Terrassa Padovana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Terrassa Padovana
comune
Terrassa Padovana – Stemma Terrassa Padovana – Bandiera
Terrassa Padovana – Veduta
La facciata del Santuario della Beata Vergine della Misericordia
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
Sindaco Ezio Betto (Lega Nord) dall'8-6-2009
Territorio
Coordinate 45°15′N 11°54′E / 45.25°N 11.9°E45.25; 11.9 (Terrassa Padovana)Coordinate: 45°15′N 11°54′E / 45.25°N 11.9°E45.25; 11.9 (Terrassa Padovana)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 14,81 km²
Abitanti 2 686[1] (31-12-2015)
Densità 181,36 ab./km²
Frazioni Arzercavalli
Comuni confinanti Arre, Bovolenta, Candiana, Cartura, Conselve
Altre informazioni
Cod. postale 35020
Prefisso 049
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 028090
Cod. catastale L132
Targa PD
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti terrassani
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Terrassa Padovana
Terrassa Padovana
Terrassa Padovana – Mappa
Posizione del comune di Terrassa Padovana all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Terrassa Padovana è un comune italiano di 2 686 abitanti[1] della provincia di Padova in Veneto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fino al 1867 era denominata semplicemente "Terrassa"[2]. Terrassa Padovana, il toponimo antico, la indica come una località chiamata Terra Arsa che significa probabilmente “disboscata con azione rapida e violenta dal fuoco”. Il primo documento certo, datato 3 novembre 1097 parla di una donazione con la quale un certo Cono da Calaone cede al Monastero di San Michele a Candiana, un territorio boscoso circondato da paludi e denominato appunto Terra Arsa. La frazione di Arzercavalli viene citata in un primo documento noto in data 25 ottobre 1165 in occasione di passaggi di proprietà, con il nome di “Arzer De Cavallis”, ma la località era conosciuta molto prima anche per la presenza di un canale navigabile e con possibilità di traino delle barche da cavalli sugli argini (vedi Via Navegauro). Successivamente il territorio di Terrassa vede come protagonisti i signori Bragadin nobili veneziani, mentre Arzercavalli che conservò il nome originario di Arzer De Cavallis almeno fino alla fine dell'Ottocento, subì l'influenza benefica dei Benedettini della vicina Candiana.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2015.
  2. ^ Regio Decreto n° 3827 del 21 luglio 1867, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 229 del 22 agosto 1867
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Padova Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova