Maserà di Padova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maserà di Padova
comune
Maserà di Padova – Stemma
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Padova-Stemma.png Padova
Sindaco Nicola De Paoli (lista civica Uniti per Maserà e Bertipaglia - centrodestra) dal 27 maggio 2013
Territorio
Coordinate 45°19′00″N 11°52′00″E / 45.316667°N 11.866667°E45.316667; 11.866667 (Maserà di Padova)Coordinate: 45°19′00″N 11°52′00″E / 45.316667°N 11.866667°E45.316667; 11.866667 (Maserà di Padova)
Altitudine 9 m s.l.m.
Superficie 17,54 km²
Abitanti 9 071[1] (31-12-2010)
Densità 517,16 ab./km²
Frazioni Bertipaglia
Comuni confinanti Abano Terme, Albignasego, Cartura, Casalserugo, Due Carrare
Altre informazioni
Cod. postale 35020
Prefisso 049
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 028048
Cod. catastale F011
Targa PD
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona E, 2 383 GG[2]
Nome abitanti maseratensi
Patrono Natività della Beata Vergine Maria
Giorno festivo 8 settembre
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Maserà di Padova
Posizione del comune di Maserà di Padova all'interno della provincia di Padova
Posizione del comune di Maserà di Padova all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Maserà di Padova è un comune di 9.071 abitanti[3] della provincia di Padova in Veneto.

Fa parte dell'Area Metropolitana di Padova, istituita da una deliberazione del Comune di Padova il 31 maggio 2003 ed è situata all'interno della seconda cintura urbana di Padova.

In paese ha sede il Coro polifonico Mortalisatis diretto dal maestro Alessandro Kirschner.

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Persone legate a Maserà di Padova[modifica | modifica sorgente]

A Maserà di Padova risiedono il pattinatore Daniel Morandin, l'ex presidente della regione Veneto Aldo Bottin e la modella Martina Beretta. È inoltre nativo di Maserà lo storico dell'arte don Guido Beltrame e l'ex presidente del Calcio Padova e politico Augusto Calore.

Cittadino illustre è stato Giorgio Perlasca che da solo, nell’inverno del 1944 a Budapest riuscì a salvare dallo sterminio nazista migliaia di ebrei spacciandosi per console spagnolo. Il padre di Giorgio Perlasca è stato per molti anni segretario comunale. Per propria volontà, dopo la morte avvenuta nel 1992, Giorgio Perlasca fu stato sepolto nel cimitero comunale.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Attraversata in senso longitudinale nord-sud dalla Strada provinciale 92, Maserà è collegata con Padova mediante autoservizi svolti da APS Holding e Busitalia-Sita Nord.

Fra il 1888 e il 1954 nella cittadina fu presente inoltre una fermata della tranvia Padova-Bagnoli di Sopra, gestita dalla Società delle Guidovie Centrali Venete (gruppo Società Veneta), parte di un gruppo di infrastrutture che contribuirono in tale periodo al rilancio economico della provincia di Padova.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2008 in carica Nicola De Paoli Uniti per Maserà e Bertipaglia delle Libertà Sindaco

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ Fonte: ISTAT - Bilancio demografico al 31/12/2010 [1].
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]