Ducenta, Villa di Briano
Altre informazioni
Cod. postale 81030
Prefisso 081
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 061103
Cod. catastale M260
Targa CE
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti casapellesi
Giorno festivo Sant'Elena Imperatrice
Motto Simme e Casapesenna, e "guarangnammencell"
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casapesenna
Casapesenna
Casapesenna – Mappa
Posizione del comune di Casapesenna nella provincia di Caserta
Sito istituzionale

Casapesenna[2] (Casapesélle in dialetto campano) è un comune italiano di 6 962 abitanti della provincia di Caserta in Campania.

È situato nella pianura campana, la parte pianeggiante della Campania felix.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Appartenente al territorio dell'agro aversano, sin dai tempi della Terra di Lavoro, dal 1927 al 1945 fece parte insieme a tutto il casertano della Provincia di Napoli, in quanto parte del comune di Albanova, nato dall'unione con i comuni di San Cipriano d'Aversa e Casal di Principe. Nel 1973 divenne comune autonomo mediante scorporo da San Cipriano d'Aversa.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa Parrocchiale Santa Croce
  • Cappella di Isola
  • Cappella della Madonnella

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]


Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La stazione ferroviaria più vicina è la Stazione di Albanova. Il paese è attraversato dagli autobus della compagnia CTP (compagnia trasporti pubblici Napoli).

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

L'amministrazione di questo comune è stata sciolta 3 volte per infiltrazioni camorristiche. Presso il Centro Sociale dedicato alla memoria di Antonio Cangiano (Sindaco di Casapesenna 1993-1996) ferito gravemente in un attentato di camorra nell'ottobre del 1988, è presente la sede di Libera Associazioni nomi e numeri contro le Mafie (Presidio locale di Libera).

Comune sciolto per infiltrazioni mafiose nel 2012 dal Governo Monti, ed ora amministrato dalla nuova giunta comunale ed avente come sindaco Marcello De Rosa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2015.
  2. ^ Pasquale Cirillo/Fontana Maria Ausilia, La Chiesa Parrocchiale S.Croce (Notizie Storiche), Aversa (Caserta), Tipografia Molinaro Silvestro, 2003.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Leopoldo Santagata, Casapesenna: passato e presente, Napoli, 1990.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Caserta Portale Caserta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di caserta