Mercedes-Benz W203

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mercedes-Benz W203
Mercedes C240.jpg
Descrizione generale
Costruttore Germania  Mercedes-Benz
Tipo principale berlina
Altre versioni station wagon
Produzione dal 2000 al 2007
Sostituisce la Mercedes-Benz W202
Sostituita da Mercedes-Benz W204
Euro NCAP (2002[1]) 5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza da 4526 a 4621 mm
Larghezza 1728 mm
Altezza da 1401 a 1466 mm
Passo 2715 mm
Massa da 1455 a 1705 kg
Altro
Stessa famiglia Mercedes-Benz SportCoupé e CLC
Mercedes-Benz SLK R171
Mercedes-Benz CLK W209
Auto simili Alfa Romeo 156 e 159
Audi A4
BMW E46 ed E90/E91
Ford Mondeo
Honda Accord
Lancia Lybra
Opel Vectra C
Peugeot 406 e 407
Renault Laguna
Volkswagen Passat
Volvo S60
2003 Mercedes-Benz C 180 Kompressor (W 203 MY03) Classic sedan (2010-05-04).jpg

W203 è la sigla di un'autovettura di fascia medio-alta prodotta dalla Mercedes-Benz dal 2000 al 2007, e corrispondente alla seconda generazione della cosiddetta Classe C.

Storia e profilo[modifica | modifica wikitesto]

Debutto[modifica | modifica wikitesto]

La seconda generazione della Classe C debutta nel marzo del 2000 al Salone dell'automobile di Ginevra, con l'obiettivo di sostituire la precedente W202. La stampa specializzata era con gli occhi puntati sulla nuova vettura già da quasi un anno e le indiscrezioni già parlavano di un modello assai più ricco e più intrigante nelle linee.

Linea ed interni[modifica | modifica wikitesto]

La W203 si presentava agli occhi del pubblico con nuove linee, molto più dinamiche e sportive di quelle che avevano caratterizzato a suo tempo la W202. Osservando meglio il corpo vettura in generale, non si poteva non notare le diverse affinità stilistiche tra la compatta tedesca e la "sorella maggiore" W220, appartenente alla Classe S. Lo si poteva notare ad esempio nel disegno della fiancata, più morbido, sinuoso ed aggressivo, ma anche nella coda, dotata di fari triangolari dal disegno simile a quello dell'ammiraglia di Stoccarda. Il frontale era invece la parte più caratterizzante: se per alcuni versi ricorda anch'esso quello della W220, seppur vagamente, se ne discostava in realtà per il fatto di essere caratterizzato da gruppi ottici che erano una via di mezzo tra quelli della W220 e quelli sdoppiati della intermedia W210, una sorta di doppi proiettori fusi tra loro. In generale, il corpo vettura è stato disegnato al fine di ottenere un miglior coefficiente di penetrazione aerodinamica, che in questo caso era di soli 0.26.
L'abitacolo della W203 era insolitamente caratterizzato da forme morbide ed arrotondate, in netto contrasto con il tradizionale utilizzo di linee tese. Ciò si ritrovava in particolar modo nei nuovi disegni di volante (multifunzione) e plancia. Il posto guida era molto comodo per il guidatore, di qualunque taglia e statura fosse, poiché le diverse regolazioni di volante e sedili consentivano di ritagliarsi una posizione di guida su misura ed ai massimi livelli quanto ad ergonomia. In generale, l'abitabilità era buona, grazie alle dimensioni del corpo vettura, leggermente aumentate.

Struttura e meccanica[modifica | modifica wikitesto]

La struttura della W203 era stata progettata e realizzata attingendo a quanto già fatto per la W220. La scocca era formata da diverse componenti preposte al raggiungimento di una struttura rigida, ma in grado allo stesso tempo di attuare un'efficace assorbimento degli urti. Quest'ultimo aspetto era caratteristico della zona frontale, dove venivano impiegati dei cosiddetti "crash box", ossia degli elementi in acciaio preposti all'assorbimento di piccoli urti.
Lo schema delle sospensioni, a ruote indipendenti su entrambi gli assali, prevedevano un avantreno di tipo MacPherson con tre bracci oscillanti ed un retrotreno multilink. Completavano il quadro delle sospensioni gli ammortizzatori oleopneumatici e le molle elicoidali. L'avantreno ed il gruppo motopropulsore erano sostenuti da un telaietto ausiliario.
L'impianto frenante era a dischi: quelli anteriori erano autoventilanti ed era presente l'ormai immancabile ABS, nonché l'ESP ed il dispositivo di assistenza alla frenata di emergenza. Lo sterzo era invece a cremagliera.

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Al suo debutto, la W203 era disponibile in quattro motorizzazioni a benzina più due a gasolio con tecnologia common rail. Le due motorizzazioni turbodiesel e le due di base a benzina erano a quattro cilindri in linea, mentre le due motorizzazioni di punta erano dei V6.
La gamma iniziale era la seguente:

  • C180, con motore da 2 litri e 129 CV;
  • C200 Kompressor, con motore da 2 litri sovralimentato mediante compressore volumetrico e 163 CV di potenza massima;
  • C240 V6, con motore V6 da 2.6 litri e 170 CV;
  • C320 V6, con motore V6 da 3.2 litri e 218 CV;
  • C200 CDI, con motore diesel da 2.1 litri e 115 CV;
  • C220 CDI, con motore diesel da 2.1 litri e 143 CV.

La C320 V6 era l'unica a montare un cambio automatico a 5 rapporti con innesti sequenziali One-Touch. Le altre versioni montavano un cambio manuale a 6 marce.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Confronto tra una W203 pre-restyling ed una W203 post-restyling

La W203 cominciò la sua commercializzazione nel maggio del 2000 in tre livelli di allestimento: Classic, Elegance ed Avantgarde. Nel corso dello stesso anno la gamma si arricchì con l'arrivo di due modelli: da una parte la C270 CDI, mossa da un 2.7 turbodiesel della potenza di 170 CV; dall'altra la potente C32 AMG, la prima W203 griffata AMG e dotata di un propulsore a 6 cilindri in linea da 3.2 litri sovralimentato mediante compressore volumetrico. Tale propulsore era in grado di erogare ben 354 CV.
Nel gennaio del 2001, al Salone di Detroit venne svelata la versione station wagon, nota anche con la sigla S203. Sull'onda del successo della S202, anche questa versione diverrà un best-seller.
Sempre nel 2001, viene introdotta una variante depotenziata della C200 CDI, il cui propulsore erogava appena 102 CV. Ma non era prevista per tutti i mercati, bensì solo per alcuni, tra cui non figurava quello italiano. Ed ancora nel 2001, venne introdotta la versione Sportcoupé, realizzata sulla stessa base meccanica e spesso considerata come facente parte della gamma W203, ma che di fatto andava a rivolgersi ad una fetta di clientela ben distinta.
Nel 2002, il modello C180 uscì di produzione, rimpiazzato dalla C180 Kompressor, dotata di un 1.8 con compressore, della potenza di 143 CV. Nello stesso anno, la C200 Kompressor vide il suo motore da 2 litri rimpiazzato dal 1.8 M271 sovralimentato, sempre da 163 CV di potenza massima.
Nel 2003 vi furono altre novità: la C200 Kompressor venne affiancata dalla C200 CGI, dotata dello stesso propulsore, ma con alimentazione ad iniezione diretta. Tale versione non verrà mai proposta nel mercato italiano. Sul fronte dei motori diesel, invece, la C200 CDI vide la sua potenza passare da 115 a 122 CV, mentre la C220 CDI ricevette alcune migliorie volte a migliorarne l'erogazione. Venne inoltre introdotta la C30 CDI AMG, prima (e finora unica) Mercedes-Benz a gasolio rivista dalla piccola azienda di Affalterbach. Tale versione era equipaggiata da un 3 litri turbodiesel common rail da 231 CV.

Restyling[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 vi fu il restyling di metà carriera: gli aggiornamenti esterni furono molto sobri, limitati a piccoli dettagli. Vennero ridisegnati i paraurti, mentre i cristalli dei fari anteriori divennero trasparenti. Le vere novità si ebbero sottopelle, dove venne montato il 2.2 litri turbodiesel da 150 CV, che fino a quel momento era riservato alla sola W211 (all'epoca in produzione già da due anni). Venne inoltre migliorato il cambio, reso più fluido e meno soggetto ad impuntature. I modelli C240 e C320 furono da quel momento disponibili anche con trazione integrale 4-Matic. Per quanto riguarda invece i veri nuovi arrivi, la versione di punta, la C32 AMG, venne sostituita dall'ancora più prestante C55 AMG, dotata di un poderoso V8 da 5.4 litri in grado di erogare ben 367 CV. Meno esclusiva ma comunque non alla portata di tutti era l'altra nuova entrata nella gamma W203, ossia la C230 Kompressor, il cui propulsore da 1.8 litri sovralimentato era accreditato di 192 CV e permetteva di raggiungere prestazioni non da poco.
La gamma W203, al momento del restyling divenne assai ricca e per il mercato italiano comprendeva:

  • C180 K, C200 K e C230 K, con motore 1.8 sovralimentato da 143, 163 e 192 CV;
  • C240, con motore V6 da 2.6 litri e 170 CV (volendo, anche con trazione integrale 4-Matic);
  • C320, con motore V6 da 3.2 litri e 218 CV (anche con trazione integrale 4-Matic);
  • C55 AMG, con motore V8 da 5.4 litri e 367 CV;
  • C200 CDI e C220 CDI, con motore 2.2 turbodiesel da 122 e 150 CV;
  • C270 CDI, con motore 2.7 turbodiesel da 170 CV;
  • C30 CDI AMG, con motore 3.0 turbodiesel da 231 CV.

Nel 2005, si ebbero altre novità: prima di tutto, la C230 Kompressor, dopo un solo anno di produzione venne sostituita dalla C230, equipaggiata da un V6 da 2.5 litri aspirato della potenza di 204 CV. Ed inoltre, la C240 venne tolta di produzione, mentre la C320 venne sostituita dalla C280, mossa da un V6 di 3 litri da 231 CV. Il gap tra quest'ultimo modello e la sportiva C55 AMG venne colmato sempre nel 2005 con l'arrivo della C350, dotata di un V6 da 3.5 litri e 272 CV. Per quanto riguarda i diesel, la C30 CDI AMG e la C270 CDI vennero sostituite da un unico modello, la C320 CDI, della potenza di 224 CV. Infine, nel 2005 venne tolta di produzione la C200 CGI dai mercati dove era prevista.
Con questo nuovo assetto, la gamma rimase invariata fino al marzo del 2007, quando le versioni berlina cedettero il passo alla nuova generazione della Classe C, la W204. Le versioni station wagon rimasero in listino fino al dicembre dello stesso anno, per poi essere anch'esse rimpiazzate dalla familiare S204.

La station wagon (S203)[modifica | modifica wikitesto]

Una W203 station wagon, nota anche come S203

La versione station wagon realizzata sulla base della W203 esordì all'inizio del 2001 al Salone di Detroit. La cornice di tale presentazione fu scelta appositamente per strizzare l'occhio alla clientela d'oltreoceano, da decenni un mercato strategico per la Casa tedesca. Dalla punta del muso fino al montante centrale, la carrozzeria è in pratica la stessa della berlina. Nella zona posteriore, invece, si sviluppa la coda, disegnata in chiave sportiva e caratterizzato da un padiglione che tende ad abbassarsi, sostenuto dai due montanti posteriori, anch'essi piuttosto inclinati. Nonostante ciò, il vano bagagli non era poco capiente, anzi, risultava essere assai modulabile grazie alla possibilità di abbattere lo schienale, anche parzialmente, e di arrivare ad ottenere una capacità di carico che spaziava da 470 litri (con cinque posti disponibili) a 1.384 litri nella configurazione a soli due posti. A richiesta era possibile ottenere un vano di carico supplementare sotto il piano di carico principale, una sorta di doppio fondo. Ma in questo caso non si poteva avere la ruota di scorta, bensì un kit di riparazione pneumatici.
Disponibile nelle stesse motorizzazioni della berlina, comprese anche le sportive griffate AMG, la vettura ottenne un gran successo di vendite, specie con i generosi ed assai elastici motori diesel. La sua produzione si interruppe nel dicembre del 2007, nove mesi dopo la berlina.

Riepilogo caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito vengono riportate le caratteristiche della principali versioni previste nella gamma W203. I dati si riferiscono alle versioni berlina: le versioni station wagon (S203) si differenziavano per: la massa superiore di circa 50–60 kg; la velocità massima inferiore di circa 5 km/h; l'accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in circa 3-4 decimi di secondo in più; i consumi medi più alti di circa mezzo litro ogni 100 km; il prezzo più alto di circa 1.800 Euro. I prezzi sono espressi in Euro e si riferiscono al livello di allestimento meno costoso, tranne che nelle versioni AMG, le quali erano disponibili in un unico allestimento.
Infine, per precisione, le sigle di telaio delle versioni station wagon differiscono da quelle delle corrispondenti versioni berlina per la quarta cifra, che è un 2 anziché uno 0. Così, per esempio, se la C240 berlina aveva la sigla 203.061, la C240 SW aveva la sigla 203.261.

Modello Sigla
telaio
Motore Cilindrata
cm³
Alimentazione Potenza
CV/rpm
Coppia
Nm/rpm
Cambio/
N°rapporti
Massa a
vuoto
(kg)
Velocità
max
Acceler.
0–100 km/h
Consumo medio
(l/100 km)
Anni di
produzione
Prezzo al debutto
in migliaia di euro
Versioni a benzina
C180 203.035 M111E20EVO
(111.951)
1998 Iniezione
elettronica
129/5300 190/4000 M/6 1.455 210 11" 9.4 2000-02 28.353
C180 Kompressor 203.046 M271E20
(271.946)
1796 Iniez. elett.
+ compressore
143/5200 220/
2500
1.465 223 9"7 8.4 2002-07 29.680
C200 Kompressor 203.045 M111E20ML
(111.955)
1998 Iniez.elett.
+compressore
163/5300 230/
2500-4800
1.490 230 9"3 9.7 2000-02 32.433
203.042 M271E18ML
(271.940)
1796 163/5500 240/
3000-4000
1.475 234 9"1 8.7 2002-07 31.420
C200 CGI1 203.043 M271DE18ML
(271.942)
1796 Iniez.elett. diretta
+ compressore
170/5300 250/3500 - 235 9" - 2003-05 -
C230 Kompressor 203.040 M271E18ML/1
(271.948)
1796 Iniez.elett.
+ compressore
192/5800 260/3500 1.490 240 8"1 9 2004-05 34.700
C230 V6 203.052 M272E25
(272.920)
2496 Iniezione
elettronica
204/6100 245/
2900-5500
1.530 245 8"4 9.3 2005-07 35.242
C240 V6 203.061 M112E26
(112.912)
2597 170/5500 240/4500 1.535 235 9"2 10.8 2000-05 33.466
C240 V6
4-Matic
203.081 M112E36
(112.916)
A/5 1.640 232 10" 11.3 2004-05 39.830
C280 V6 203.054 M272E30
(272.940)
2996 231/6000 300/
2500-5000
M/6 1.535 250 7"3 9.3 2005-07 36.402
C280 V6
4-Matic
203.092 M272E30
(272.941)
A/5 1.640 247 7"6 9.8 2005-07 40.402
C320 V6 203.064 M112E32
(112.946)
3199 218/5700 310/
3000-4600
1.565 245 7"8 10.5 2000-04 39.612
M/6 1.555 248 7"7 10.9 2004-05 40.180
C320 V6
4-Matic
203.084 M112E32
(112.953)
A/5 1.650 245 8" 11.4 2004-05 44.120
C350 V6 203.056 M272E35
(272.960)
3498 272/6000 350/
2400-5500
M/6 1.555 250 6"4 9.5 2005-07 42.695
C350 V6
4-Matic
203.087 M272E35
(272.970)
A/5 1.655 6"9 10.3 2005-07 46.696
C32 AMG 203.065 M112E32ML
(112.961)
3199 Iniez.elett.
+ compressore
354/6100 450/4400 1.635 5"2 11.3 2001-04 59.370
C55 AMG 203.076 M113E55
(113.988)
5439 Iniezione
elettronica
367/5750 510/4000 11.9 2004-07 69.500
Versioni diesel
C200 CDI2 203.007 OM646DE22LA red.
(646.962)
2148 Turbodiesel
common rail
102/4200 235/
1500-2600
M/6 1.460 180 14"1 - 2003-05 -
203.004 OM611DE22LA red.
(611.962 red.)
115/4200 250/
1400-2500
203 12"1 6.1 2000-03 29.024
OM646DE22LA
(611.960)
122/4200 270/
1600-2800
1.515 208 11"7 6.3 2003-07 30.840
C220 CDI 203.006 OM611DE22LA
(611.962)
143/4200 315/
1800-2600
1.505 220 10"3 6.3 2000-03 31.348
340/2000 1.520 5.9 2003-043 -
203.008 OM646DE22LA
(646.963)
150/4200 1.540 224 10"1 6.4 2004-07 33.260
C270 CDI 203.016 OM612DE27LA
(612.962)
2685 170/4200 400/
1800-2600
1.585 230 8"9 6.8 2000-05 34.500
C320 CDI 203.020 OM642DE30LA
(642.910)
2987 224/3800 415/
1400-3800
1.630 246 8"1 6.9 2005-07 41.904
C30 CDI AMG 203.018 OM612DE30LA
(612.990)
2950 231/3800 540/
2000-05
A/5 1.580 250 6"8 7.6 2003-05 50.650
1 3 Non per il mercato italiano
2Versione da 102 CV (203.007) non disponibile per il mercato italiano

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Crash test Euro NCAP del 2002, euroncap.com. URL consultato il 4 dicembre 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mercedes-Benz Opera Omnia 1886-2001, J. Lewandowski, Automobilia
  • Auto, Agosto 2000, Conti Editore
  • Auto, Febbraio 2002, Conti Editore
  • Auto, Aprile 2004, Conti Editore

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili