La sirenetta - Quando tutto ebbe inizio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sirenetta - Quando tutto ebbe inizio
Titolo originale The Little Mermaid: Ariel's Beginning
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 2008
Durata 77 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1,78:1
Genere animazione, fiabesco
Regia Peggy Holmes
Sceneggiatura Robert Reece, Evan Spiliotopoulos
Produttore Kendra Halland
Casa di produzione DisneyToon Studios, Toon City Animation
Distribuzione (Italia) Walt Disney Studios Home Entertainment
Storyboard Nicholas Filippi, Holly Forsyth, Chris Hubbard, Tron Mai, David Prince, Ray Shenusay, Robert Souza
Art director Tony Pulham
Character design Dan Haskett, Dana Landsberg, Eugene Salandra, Steven K. Thompson
Animatori Brook Bonus, Omar Cinco, Cynthia Javier, Gabriel Mase, Scott T. Petersen, Noel Villano
Montaggio John Royer
Effetti speciali Marvin Petilla
Musiche Jim Dooley
Scenografia Armen Melkonian
Sfondi Michael Gorospe
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

La sirenetta - Quando tutto ebbe inizio (The Little Mermaid: Ariel's Beginning) è un film del 2008 diretto da Peggy Holmes. È un film d'animazione Disney, prequel direct-to-video del film del 1989 La sirenetta. Nel film, tutta la musica è stata bandita dal regno sottomarino di Atlantica da Re Tritone, e la sua figlia più giovane Ariel tenta di contestare questa legge. Nell'edizione originale Jodi Benson e Samuel E. Wright riprendono i loro ruoli rispettivamente come Ariel e Sebastian, mentre Sally Field esprime la nuova cattiva del film, Marina Del Rey, e Jim Cummings sostituisce Kenneth Mars come Re Tritone. La Walt Disney Studios Home Entertainment distribuì il film il 26 agosto 2008. Il film contraddice apertamente alcuni eventi della serie televisiva prequel, il che implica che si tratta di una parte indipendente del franchise Disney de La sirenetta.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Re Tritone e sua moglie, la regina Atena, regnano sul regno sottomarino di Atlantica, che è pieno di musica e risate. Hanno sette giovani figlie, la più piccola delle quali è Ariel. I tritoni vengono mostrati mentre si rilassano in una laguna sopra l'acqua, e Tritone dà ad Atena un carillon. Improvvisamente, una nave pirata si avvicina. Tutti fuggono tranne Atena, che viene schiacciata dalla nave mentre cerca di salvare il carillon. Devastato dalla morte di Atena, Tritone getta il carillon in mare e bandisce la musica dal regno.

Dieci anni dopo, Ariel e le sue sei sorelle più grandi vivono sotto una rigorosa routine gestita dalla loro governante Marina Del Rey e il suo assistente Benjamin. Marina odia essere la governante delle ragazze e anela ad essere l consigliera di Tritone, un lavoro attualmente svolto dal granchio Sebastian. Ariel è frustrata dal loro attuale stile di vita, che la porta in conflitto con il padre. Un giorno Ariel incontra Flounder, un giovane pesce che in seguito lei segue fino in un club di musica clandestino. Lei è felice per la presenza della musica, ed è scioccata quando vede Sebastian esibirsi. Quando la sua presenza viene rivelata, tutta la band smette di suonare e si nasconde, credendo che Ariel parlerà a suo padre di loro. Ariel canta una canzone che spiega il suo amore per la musica e il ricordo di sua madre e si unisce al club con un giuramento.

Ariel ritorna al palazzo, e le sue sorelle l'affrontano sulla sua scomparsa. Lei spiega dove si trovava, e la notte seguente tutte e sette le sorelle vanno al club per divertirsi. Marina le trova segretamente, e in seguito riferisce le loro attività a Tritone. Sebastian, Flounder e la band vengono mandati in prigione, mentre Marina ottiene il lavoro che vuole.

Tritone confina le sue figlie nel palazzo, il che porta Ariel a chiedendogli perché la musica non è permessa. Tritone si rifiuta di rispondere e grida che non vuole la musica nel suo regno. Affranta, Ariel dice che Atena non avrebbe voluto che la musica fosse vietata, e nuota con rabbia fino alla camera da letto delle ragazze, presto seguita dalle sue rattristate sorelle. Quella notte decide di lasciare Atlantica e liberare i galeotti. Sebastian li conduce in un luogo deserto lontano dal palazzo in cui Ariel trova il carillon di Atena, come Sebastian sperava. Ariel e Sebastian decidono di tornare ad Atlantica per portare il carillon a Tritone, sperando che possa cambiare idea, poiché ha dimenticato come essere felice dopo la morte di Atena.

Sulla via del ritorno vengono confrontati da Marina e le sue anguille elettriche. Marina vuole fermarli in modo da mantenere la sua posizione di "potere", e ne consegue una lotta. Essa finisce quando Marina si lancia verso Sebastian, ma Ariel la spinge via, venendo colpita. Tritone arriva in tempo per assistere a questo, ed è pieno di rimorso per le sue azioni. Canta il testo de "La canzone di Atena", e Ariel si sveglia. Il film termina con Tritone che ripristina la musica ad Atlantica e nomina Sebastian come nuovo compositore di corte, con grande gioia di tutti. Gioiscono tutti tranne Marina, che è stata mandata in prigione.

All'interno della cella di una prigione, Benjamin, arrestato anche lui per aver saputo del piano malvagio di Marina, chiede a quest'ultima se ha imparato la lezione. Lei annuisce a malincuore, e Benjamin chiede a Marina di ballare con lui. I due cominciano così a ballare dentro la cella.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi de La sirenetta (Disney).

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il titolo di lavorazione di questo film era The Little Mermaid III, ed era originariamente prevista una pubblicazione per la metà del 2007. Quando John Lasseter rilevò la Disney Animation, vennero spese più risorse per il completamento di Cenerentola - Il gioco del destino, e l'attenzione tornò a questo film solo nel luglio 2006, dopo la conclusione di Cenerentola - Il gioco del destino.

Un teaser trailer e un'anteprima musicale del film (una versione alternativa di "Jump in the Line") furono allegati alla Platinum Edition in DVD de La sirenetta, pubblicata nel mese di ottobre 2006. All'epoca, il titolo provvisorio The Little Mermaid III era ancora in uso.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora per il film venne composta da James Dooley, che la registrò con un complesso di 72 elementi dell'Hollywood Studio Symphony, così come un'orchestra jazz, al Sony Scoring Stage.[1] Il film presenta nuove canzoni scritte da Jeanine Tesori, insieme a cover di canzoni calypso precedentemente registrate che furono arrangiate da Dooley. Le canzoni presenti nel film (edizione italiana) sono le seguenti:

  • "La canzone di Atena" - Eseguita da Giulia Luzi (Regina Atena)
  • "Un solo errore" - Eseguita da Giò Giò Rapattoni (Marina Del Rey)
  • "Mi ricordo" - Eseguita da Rossella Palma (Ariel)
  • "Jump in the Line (Shake, Shake, Shake, Senora)"[2][3] - Eseguita da Ronny Grant (Sebastian) e coro
  • "Jump In The Line (Shake, Shake, Shake, Senora)" versione a cappella - Eseguita da Manuel Meli (Flounder), Ronny Grant (Sebastian), Rossella Palma (Ariel) e coro
  • "Man Smart, Woman Smarter" (strumentale)[2]
  • "Un solo errore" (ripresa) - Eseguita da Giò Giò Rapattoni (Marina Del Rey)
  • "Canterò" - Eseguita da Jeannette Bayardelle

Non è mai stato pubblicato alcun album della colonna sonora.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

Rispetto al precedente La sirenetta II - Ritorno agli abissi anche nell'edizione italiana sono stati cambiati alcuni doppiatori. Ecco un elenco dei cambiamenti:

Ronny Grant è l'unico doppiatore ad essere rimasto nel proprio personaggio (Sebastian) in tutti i film e le serie televisive (in questo film mancano però diversi personaggi apparsi in precedenza). Anche Marco Mete figura nel cast di doppiatori in tutti e tre i film. Qui, però, lui doppia un personaggio diverso da Scuttle.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Il DVD divenne il più venduto nella settimana terminata il 31 agosto 2008.[4] Le recensione del film furono generalmente positive, anche se la nuova cattiva, Marina Del Rey, venne criticata come una povera continuazione di Ursula.[5][6][7] La qualità dell'animazione del film venne elogiata come "impressionante" per un direct-to-video e paragonabile a quella del film originale.[6][8] Una recensione leggermente negativa descrisse che nel film "la stupidita viene troppo spesso sepolta sotto una storia parlata che è troppo ordinaria per consentire che la grinta emotiva dei drammi dei personaggi sia veramente d'impatto".[9] Anche la musica venne criticata per non essere memorabile, con una recensione che afferma che "etichettare questo come un musical sarebbe pubblicità ingannevole".[7][8]

Edizioni home video[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

Prima edizione[modifica | modifica sorgente]

La prima edizione DVD del film uscì in Italia il 23 settembre 2008.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]
  • Lingue in Dolby Digital 5.1: italiano, inglese e francese;
  • Sottotitoli in italiano, inglese, inglese per non udenti e francese;
  • Contenuti speciali:
    • Scene eliminate;
    • Musica e altro;
    • Sirenettati: vanità interattiva;
    • Spalshdance: un'avventura sottomarina da ballerina;
    • La sirenetta: in fondo al mar e dietro le quinte di Broadway.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dan Goldwasser, Jim Dooley scores The Little Mermaid: Ariel's Beginning with songs by Jeanine Tesori, ScoringSessions.com, 4 luglio 2008. URL consultato il 4 luglio 2008.
  2. ^ a b James Plath, DVD review of Little Mermaid, The: Ariel's Beginning - DVD Town, DVDTown.com, 16 agosto 2008. URL consultato il 16 agosto 2008.
  3. ^ Irv Slifkin, The Little Mermaid: Ariel's Beginning 8/11/2008 Video Business, VideoBusiness.com, 11 agosto 2008. URL consultato il 17 agosto 2008.
  4. ^ Arnold Thomas, Ariel has new 'Beginning' on DVD, HollywoodReporter, 3 settembre 2008. URL consultato l'8 settembre 2008. [collegamento interrotto]
  5. ^ James Plath, DVD review of Little Mermaid, The: Ariel's Beginning - DVD Town, DVDTown.com, 16 agosto 2008. URL consultato il 16 agosto 2008.
  6. ^ a b Sombrero Grande, DVD Review: The Little Mermaid - Ariel's Beginning, Blog Critic, 26 agosto 2008. URL consultato l'8 settembre 2008.
  7. ^ a b Michael Stailey, The Little Mermaid: Ariel's Beginning at DVD Verdict, DVD Verdict. URL consultato l'8 settembre 2008.
  8. ^ a b 90'sCartoonMan, "The Little Mermaid: Ariel's Beginning": How To Keep Fish Fresh, Toon Zone, 1º settembre 2008. URL consultato il 10 settembre 2008.
  9. ^ David Cornelius, DVD Talk Review: The Little Mermaid: Ariel's Beginning, DVD Talk, 27 agosto 2008. URL consultato l'8 settembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]