Mercedes-Benz W206

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mercedes-Benz Classe C (W206)
MB W206 2.jpg
Descrizione generale
CostruttoreGermania  Mercedes-Benz
Tipo principaleBerlina
Altre versioniFamiliare
Produzionedal 2021
Sostituisce laMercedes-Benz W205
Euro NCAP (2022[1])5 stelle
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza4751 mm
Larghezza1820 mm
Altezzada 1438 a 1455 mm
Passo2865 mm
Massada 1550 a 1700 kg
Altro
Auto similiBMW G20
Audi A4 B9
MB W206 3.jpg

La sigla W206 identifica una berlina a tre volumi di medie dimensioni, prodotta dalla Mercedes-Benz a partire dal 2021 con consegne a partire dal mese di giugno, corrispondente alla quinta generazione della Classe C. Il modello è fabbricato anche nella variante di carrozzeria familiare, identificata con la sigla S206.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Muletto in fase di test a novembre 2020

Presentata in anteprima mondiale il 23 febbraio 2021,[2] come le più grandi Classe E e Classe S la W206 si basa sul pianale modulare a trazione posteriore Mercedes MRA II nella versione più corta.[3]

Oltre alla berlina quattro porte tre volumi e alla station wagon, saranno derivate delle varianti coupé e cabriolet, che andranno a sostituire le Classe C e Classe E coupé/cabriolet, ma saranno versioni a sé stanti con una nuova denominazione: Mercedes-Benz CLE.

S206 SW

Rispetto al modello che va a sostituire, al lancio ci sono solo motorizzazioni a 4 cilindri. Tutti i motori a combustione interna a 4 cilindri sono dotati di un sistema ibrido leggero composto da un moto-generatore con avviamento integrato da 15 kW e di una rete elettrica a 48 volt. Il passo è di 2865 millimetri, 25 millimetri in più della generazione precedente.

Come optional è disponibile l'asse posteriore sterzante con angolo di sterzata di 2,5 gradi: con questo sistema il raggio di sterzata si riduce di 0,4 m.[4]

Interni

Il design degli esterni si rifà alla coeva Classe E, mentre gli interni sono derivati da quelli della Classe S. Dalla Classe S riprende il sistema MBUX di seconda generazione dotato di due display, uno che funge da quadro strumenti dietro il volante e un secondo posto nella parte inferiore della console centrale. Dalla ammiraglia porta in dote anche i fari dotati di una tecnologia che permette di proiettare simboli e indirizzare in maniera dinamica il fascio luminoso, attraverso una serie di piccoli specchi posti nei pressi dei LED dei fanali anteriori.[5]

Motorizzazioni[modifica | modifica wikitesto]

Mercedes-AMG C63

La gamma parte dal motore a benzina della C 180, un 1,5 litri 4 cilindri da 125 kW (170 CV); come ulteriore step di potenza c'è la C 200 dotato dello stesso motore ma con 150 kW (204 CV). Al vertice c'è la C 300, dotata di un 2,0 litri da 190 kW (258 CV), che può erogare ulteriori 36 CV per un massimo di 30 secondi in overboost.

I motori diesel sono dotati del medesimo 2,0 litri quattro cilindri nei livelli di potenza 147 kW (200 CV, C 220 d) e 195 kW (265 CV, C 300 d). Il motore rispetto alla W205 presenta delle novità tecniche, come un nuovo albero motore che fa aumentare sia la corsa a 94,3 millimetri che la cilindrata totale a 1992 cm³ (prima era 92,3 millimetri e 1950 cm³) e di un sistema d'alimentazione biturbo con entrambe le turbine a geometra variabile raffreddate ad acqua. Sul fronte dei propulsori ibridi plug-in, ci sono sia per i motore a benzina sia per i diesel. I modelli ibridi plug-in hanno un'autonomia in modalità solo elettrica di circa 100 chilometri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili