Battaglia Terme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Battaglia Terme
comune
Battaglia Terme – Stemma Battaglia Terme – Bandiera
Battaglia Terme – Veduta
Vista dal ponte sul Canale Battaglia
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of Arms of Veneto.png Veneto
ProvinciaProvincia di Padova-Stemma.png Padova
Amministrazione
SindacoMassimo Momolo (centro-sinistra) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate45°17′21.73″N 11°46′46.52″E / 45.28937°N 11.77959°E45.28937; 11.77959 (Battaglia Terme)
Altitudine11 m s.l.m.
Superficie6,23 km²
Abitanti3 826[1] (31-8-2021)
Densità614,13 ab./km²
Comuni confinantiDue Carrare, Galzignano Terme, Monselice, Montegrotto Terme, Pernumia
Altre informazioni
Cod. postale35041
Prefisso049
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT028011
Cod. catastaleA714
TargaPD
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[2]
Cl. climaticazona E, 2 344 GG[3]
Nome abitantibattagliensi
Patronosan Giacomo
Giorno festivo25 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Battaglia Terme
Battaglia Terme
Battaglia Terme – Mappa
Posizione del comune di Battaglia Terme all'interno della provincia di Padova
Sito istituzionale

Battaglia Terme (Batàja in veneto[4]) è un comune italiano[5] di 3 826 abitanti[1] della provincia di Padova in Veneto, situato a sud del capoluogo di provincia.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Battaglia Terme per estensione è il più piccolo tra i comuni della provincia. È situato a sud di Padova, tra l'estremità orientale dei Colli Euganei e la pianura veneta. Sul suo territorio si ergono alcune sommità collinari, tra le quali la più alta è il monte Ceva (256 m s.l.m.), che si uniscono a formare un arco denominato "ferro di cavallo" a motivo della forma caratteristica.

Alle pendici del monte Croce sono tuttora visibili le cave di trachite euganea, che ora, cessata l'attività estrattiva, costituiscono un habitat florofaunistico sui generis.

Altra sommità degna di nota è il colle di Sant'Elena nelle cui viscere sono scavate grotte naturali dalle quali sgorga acqua termale, e alle cui pendici sono presenti numerosi laghetti anch'essi termali che costituiscono le cosiddette Valli Selvatiche, oltre che numerose sorgive di acqua termale.

Battaglia è un paese ricco d'acqua anche per i canali che l'attraversano. Il principale è il canale di Battaglia che, da nord, proveniente da Padova porta le acque del Bacchiglione a ricongiungersi attraversando il centro abitato con quelle portate dal canale Bisato che più a sud giunge fino a Monselice. In centro all'abitato, per mezzo di una triplice chiusa detta "Arco di Mezzo" nasce il canale Vigenzone che da Battaglia scorre in direzione est fino a ricongiungersi con il Bacchiglione in località Bovolenta. Minore per portata d'acqua, ma fondamentale per lo scarico delle piene, è il canale Rialto che, proveniente da nord ovest, sottopassa il Canale di Battaglia attraverso la botte del Pigozzo per confluire nell'alveo del Vigenzone.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il significato del toponimo è di difficile interpretazione: nel tempo è stato attribuito al fatto che è il luogo in cui si scontrano le acque del Canale Battaglia, proveniente da Padova e il Frassine proveniente da Este e Monselice e che si riversano, attraverso una cascata nel canale di sotto o al rumore fatto dalle numerose pale di mulino e infine al farlo derivare da Baptalea, ovvero il luogo dove si facevano i bagni da cui anche il suffisso Terme, legato alla presenza di fonti termali[6].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo nucleo del paese sorse intorno all'anno 1000 attorno al colle di Sant'Elena, dove era in funzione un ospizio per pellegrini con annesse le grotte termali (un lascito di Speronella Delesmanini, risalente al 1199 contiene il più antico riferimento al paese, e riguarda un terreno sulla sommità del Colle di Sant'Elena, dove oggi sorge Villa Selvatico: il lascito richiede per l'acquisizione della proprietà del terreno di edificare in parte di esso un alloggio per pellegrini).

Successivamente con la costruzione del canale di Battaglia, attorno al 1200 l'abitato si sviluppò lungo le sponde del canale navigabile. Oltre alla sempre presente attività termale si sviluppò un'intensa attività commerciale legata al trasporto delle merci.

Pur rimanendo sempre un contesto urbano prevalentemente agricolo esso vide lo sviluppo di importanti realtà industriali come le Officine Elettromeccaniche Galileo di Battaglia Terme (poi Magrini-Galileo) che contavano oltre un migliaio di operai. Inoltre Battaglia ospitava un importante complesso termale che, fino alla prima guerra mondiale, era considerato il più lussuoso delle terme euganee. Trasformato durante la prima guerra mondiale in ospedale militare, successivamente venne abbandonato per essere di nuovo restaurato[senza fonte] e riaperto nel 1936 con il nome di "Stabilimento I.N.P.S. Pietro D'Abano". Durante la seconda guerra mondiale il complesso venne utilizzato come centro di riabilitazione per i feriti di guerra e per i malati di tbc[senza fonte].

Durante la prima guerra mondiale, il re Vittorio Emanuele III si stabilì a Battaglia Terme nel castello (villa) del Catajo da dove ogni mattina raggiungeva, nella vicina località Rivella, Villa Italia, sede dello Stato maggiore dell'esercito, dove risiedeva il comandante Luigi Cadorna. Nella stessa villa del Catajo, chiamata castello perché costruita in cima a un colle, negli anni Trenta venne celebrato il fidanzamento ufficiale del principe di Napoli Umberto, destinato a diventare re Umberto II nel maggio del 1946, con la principessa Maria Josè.[senza fonte]

Nel 1919 la frazione di San Pietro Montagnon fu distaccata e costituita in comune autonomo (dal 1934 denominato Montegrotto Terme)[7].

Nel 1925 il comune cambia denominazione da Battaglia a Battaglia Terme[8].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[14]

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Si può raggiungere la città a sud da Monselice seguendo la SS16, oppure dall'autostrada A13 Bologna-Padova tramite l'uscita "Terme Euganee".

È inoltre presente una stazione ferroviaria, servita però principalmente da treni locali. Il paese è servito da corriere della Busitalia-Sita Nord.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

A Battaglia Terme è ambientato il romanzo Se l'acqua ride di Paolo Malaguti (Einaudi, 2020), finalista al Premio Campiello 2021. (ISBN 9788806244088)

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci dal 1946[modifica | modifica wikitesto]

Sindaco Partito Periodo Elezione
Riccardo Pistore Partito Comunista Italiano 1946-1956 1946
1951
Urbano Salvan Democrazia Cristiana 1956-1960 1956
Antonio Crestani Indipendente 1960-1962 1960
Vittorio Vendramin Partito Comunista Italiano 1962-1965 1960
Urbano Salvan Democrazia Cristiana 1965-1967 1964
Ernesto Scarparo Democrazia Cristiana 1967-1970 1964
Antonio Romano Democrazia Cristiana 1970-1975 1970
Bruno Bertin Partito Comunista Italiano 1975-1975 1975
1980
Bruno Savin Democrazia Cristiana 1985-1995 1985
1990
Sindaci eletti direttamente dai cittadini (dal 1995)
Sergio Grava Democrazia Cristiana 1995-1999 1995
Velia Bevilacqua Grande coalizione 1999-2009 1999
2004
Daniele Donà Centro-destra 2009-2014 2009
Massimo Momolo Centro-sinistra 2014-in carica 2014
2019

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 67, ISBN 88-11-30500-4.
  5. ^ Comune di Battaglia Terme, Sito ufficiale Comune di Battaglia Terme http://www.comune.battaglia-terme.pd.it/, su comune.battaglia-terme.pd.it. URL consultato il 2 aprile 2015.
  6. ^ AA. VV., Nomi d'Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Novara, Istituto geografico De Agostini, 2006, p. 73.
  7. ^ Distacco della frazione di San Pietro Montagnon dal Comune di Battaglia e costituzione in comune autonomo
  8. ^ STORIA DEI COMUNI - Variazioni Amministrative dall'Unità d'Italia
  9. ^ Comune di Battaglia Terme, Sito web Comune di Battaglia Terme: Home Storia ed Arte Chiesa di San Giacomo, su comune.battaglia-terme.pd.it. URL consultato il 2 aprile 2015.
  10. ^ http://www.castellodelcatajo.it/, su castellodelcatajo.it. URL consultato il 1º aprile 2015.
  11. ^ Istituto Regionale Ville Venete, Villa Selvatico, Emo-Capodilista [collegamento interrotto], su irvv.net. URL consultato il 30/12/2020.
  12. ^ Giardino di Villa Emo, su villaemo.it. URL consultato il 30/12/2020.
  13. ^ Museo della Navigazione fluviale, su museonavigazione.eu. URL consultato il 30/12/2020.
  14. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN132515063
  Portale Padova: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Padova