Pandemia di COVID-19 del 2020 in Tunisia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pandemia di COVID-19 del 2020 in Tunisia
epidemia
COVID-19 Outbreak Cases in Tunisia.svg
Diffusione dei casi al 25 maggio 2020

     Da 1 a 9 casi

     Da 10 a 99 casi

     Da 100 a 499 casi

PatologiaCOVID-19
OrigineWuhan (Cina)
Nazione coinvoltaTunisia Tunisia
Periodo2 marzo 2020 -
in corso
Dati statistici[1]
Numero di casi1 169 (26 giugno 2020)
Numero di guariti1 029 (26 giugno 2020)
Numero di morti50 (26 giugno 2020)
Sito istituzionale

Il primo caso della pandemia di COVID-19 in Tunisia è stato confermato il 2 marzo 2020. Attualmente, soltanto 3 dei 24 governorati della Tunisia non registrano casi di contagi.

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2020, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha confermato che un nuovo coronavirus era la causa di una nuova infezione polmonare che aveva colpito diversi abitanti della città di Wuhan, nella provincia cinese dell'Hubei, il cui caso era stato portato all'attenzione dell'OMS il 31 dicembre 2019.[2][3]

Sebbene nel tempo il tasso di mortalità del COVID-19 si sia rivelato decisamente più basso di quello dell'epidemia di SARS che aveva imperversato nel 2003,[4] la trasmissione del virus SARS-CoV-2, alla base del COVID-19, è risultata essere molto più ampia di quella del precedente virus del 2003, ed ha portato a un numero totale di morti molto più elevato.[5]

Andamento dei contagi[modifica | modifica wikitesto]

Casi di COVID-19 in Tunisia  V · D · M )
      Morti         Guarigioni         Casi attivi

Mar Mar Apr Apr Mag Mag Giu Giu Ultimi 15 giorni Ultimi 15 giorni

Data
Numero di casi
(incremento giornaliero in %)
Numero di morti
(incremento giornaliero in %)
02-03-2020
1(n.a.)
1(=)
08-03-2020
2(+100%)
09-03-2020
5(+150%)
10-03-2020
6(+20%)
11-03-2020
7(+17%)
12-03-2020
13(+86%)
13-03-2020
16(+23%)
14-03-2020
18(+12%)
15-03-2020
20(+11%)
16-03-2020
24(+20%)
17-03-2020
29(+21%)
18-03-2020
39(+34%) 1(n.a.)
19-03-2020
54(+38%) 1(=)
20-03-2020
60(+11%) 1(=)
21-03-2020
75(+25%) 3(+200%)
22-03-2020
89(+19%) 3(=)
23-03-2020
114(+28%) 3(=)
24-03-2020
173(+52%) 5(+67%)
25-03-2020
197(+14%) 5(=)
26-03-2020
227(+15%) 6(+20%)
27-03-2020
278(+22%) 8(+33%)
28-03-2020
312(+12%) 8(=)
29-03-2020
362(+16%) 9(+12%)
30-03-2020
394(+8,8%) 10(+11%)
31-03-2020
423(+7,4%) 12(+20%)
01-04-2020
455(+7,6%) 14(+17%)
02-04-2020
495(+8,8%) 18(+29%)
03-04-2020
553(+12%) 19(+5,6%)
04-04-2020
574(+3,8%) 22(+16%)
05-04-2020
596(+3,8%) 22(=)
06-04-2020
623(+4,5%) 23(+4,5%)
07-04-2020
628(+0,8%) 24(+4,3%)
08-04-2020
643(+2,4%) 25(+4,2%)
09-04-2020
671(+4,4%) 25(=)
10-04-2020
685(+2,1%) 28(+12%)
11-04-2020
707(+3,2%) 31(+11%)
12-04-2020
726(+2,7%) 34(+9,7%)
13-04-2020
747(+2,9%) 34(=)
14-04-2020
780(+4,4%) 35(+2,9%)
15-04-2020
822(+5,4%) 37(+5,7%)
16-04-2020
864(+5,1%) 37(=)
17-04-2020
866(+0,23%) 37(=)
18-04-2020
879(+1,5%) 38(+2,7%)
19-04-2020
884(+0,57%) 38(=)
20-04-2020
901(+1,9%) 38(=)
21-04-2020
909(+0,89%) 38(=)
22-04-2020
918(+0,99%) 38(=)
23-04-2020
922(+0,44%) 38(=)
24-04-2020
939(+1,8%) 38(=)
25-04-2020
949(+1,1%) 38(=)
26-04-2020
967(+1,9%) 39(+2,6%)
27-04-2020
975(+0,83%) 40(+2,6%)
28-04-2020
980(+0,51%) 40(=)
29-04-2020
994(+1,4%) 41(+2,5%)
30-04-2020
998(+0,4%) 41(=)
01-05-2020
1.009(+1,1%) 42(+2,4%)
02-05-2020
1.013(+0,4%) 42(=)
03-05-2020
1.018(+0,49%) 43(+2,4%)
04-05-2020
1.022(+0,39%) 43(=)
05-05-2020
1.025(+0,29%) 43(=)
06-05-2020
1.026(+0,1%) 44(+2,3%)
07-05-2020
1.030(+0,39%) 45(+2,3%)
08-05-2020
1.032(+0,19%) 45(=)
09-05-2020
1.032(=) 45(=)
10-05-2020
1.032(=) 45(=)
11-05-2020
1.032(=) 45(=)
12-05-2020
1.032(=) 45(=)
13-05-2020
1.032(=) 45(=)
14-05-2020
1.035(+0,29%) 45(=)
15-05-2020
1.037(+0,19%) 45(=)
16-05-2020
1.037(=) 45(=)
17-05-2020
1.043(+0,58%) 46(+2,2%)
18-05-2020
1.044(+0,1%) 47(+2,2%)
19-05-2020
1.045(+0,1%) 47(=)
20-05-2020
1.046(+0,1%) 47(=)
21-05-2020
1.048(+0,19%) 47(=)
22-05-2020
1.048(=) 48(+2,1%)
23-05-2020
1.051(+0,29%) 48(=)
24-05-2020
1.051(=) 48(=)
25-05-2020
1.051(=) 48(=)
26-05-2020
1.068(+1,6%) 48(=)
27-05-2020
1.071(+0,28%) 48(=)
28-05-2020
1.076(+0,47%) 48(=)
29-05-2020
1.077(+0,09%) 48(=)
30-05-2020
1.084(+0,65%) 48(=)
31-05-2020
1.086(+0,18%) 48(=)
01-06-2020
1.087(+0,09%) 49(+2,1%)
02-06-2020
1.087(=) 49(=)
03-06-2020
1.087(=) 49(=)
04-06-2020
1.087(=) 49(=)
1.087(=) 49(=)
08-06-2020
1.087(=) 49(=)
09-06-2020
1.087(=) 49(=)
10-06-2020
1.093(+0,55%) 49(=)
11-06-2020
1.094(+0,09%) 49(=)
12-06-2020
1.096(+0,18%) 49(=)
13-06-2020
1.110(+1,3%) 49(=)
14-06-2020
1.125(+1,4%) 49(=)
15-06-2020
1.128(+0,27%) 50(+2%)
16-06-2020
1.132(+0,35%) 50(=)
17-06-2020
1.146(+1,2%) 50(=)
18-06-2020
1.156(+0,87%) 50(=)
19-06-2020
1.157(+0,09%) 50(=)
20-06-2020
1.157(=) 50(=)
21-06-2020
1.159(+0,17%) 50(=)
22-06-2020
1.160(+0,09%) 50(=)
23-06-2020
1.162(+0,17%) 50(=)
24-06-2020
1.164(+0,17%) 50(=)
Fonti:


Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Casi per Governatorato
Governatorati Casi confermati Decessi Guarigioni Casi attivi
Tunisi 242 9 226 7
Kébili 111 1 109 1
Ariana 104 5 97 2
Ben Arous 102 4 95 3
Médenine 97 5 88 4
Sousse 95 8 80 7
Gafsa 50 1 45 4
Monastir 47 0 45 2
Manouba 44 5 36 3
Sfax 43 5 33 5
Tataouine 38 1 35 2
Biserta 31 1 27 3
Gabès 28 0 28 0
Mahdia 26 2 18 6
Nabeul 24 1 15 8
Sidi Bouzid 12 1 8 3
Kairouan 20 0 10 10
Kasserine 19 0 10 9
Le Kef 11 1 7 3
Siliana 6 0 4 2
Béja 8 0 5 3
Tozeur 5 0 5 0
Zaghouan 3 0 3 0
Jendouba 3 0 1 2
Totale 1169 (+1) 50 (=) 1029 (+4) 90 (-3)
Fonti: Ministero della Sanità

Dati aggiornati al 28 giugno 2020

Note

     Governatorati che hanno registrato un incremento di casi confermati oggi.

     Governatorati che hanno registrato un incremento di casi attivi oggi.

     Governatorati che hanno registrato un incremento di decessi oggi.

Misure di protezione[modifica | modifica wikitesto]

Nel mese di febbraio 2020, vista la situazione di emergenza in Cina, con un accordo proposto dal presidente algerino Abdelmajid Tebboune e presentato ad altri capi di stati del Maghreb, viene programmato un volo di rimpatrio della compagnia Air Algérie per 10 tunisini, 31 algerini, 4 mauritaniesi e 3 libici residenti nella provincia cinese dell'Hubei. Il volo atterrerà il 3 febbraio 2020 all'aeroporto d'Algeri, di consenguenza i connazionali verranno imbarcati nuovamente a bordo di un aereo militare diretto in Tunisia ove, saranno successivamente, condotti in stato di quarantena.

Il 9 marzo 2020, successivamente ad una riunione straordinaria del Consiglio di Sicurezza Nazionale su richiesta del presidente della Repubblica Kaïs Saïed, vengono annunciate delle misure di restrizione: vengono limitati i trasporti con l'Italia e la sospensione delle lezioni in tutti gli edifici scolastici e universitari a partire dal 12 marzo.

Il 13 marzo 2020 viene annunciato, da parte del primo ministro Elyes Fakhfakh, lo stato di quarantena di livello 2, la sospensione dei cafè, ristoranti, discoteche e luoghi di ritrovo, delle moschee e ogni tipo di manifestazione e congresso culturale; verranno anche sospese tutte le competizioni sportive, limitati i collegamenti con l'Egitto, la Spagna, il Regno Unito e la Germania, interrotti totalmente i collegamenti con l'Italia. Viene imposta altresì la quarantena obbligatoria di 14 giorni per tutte le persone che, oltre tale data, entreranno nel territorio tunisino.

Il 15 marzo 2020 viene annunciato l'arrivo di una equipe di medici cinesi in Tunisia assieme ad un rifornimento di gel antibatterici e dispositi di protezione individuale.

Il 16 marzo 2020, Fakhfakh preoccupato dalla situazione nel continente europeo, annuncia pubblicamente l'imposizione di misure ancora più restrittive, decretate venerdì 13 marzo ed introdotte a partire dal 18 marzo: l'interruzione di tutti i collegamenti con la rispettiva chiusura delle frontiere nazionali, ad esclusione di quelli commerciali, il divieto di assembramento, la sospensione degli suq, degli hammam e di ogni tipo di festeggiamento ed inaugurazione

Il 17 marzo 2020, il presidente Saïed decreta il coprifuoco obbligatorio su tutto il territorio nazionale a partire dal giorno seguente dell'annuncio, dalle ore 18 alle ore 6. Verrà, invece, divulgata la quarantena totale e il divieto di uscita dal proprio domicilio su tutta la Tunisia da domenica 22 marzo 2020. Saïed annuncia altresì che un mancato rispetto delle misure previste costituirà una violazione dell'ordinanza e la ricorrenza a sanzioni pesanti.

All'alba del 16 aprile 2020, un volo cargo con attrezzature mediche offerte dall'OMS e la Cina per contrastare la diffusione del COVID-19, atterra all'aeroporto di Cartagine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Numero complessivo di casi confermati e sospetti.
  2. ^ NUOVO CORONAVIRUS–CINA (PDF), Ministero della salute, 12 gennaio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  3. ^ Novel Coronavirus Information Center, Elsevier. URL consultato il 10 aprile 2020 (archiviato il 30 gennaio 2020).
  4. ^ Covid-19, Oms: non è mortale come Sars e Mers, Ministero della salute, 18 febbraio 2020. URL consultato il 12 aprile 2020.
  5. ^ Michael Ryan, Il coronavirus ha ucciso più della Sars. L'Oms: "I contagi in Cina si stanno stabilizzando". E Amazon si ritira dal MWC a Barcellona, in La Repubblica, 9 febbraio 2020. URL consultato l'8 maggio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]