Camigliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Camigliano (disambigua).
Camigliano
comune
Camigliano – Stemma Camigliano – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Campania-Stemma.svg Campania
ProvinciaProvincia di Caserta-Stemma.svg Caserta
Amministrazione
SindacoAntonio Veltre (lista civica) dal ottobre 2021
Territorio
Coordinate41°11′N 14°13′E / 41.183333°N 14.216667°E41.183333; 14.216667 (Camigliano)
Altitudine80 m s.l.m.
Superficie6,02 km²
Abitanti1 962[1] (30-4-2017)
Densità325,91 ab./km²
FrazioniLeporano, Falchi
Comuni confinantiBellona, Formicola, Giano Vetusto, Pastorano, Pontelatone, Vitulazio
Altre informazioni
Cod. postale81050
Prefisso0823
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT061011
Cod. catastaleB477
TargaCE
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona C, 1 204 GG[3]
Nome abitanticamiglianesi
PatronoSan Simeone Profeta
Giorno festivoSeconda domenica di ottobre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Camigliano
Camigliano
Camigliano – Mappa
Posizione del comune di Camigliano nella provincia di Caserta
Sito istituzionale

Camigliano è un comune italiano di 1 962 abitanti della provincia di Caserta in Campania.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio ha un'altitudine di 80 m s.l.m. ed è posto in una vallata circondata da colline dominate a nord dal Monte Maggiore (altitudine 532 m s.l.m.).

Il nucleo abitato è costituito quasi esclusivamente da abitazioni a due piani fiancheggiate da piccoli orti. La campagna circostante è coltivata con peschi, ulivi, e vigne.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma del comune di Camigliano è stato riconosciuto con decreto del capo del governo del 3 maggio 1940.[4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è di origine antica e appartenne in feudo ai Fieramosca. Nelle vicinanze si apre la grotta di S. Michele, ricca di stalattiti e stalagmiti. È ubicata a 120 metri di quota e ha una lunghezza di m 44. Adibita al culto fin dal Medioevo, conserva affreschi della fine del sec. XV o inizi del XVI (Madonna con Bambino tra san Michele e altro santo) attribuiti ad Antonio Solario, detto lo Zingaro. Nella frazione di Leporano, borgo medioevale di un centinaio di abitanti, si trova il santuario di Leporano, dedicato alla Madonna. La festa patronale ricorre la seconda domenica del mese di ottobre.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT[6] al 1º gennaio 2021 la popolazione straniera residente era di 67 persone e rappresentava il 3.4% della popolazione residente nel territorio del comune. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
21 novembre 1993 16 novembre 1997 Renato Pellegrino Lista civica Sindaco [7]
16 novembre 1997 27 maggio 2002 Renato Pellegrino Lista civica Sindaco [7]
27 maggio 2002 28 luglio 2006 Giuseppe Di Bernardo Lista civica Sindaco [7]
28 maggio 2007 3 agosto 2010 Vincenzo Cenname Lista civica Sindaco [7]
16 maggio 2011 5 giugno 2016 Vincenzo Cenname Uniti per Camigliano Sindaco [7]
5 giugno 2016 4 ottobre 2021 Giovanni Borzacchiello Uniti per Camigliano Sindaco [7]
4 ottobre 2021 in carica Antonio Veltre Lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 aprile 2017.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Camigliano, decreto 1940-05-03 DCG, riconoscimento di stemma, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 15 maggio 2022.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Statistiche demografiche ISTAT, su tuttitalia.it.
  7. ^ a b c d e f Storico Elezioni Comunali di Camigliano, su tuttitalia.it, Tuttitalia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Caserta: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Caserta