Vigonza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vigonza
comune
Vigonza – Stemma Vigonza – Bandiera
Vigonza – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
Sindaco Nunzio Tacchetto (lista civica di centrodestra) dal 29-5-2007
Territorio
Coordinate 45°27′N 11°59′E / 45.45°N 11.983333°E45.45; 11.983333 (Vigonza)Coordinate: 45°27′N 11°59′E / 45.45°N 11.983333°E45.45; 11.983333 (Vigonza)
Altitudine 10 m s.l.m.
Superficie 33,32 km²
Abitanti 22 748[2] (31-12-2015)
Densità 682,71 ab./km²
Frazioni Busa, Codiverno, Peraga, Perarolo, Pionca, San Vito Località: Barbariga, Capriccio, Carpane, Codivernarolo, Luganega, Prati[1], San Gaetano
Comuni confinanti Cadoneghe, Campodarsego, Fiesso d'Artico (VE), Noventa Padovana, Padova, Pianiga (VE), Stra (VE), Villanova di Camposampiero
Altre informazioni
Cod. postale 35010
Prefisso 049
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 028100
Cod. catastale L900
Targa PD
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti vigontini
Patrono San Sebastiano
Giorno festivo 20 Gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Vigonza
Vigonza
Vigonza – Mappa
Posizione del comune di Vigonza all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Vigonza (Vigónsa in veneto[3]) è un comune italiano di 22 748 abitanti[2] della provincia di Padova in Veneto, situato a nord-est del capoluogo.

I primi documenti e la toponomastica[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo Vigoncia si ritrova per la prima volta in un atto notarile che attesta di un cospicuo dono matrimoniale, la Cartula de morgincap (dono del primo mattino di matrimonio) del longobardo Giovanni del fu Martino di Piove di Sacco subito dopo il matrimonio avvenuto nel novembre del 999, alla fanciulla diletta e amatissima Giustina, figlia di Berengerio, abitante nel luogo di Vigonza (abitatrice in loco Vigoncia).[4] Diversi sono i pareri e le interpretazioni sull'origine del nome . Il toponomastico Davide Olivieri sostiene che si possa riconoscere nella parola Vigonza il nome di una persona germanica Gunzo[5] e in tal caso il nome Vigonza potrebbe significare villaggio di Gunzo . Altra possibile origine del nome potrebbe essere legata alla posizione geografica del paese che si trova in una biforcazione  : chi veniva da Padova a Vigonza incontrava un bivio, una strada portava a Venezia, l'altra a Treviso. Il nome deriverebbe da Biguncia, ossia biforcazione.[6]

Capoluogo e frazioni[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni urbanistiche

Il comune, in parte sviluppato sul graticolato romano, confina con la Provincia di Venezia e conta sette frazioni:

quest'ultima capoluogo, il quale è posto lungo la Strada statale 515 Noalese, originata dalla fusione delle antiche vie provenienti rispettivamente da Treviso (Via Noalese) e da Mestre (Via Miranese).

Busa costituisce un popoloso nuovo quartiere che si può quasi considerare la prima periferia di Padova, Pionca e Codiverno sono frazioni a vocazione agricola, Peraga possiede la bellissima villa costruita nel 1300 sui resti del Castello dei Da Peraga mentre San Vito è frazione separata dal resto del territorio comunale dalla deviazione del Brenta, posta a breve distanza dal centro di Noventa Padovana.

Da Comune a Città[modifica | modifica wikitesto]

Con Decreto del Presidente della Repubblica del 26/06/2015, con il quale viene riconosciuta l'importanza del territorio vigontino nell'ambito della cintura urbana di Padova per posizione, popolazione, attività e storia, viene assegnato al Comune di Vigonza il titolo di Città.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Fonte sito istituzionale del comune di Vigonza[7]

  • Chiesa di Santa Margherita (XIX secolo). Situata nel centro urbano di Vigonza, è sede parrocchiale e dedicata a Margherita di Antiochia con il titolo di Santa Margherita Vergine e Martire; l'edificio venne costruito tra il 1834 ed il 1837 su progetto di Jacopo Sacchetti, parzialmente ricostruito a causa dei danni subiti durante la seconda guerra mondiale. nuova è infatti la facciata, realizzata nei tardi anni quaranta. Fa parte del complesso anche l'antico campanile risalente al XVI secolo precedentemente addossato alle vecchia chiesa ora demolita.
  • Chiesetta dei Santi Pietro e Paolo, sita in località Carpane (XV secolo). Edificata nel 1478 su un'insula, sul luogo dove già ne esisteva una precedente, nota dal XII secolo, per proteggerla da possibili inondazioni.
  • Chiesa dei Santi Vincenzo e Anastasio, Peraga.
  • Chiesa di san Vito, nell'omonima frazione

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Ville Venete[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio comunale sono presenti 16 Ville venete, registrate nel catalogo dell'IRVV (Istituto Regionale Ville Venete):[8]

    • Ca' Badoer, Muneratti, Corinaldi.
    • Villa Spada, Levorato.
    • Casino di caccia Pagnucco – Bettanini.
    • Villa Alzavola.
    • Villa Roman.
    • Villa Conte.
    • Villa Fongaro.
    • Villa Carraro - Pagin – Fattoretto.
    • Villa Barbariga, Sala, Basaglia.
    • Villa Donaudi.
    • Villa Pavanello.
    • Villa Arrigoni – Zuccolo.
    • Villa Trevisan – Sacchetto.
    • Villa Da Peraga, Bettanini.
    • Casa canonica di Vigonza.
    • Villa Selvatico, Da Porto

Architettura razionalista[modifica | modifica wikitesto]

In piazza Zanella esattamente di fronte all'edificio sede municipale sorge il complesso denominato "Borgo Rurale Fratelli Grinzato", progettato e realizzato dall'architetto Quirino De Giorgio, nella seconda metà degli anni '30, per conto del regime Fascista in attuazione della politica del governo, volta ad eliminare le malsane abitazioni dei contadini dell'epoca denominate "Casoni", con edifici più moderni, salutari, confortevoli e strutturalmente organizzati. Il complesso rappresenta un tipico esempio di "Architettura Razionalista" dei primi del '900 e oltre alle casette schierate in forme sinuose spiccano "Il Teatro" recentemente ristrutturato e la "Casa del Fascio" oggi sede del Comando di Polizia Locale del Comune. [9]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[10]

Persone legate a Vigonza[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1995 1999 Mario Della Mea centrosinistra Sindaco
1999 2002 Guido Carraro centrodestra Sindaco
2002 2007 Antonino Stivanello centrosinistra Sindaco
2007 in carica Nunzio Tacchetto centrodestra Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio e calcio a 5[modifica | modifica wikitesto]

  • Vigontina San Paolo F.C., nata nel 2016, militante in Serie D. È l'erede della Luparense San Paolo e dell'Atletico San Paolo Padova.
  • S.S.D. Vigontina Calcio, nata nel 1995 dalla fusione tra A.S. Pionca e U.S. Busa. Nella stagione 2004-2005 ha militato in Serie D. Nel 2016 cessa l'attività in favore della neonata Vigontina San Paolo F.C.
  • A.S.D. Vigonza, nata nel 1955 e militante in Seconda Categoria.
  • U.S. Perarolo Vigontina, nata nel 1969 e militante in Terza Categoria.
  • A.S.D. Vigoreal C5 è l'unica squadra di calcio a 5.

Altri sport[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1987 è presente una società sportiva denominata Polisportiva Union Vigonza che gestisce alcuni impianti sportivi comunali dove si praticano diverse discipline a livello amatoriale e agonistico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Vigonza - Statuto.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 827.
  4. ^ A. Gloria, CDP I, Venezia 1877-1881, novembre 999, doc. N. 79
  5. ^ D. Olivieri, Toponomastica veneta, Firenze 1961, p. 33
  6. ^ M.Bonetti. Storia del territorio Vigontino,dalle origini all'avvento della Serenissima, Vigonza 2000, p. 38
  7. ^ Itinerario delle chiese, su Comune di Vigonza, http://www.comune.vigonza.pd.it/home.asp. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  8. ^ Fonte: Sito Web Istituto Regionale Ville Venete, irvv.regione.veneto.it.
  9. ^ Fonte: Sito istituzionale del Comune di Vigonza - pagina dedicata al Teatro di Quirino De Giorgio, comune.vigonza.pd.it.
  10. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN124318789