Villa del Conte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'antico edificio nel comune di Lamporecchio in provincia di Pistoia, vedi Villa del Conte Manni in Carraia.
Villa del Conte
comune
Villa del Conte – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
Sindaco Renzo Nodari (lista civica) dal 25/05/2014
Territorio
Coordinate 45°35′00″N 11°52′00″E / 45.583333°N 11.866667°E45.583333; 11.866667 (Villa del Conte)Coordinate: 45°35′00″N 11°52′00″E / 45.583333°N 11.866667°E45.583333; 11.866667 (Villa del Conte)
Altitudine 28 m s.l.m.
Superficie 17,35 km²
Abitanti 5 530[2] (31-12-2010)
Densità 318,73 ab./km²
Frazioni Abbazia Pisani[1]
Comuni confinanti Campo San Martino, San Giorgio in Bosco, San Martino di Lupari, Santa Giustina in Colle, Tombolo
Altre informazioni
Cod. postale 35010
Prefisso 049
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 028101
Cod. catastale L934
Targa PD
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti comitensi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Villa del Conte
Villa del Conte
Posizione del comune di Villa del Conte all'interno della provincia di Padova
Posizione del comune di Villa del Conte all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Villa del Conte, (Via 'l conte in veneto) è un comune italiano di 5.530 abitanti[3] della provincia di Padova, in Veneto.

La frazione capoluogo appartiene alla diocesi di Padova, mentre Abbazia Pisani dipende dalla diocesi di Treviso, vicariato di Castello di Godego.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

I fiumi che attraversano il pianeggiante territorio comitense, in direzione nord-ovest verso sud-est, sono:

  • Tergola
  • Piovego
  • Ghebo Mussato
  • Orcone
  • Vandura (immissario del Tergola)

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime tracce di Villa Comitis sono desumibili da alcuni toponimi che ricordano la presenza romana e il graticolato Cittadella-Bassano entro cui sorse il villaggio. In diverse località (Via Vittorio Veneto, S. Massimo di Borghetto, chiesa parrocchiale, etc.) nel corso degli ultimi anni sono stati rinvenuti notevoli reperti archeologici di epoca romana[4].

Il 29 aprile 1085, Ecelo I, della famiglia degli Ezzelini da Onara, con altri signori, tra i quali alcuni esponenti della famiglia da Camposampiero, elargì un'importante donazione al monastero di Santa Eufemia di Villanova (l'attuale frazione di Abbazia Pisani). In questo documento appaiano per la prima volta i nomi di Bassano e del Margnano (un sito archeologico nel comune di Bassano del Grappa.[5]

il paese fu punto d'attrazione di numerose famiglie padovane e successivamente veneziane grazie alla presenza del fiume Tergola che permetteva veloci spostamenti via acqua con Venezia. Già nel '400 sorgono numerose ville patrizie, alcune delle quali rimangono ancora (palazzi Morosini-Carlon,Zara-Todesco, Dolfin, Sanudo-Piacentini).

Agli inizi del Novecento esisteva una località "Malcanton", omonima di una zona di Venezia, che corrispondeva all'attuale incrocio tra via degli Alpini e via Don G. Carrara (ex Via Chiesa).

Villa del Conte è stata interessata dai combattimenti del primo conflitto mondiale e ha pagato un pesante tributo di vite umane. In Piazza Vittoria che corrisponde al centro del paese è stato eretto il Monumento ai Caduti. Le tristi vicende del secondo conflitto mondiale qui ahnno avuto un'eco importante. Ad Abbazia Pisani sorge un artistico monumento che ricorda le numerose vittime della rappresaglia nazi-fascista che il 29 aprile 1945 misero a ferro e fuoco la località.

Il paese dopo la seconda guerra mondiale è stato interessato da una forte emigrazione verso i paesi del nord Europa: Germania, Svizzera, Austria. Chi poteva andava a cercare lavoro all'estero e periodicamente inviava del denaro ai familiari a casa.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al merito civile
«Piccolo centro del padovano, durante le tragiche giornate della Guerra di Liberazione, subì una delle più feroci rappresaglie da parte delle truppe naziste, che trucidarono brutalmente ventisei suoi concittadini, soprattutto giovani e donne. Ammirevole esempio di coraggio, di spirito di libertà e di amor patrio.»
— Villa del Conte (PD), 29 aprile 1945

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

In località Borghetto, al confine con San Martino di Lupari e Santa Giustina in Colle, è presente la chiesa di San Massimo risalente verosimilmente al X-XI secolo.[6].

Nella Chiesa parrocchiale dei santi Giuseppe e Giuliana di Villa del Conte si trovano alcune tele del grande pittore veneziano Palma il Giovane. Il prof. Romeo Sandrin ha dato a Villa del Conte varie opere tra cui anche il monumento al bersagliere di via Carrara (già via Chiesa).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Nei primi anni dell'Ottocento la popolazione era di un migliaio circa. Dopo la Seconda guerra mondiale si attesta sui livelli attuali di circa 5.000 abitanti.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione di Villa del Conte.

Villa del Conte dispone di una propria stazione ferroviaria che si trova sulla ferrovia Bassano del Grappa-Padova ubicata nella frazione Abbazia Pisani.

Il municipio di Villa del Conte durante una nevicata notturna nel 2004.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Un'organizzazione sportiva che è presente, ormai da tempo, nel territorio è la Pedale Comitense, che raggruppa i ciclisti amatoriali del paese. Altre società presenti nel territorio sono la Comitense Volley, che raggruppa squadre dal minivolley alla prima divisione e la Comitense Calcio, con una prima squadra che milita in seconda categoria. Lo Sporting '88 ANSPI è invece una società di puro settore giovanile della frazione Abbazia Pisani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Villa del Conte - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Fonte: ISTAT - Bilancio demografico al 31/12/2010 [1].
  4. ^ C. Miotto, P. Miotto, Il territorio di Villa del Conte nella storia. L'abazia di S. Pietro e S. Eufemia, S. Massimo di Borghetto e la Contea del Restello, Noventa Padovana 1994.
  5. ^ P. Miotto, Abbazia Pisani, Storia di un monastero millenario e della sua gente, Villa del Conte 206.
  6. ^ Comune di Villa del Conte - Chiesa di San Massimo-Borghetto
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Padova Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova