Due Carrare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Due Carrare
comune
Due Carrare – Stemma
Due Carrare – Veduta
Piazza del Municipio e Via Roma a Carrara San Giorgio
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
Sindaco Davide Moro (centro-sinistra) dal 31-5-2015
Data di istituzione 21-3-1995
Territorio
Coordinate 45°17′N 11°50′E / 45.283333°N 11.833333°E45.283333; 11.833333 (Due Carrare)Coordinate: 45°17′N 11°50′E / 45.283333°N 11.833333°E45.283333; 11.833333 (Due Carrare)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 26,56 km²
Abitanti 9 050[2] (31-12-2015)
Densità 340,74 ab./km²
Frazioni Cornegliana, Terradura; località Chiodare, Gorghizzolo, Mezzavia, Pontemanco
Comuni confinanti Abano Terme, Battaglia Terme, Cartura, Maserà di Padova, Montegrotto Terme, Pernumia
Altre informazioni
Cod. postale 35020
Prefisso 049
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 028106
Cod. catastale M300
Targa PD
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti carraresi
Patrono Visitazione della Beata Vergine Maria
Giorno festivo 1º giugno[1]
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Due Carrare
Due Carrare
Due Carrare – Mappa
Posizione del comune di Due Carrare all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Due Carrare (Do Carare in veneto) è un comune italiano di 9 050 abitanti[2] della provincia di Padova in Veneto, situato a sud del capoluogo.

Nasce dalla fusione dei comuni di Carrara San Giorgio e Carrara Santo Stefano, stabilita con un referendum popolare il 26 febbraio 1995 e sancita con la successiva legge regionale del 21 marzo 1995[3]. Anche i due centri abitati sono stati fusi nell'unico capoluogo di Due Carrare, del quale oggi costituiscono i quartieri. Per tale motivo non può parlarsi di comune sparso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'insediamento attuale era conosciuto nel medioevo come Carrara, patria della famiglia dei Carraresi che furono signori di Padova nel XIV secolo.

Da segnalare la presenza dell'abbazia di Santo Stefano, le cui prime notizie risalgono all'XI secolo. L'importanza che questa ha rivestito nei secoli è testimoniata, tra l'altro, dal fatto che la località di Carrara Santo Stefano sia sempre stata nota anche con l'appellativo di "Bassìa".

Dal campo di aviazione di San Pelagio - una frazione dell'attuale comune - partì il 9 agosto 1918 lo storico volo su Vienna di Gabriele D'Annunzio. La località ospita attualmente il Museo dell'Aria e dello Spazio all'interno di Villa Zaborra detta anche Castello di San Pelagio.

D'interesse la località di Pontemanco, sorta laddove un ponte scavalca il canale Biancolino, caratterizzata dalla presenza di antichi mulini.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4][5]

Abitanti dei due comuni prima della fusione


Carrara Santo Stefano - Carrara San Giorgio

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Le principali vie di comunicazione che servono il territorio comunale sono la strada statale SS16 "Adriatica" e la strada provinciale "Conselvana" Padova-Bagnoli di Sopra. Dall'autostrada A13 Bologna-Padova, l'uscita utile per raggiungere il comune è il casello "Terme Euganee".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mattino di Padova del 2 ottobre 2015 - Consultato il 25 ottobre 2016
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  3. ^ Consiglio Regionale Veneto - Leggi Regionali
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ fino al 1991 compreso il dato è la somma delle popolazioni dei comuni di Carrara San Giorgio e Carrara Santo Stefano

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN243896767
Padova Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova