Kingdom Hearts (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Kingdom Hearts
Titolo originale キングダム ハーツ
Sviluppo Square
Pubblicazione Giappone Square
Stati Uniti Square EA/Disney Interactive
EuropaAustralasia SCEE
Ideazione Tetsuya Nomura
Serie Kingdom Hearts
Data di pubblicazione Giappone 28 marzo 2002
Stati Uniti 17 settembre 2002
Europa 15 novembre 2002
Australasia 22 novembre 2002
Genere Action RPG
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation 2, PlayStation 3
Supporto 1 DVD-ROM, Blu-ray Disc
Fascia di età ACB: G8+
CERO: A
ELSPA: 11+
ESRB: E
PEGI: 7+
USK: 6+
Periferiche di input Gamepad
Seguito da Kingdom Hearts: Chain of Memories

Kingdom Hearts (キングダム ハーツ Kingudamu Hātsu?) è un videogioco di tipo action RPG uscito in Europa il 15 novembre 2002 e noto per essere il risultato della collaborazione tra il creatore e produttore di giochi Square (ora Square Enix) e la Disney.

È un videogioco di ruolo d'azione con sfondi e paesaggi tridimensionali, calcolati in tempo reale. La musica è composta da Yoko Shimomura e il brano dei titoli di coda e l'orchestra d'apertura sono composti da Kaoru Wada. Inoltre, la canzone della presentazione iniziale, Hikari ("Luce") nella versione giapponese e Simple and Clean nelle versioni occidentali, è composta e cantata da Utada Hikaru.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia ha inizio sull'Isola del Destino, dove regnano perennemente il sole e il bel tempo. È abitata da alcuni personaggi già conosciuti, come Tidus, Wakka, e Selphie (tutti personaggi secondari che vengono dai rispettivi Final Fantasy - qui hanno l’eta di ragazzini), ma anche da Sora, il protagonista della storia. Un ragazzino dotato di gran cuore, confida molto negli amici, specialmente in due personaggi primari; Kairi, ragazzina dalle origini incerte che, non si sa né come né perché, si ritrova sull'isola e Riku, ragazzo maturo ma freddo come il ghiaccio e amico/rivale di Sora.

Un terribile incubo occupa i sogni di Sora: le ombre, conosciute come Heartless, tentano di farlo cadere in un baratro di oscurità, dal quale Sora riesce comunque a salvarsi. Una volta sveglio, Sora racconta a Kairi del sogno (anche se non creduto poiché molto confuso), e porta avanti il suo ambizioso progetto di lasciare l'Isola del Destino insieme agli amici Kairi e Riku, per conoscere insieme altre parti del mondo e per saziare la curiosità di scoprire le vere origini di Kairi. I loro sogni ben presto vengono infranti: una tempesta colpisce l'Isola e l'incubo di Sora si avvera. Gli Heartless vogliono catturare lui e il resto del l'isola, ma improvvisamente, gli viene in aiuto una spada-chiave chiamata Keyblade, con la quale egli può liberarsi dei nemici Heartless. Anche se riesce a trovare aiuto nella spada, per i suoi amici e il suo mondo oramai è già troppo tardi, perché sono sprofondati nell'oscurità. Cosa altro poteva fare allora se non seguirli?

Una volta inghiottito dall'oscurità, Sora cade in un sonno profondo. Si risveglia nella Città di Mezzo, crocevia fra le porte che conducono ai vari mondi e luogo in cui tutti i superstiti degli attacchi oscuri ai mondi arrivano. Qui incontra i compagni d'avventura, ossia i primi personaggi Disney che si vedono nella storia, Pippo e Paperino. Qui incontra anche il fedele cane di Topolino, Pluto, ma egli possiede un ruolo minore in questa storia. Questi personaggi, malgrado abbiano un carattere identico agli originali personaggi Disney, hanno delle professioni diverse nel mondo di Kingdom Hearts. Pippo è il Capitano dei Cavalieri Reali ma possiede un cuore pacifico, e Paperino è un Mago che non sa controllare le emozioni, specialmente se si arrabbia. I tre sono stati mandati da Re Topolino in cerca del possessore del Keyblade. Squall Leonhart, che si farà chiamare Leon, è uno degli abitanti della Città di Mezzo e rivelerà a Sora che è il legittimo detentore del Keyblade; gli heartless sono invece esseri privi di cuore, agenti dell'Oscurità che invadono i mondi e, in ognuno, cercano la porta che conduce al cuore del mondo. una volta trovata, essi penetrano in esso e lo avvelenano, e il mondo in questione viene inghiottito dall'oscurità. Il compito di Sora è viaggiare ovunque e chiudere le porte che conducono al cuore dei mondi prima che gli heartless le trovino. Gli altri alleati di Sora in questo mondo sono altri personaggi Disney e Square Enix come il Mago Merlino, Cip e Ciop, la Fata Smemorina, la ninja Yuffie, l’ingegnere Cid, la benevolente Aerith, il silenzioso ma saggio Leon e i nipotini di Paperino, Qui, Quo e Qua.

Alla guida di Sora, Pippo e Paperino, il giocatore deve viaggiare attraverso i mondi dove sono ambientate le storie dei vari cartoni animati Disney, e sfruttare il potere del Keyblade, che permette di chiudere le serrature delle porte per i cuori dei mondi, prima che gli Heartless possano avvelenarli per sempre. Dall'altro lato, vari malvagi Disney, che si sono coalizzati fra di loro (Malefica, Ade, Capitan Uncino, il Bau Bau, Jafar e Ursula), sono capitanati da Malefica, e stanno cercando in tutti i modi di ostacolare la missione di Sora, attirati dal potere degli Heartless e dell'Oscurità. L'amico di Sora, Riku, si lascia influenzare dal Male e dalle lusinghe di Malefica, che gli confida che in Sora è racchiuso il cuore rubato di Kairi. Sora, inconsapevole di tutto questo, continua a cercare i suoi amici e a viaggiare di mondo in mondo sconfiggendo i vari avversari (come Jafar, Capitan Uncino, Ursula ecc.) che gli si parano contro.

Arrivato alla Fortezza Oscura, scopre il piano di Malefica: usare i cuori delle sette principesse (Biancaneve, Alice, Cenerentola, Jasmine, Belle, Aurora e Kairi) per aprire la serratura che conduce a Kingdom Hearts, il reame dove sono racchiusi i cuori provenienti da tutti i mondi. Sora riesce a sconfiggere Malefica anche dopo la sua trasformazione in drago dovuta all'intervento di Ansem-Riku, ma quando si trova davanti alla serratura per Kingdom Hearts Riku, posseduto da una forza oscura, gli si para davanti e tenta di liberare il cuore di Kairi, fallendo. Dopo lo scontro Sora sacrifica il suo cuore per salvare l'amica colpendosi al petto col keyblade posseduto da Riku da quando è stato posseduto dall'oscurità, anche se questa azione lo fa diventare un Heartless (Shadow). Ma grazie all'affetto di Kairi, che gli dona il suo cuore rubato, Sora viene salvato e ritorna alla sua forma originaria. Sora si trova faccia a faccia con Ansem, un sovrano saggio che regnava sulla Fortezza Oscura e che era la causa della possessione di Riku. In realtà, egli manovrava il manipolo dei Antagonisti Disney per raggiungere il suo scopo principale: aprire la porta che conduce a Kingdom Hearts. In seguito si scoprirà che Ansem è nato quando Xehanort, apprendista di Ansem il Saggio, si sacrificò gettandosi nell'oscurita: dal suo cadavere nacque questo Heartless, addirittura il più potente. La sfida finale vedrà Sora battersi contro Ansem davanti alla porta di Kingdom Hearts, ai Confini del Mondo.

Sconfitto Ansem, Sora, Paperino e Pippo rimarranno fuori al mondo di Kingdom Hearts per aiutare a chiudere la porta. Riku e Topolino però sono costretti a rimanere dall'altra parte, dentro Kingdom Hearts. I due promettono a Sora che troveranno il modo di scampare da quel luogo e lo rincontreranno. Kairi viene riportata sull'Isola del Destino senza Sora, mentre lui, Pippo e Paperino si ritrovano su una lunga strada in campagna, dove cominciano a percorrere la via rincorrendo Pluto che reca in bocca una missiva del Re Topolino. Inoltre, mentre Pippo e Paperino dormono profondamente, Sora percorre una strada da solo e arriva al Castello dell'Oblio, dove è ambientato il gioco successivo, Kingdom Hearts: Chain of Memories.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

In gioco di ruolo in tempo reale il gruppo di battaglia (massimo 3 membri) può ospitare un 4º personaggio per cui il giocatore deve scegliere chi sta in "panchina", che anche se non è presente durante il gioco si vede comunque nei filmati.

Ogni personaggio del gruppo può essere equipaggiato con oggetti, armature, armi ed accessori che conferiscono particolari resistenze e forze in più. Molti oggetti, armature ed armi (solo alcuni scudi e scettri) possono essere acquistati nei vari negozi in giro per il gioco, usando i munny (la valuta del gioco, si ottiene sconfiggendo gli Heartless); in alternativa, si possono trovare nei molti forzieri.

Limiti[modifica | modifica sorgente]

Un "Limite" è un attacco speciale che Sora usa insieme ad uno o più compagni. Tali tecniche sono molto potenti, ma consumano molti MP di Sora.

Evocazioni[modifica | modifica sorgente]

Utilizzando la magia sarà possibile evocare vari personaggi in supporto di Sora, cosa che però comporterà la temporanea sparizione dei suoi normali compagni di battaglia.

Magie[modifica | modifica sorgente]

Sora possiede l'abilità di eseguire diversi tipi di magie, divisibili principalmente in offensive, difensive e di guarigione. Tutte le magie possiedono tre stadi di potere, ognuno di essi sbloccabile attraverso il compimento di qualche missione.

Abilità[modifica | modifica sorgente]

Nel corso del gioco, Sora ed i suoi compagni svilupperanno diverse abilità, ognuna di esse attivabile attraverso l'uso di degli AP (action points): ogni abilità attivata infatti fa uso di un certo numero di AP, che torneranno disponibili solo quando la stessa abilità verrà nuovamente disattivata. Le abilità si dividono in "Abilità Azione" consistenti in potenziamenti degli attacchi ed "Abilità di supporto" che donano vantaggi tattici.

Equipaggiamenti[modifica | modifica sorgente]

Nel corso del gioco Sora, Paperino e Pippo entreranno in possesso di varie armi: Keyholder (letteralmente "portachiavi", strumenti in grado di modificare le proprietà del Keyblade) per Sora, Scudi per Pippo e Scettri magici per Paperino e, oltre ad essi varie armature ed oggetti magici, in grado di aumentare rispettivamente le abilità difensive ed offensive dei personaggi, nonché la quantità di punti abilità, vita e magia.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Progetto nato dall'unione fra Disney e Square Enix, Kingdom Hearts presenta numerosi personaggi provenienti dai film prodotti dalla prima e dai videogiochi della seconda, in particolar modo Final Fantasy VII, VIII e X ma non manca di presentare alcuni personaggi originali, in primis Sora, Riku e Kairi, il protagonista del gioco ed i suoi due migliori amici.

Mondi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Mondi di Kingdom Hearts.

Durante lo svolgimento del gioco Sora, Paperino e Pippo viaggeranno per vari mondi: molti di essi sono tratti dai film Disney, ma alcuni sono stati creati da zero.

Kingdom Hearts: Final Mix[modifica | modifica sorgente]

Kingdom Hearts: Final Mix
Titolo originale キングダム ハーツ ファイナル ミックス
Sviluppo Square
Pubblicazione Square
Ideazione Tetsuya Nomura
Serie Kingdom Hearts
Data di pubblicazione Giappone 26 dicembre 2002
Genere Action RPG
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation 2
Supporto 1 DVD-ROM
Fascia di età CERO: A
Periferiche di input Gamepad
Preceduto da Kingdom Hearts
Seguito da Kingdom Hearts: Chain of Memories

Kingdom Hearts: Final Mix (キングダム ハーツ ファイナル ミックス Kingudamu Hātsu Fainaru Mikkusu?) è una versione alternativa del gioco pubblicata esclusivamente in Giappone il 26 dicembre 2002.

Rispetto al gioco originale e alle versioni europee e americane, Final Mix possiede numerose migliorie, fra cui:

  • Telecamera gestibile attraverso l'uso della levetta analogica destra.
  • Nuovi livelli di difficoltà.
  • Inserimento di nuove abilità, armi, oggetti e, più generalmente, un miglioramento del gameplay.
  • Presenza di nuovi heartless, rielaborazione di alcuni già esistenti e inserimento di un nuovo boss ("Uomo incappucciato").
  • Presenza di nuove scene atte a mettere in chiaro alcuni punti della trama poco approfonditi e, in aggiunta, un nuovo video segreto.
  • Possibilità di saltare i video già visti.

Nonostante sia un prodotto esclusivamente nipponico, i dialoghi sono in inglese con sottotitoli giapponese. Quando venne pubblicato, Final Mix incluse un mazzo di carte di Kingdom Hearts o l'album della colonna sonora. Una versione "Platinum Edition" di Kingdom Hearts Final Mix, pubblicata in seguito, conteneva anche un action figure di Sora, un set di adesivi e schizzi di alcuni personaggi.

Manga[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Kingdom Hearts (manga).

In Giappone e successivamente nel resto del mondo, è stata prodotta e pubblicata una serie cartacea delle avventure narrate nel videogioco. Kingdom Hearts è composto da 4 Tankōbon pubblicati in Giappone dal 2003 al 2005 ed in Italia dal febbraio al maggio 2008 nella collana Disney Manga. Nella stessa collana, nei mesi di ottobre e novembre 2009 è stato pubblicato il manga di Kingdom Hearts: Chain Of Memories. Dall' ottobre 2009 al giugno 2010, ancora nella medesima collana, sono usciti, con cadenza bimestrale, i 5 volumi di Kingdom Hearts II.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • All'interno del gioco vi è la presenza di diversi filmati alternativi in base alle scelte che vengono fatte; alcuni di questi si presentano nel caso in cui vinciamo o perdiamo contro Squall alla Città di Mezzo e Cloud al Monte Olimpo, Un altro filmato è variabile nel caso in cui la nostra prima metà dopo la Città di Mezzo è il Paese delle Meraviglie o il Monte Olimpo; nel primo vi sarà un filmato in cui Malefica avrà catturato Alice, mentre nel secondo caso avrà invece catturato Biancaneve. Un ultimo filmato alternativo è presente all'interno della Balena e tratterà i dialoghi tra Riku e Sora, a seconda se Riku è già entrato in possesso dei poteri oscuri di Ansem oppure no.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]