Estremamente Pippo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Estremamente Pippo
Estremamente Pippo - An Extremely Goofy Movie - Max, PJ e Bobby.png
I tre amici Max, PJ e Bobby in una scena del film
Titolo originaleAn Extremely Goofy Movie
Lingua originaleInglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Australia
Anno2000
Durata76 min
Rapporto1.66:1
Genereanimazione, commedia
RegiaDouglas McCarthy
SceneggiaturaHillary Carlip, Scott Gorden
ProduttoreLynne Southerland
Casa di produzioneWalt Disney Feature Animation
DisneyToon Studios
Distribuzione in italianoBuena Vista Home Entertainment
MusicheSteve Bartek, Graeme Revell
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Estremamente Pippo (An Extremely Goofy Movie) è un film d'animazione Disney del 2000 ed è il seguito di In viaggio con Pippo (1995), con gli stessi personaggi tratti dalla serie televisiva Ecco Pippo! Questo film, realizzato per il mercato video, è il secondo spin-off della serie originale. Il film è stato distribuito in Italia solo in VHS ed esclusivamente in edicola nel maggio 2001 in allegato al settimanale Topolino.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quattro anni dopo gli eventi del prequel, Max e i suoi compagni P.J. e Bobby stanno per andare al college, dove intendono diventare campioni in sport estremi e giochi universitari, gli X Games. Pippo prepara per il figlio una colazione abbondante per celebrare l'evento ma Max, desideroso di togliersi di mezzo l'atteggiamento soffocante di suo padre se ne va di fretta senza mangiare. Un tristissimo Pippo rimane da solo e comincia a soffrire della sindrome del nido vuoto. Giunti al college, Max e i suoi amici incontrano i Gamma, un gruppo di campioni popolari degli sport, guidati da Bradley Uppercrust. I tre si erano già messi in testa di sconfiggere i Gamma e appena se ne presenta l'occasione i due gruppi ingaggiano una sfida: chi avesse perso i giochi universitari avrebbe portato l'asciugamano al vincitore per il resto del successivo anno accademico.

Nel frattempo, Pippo non riesce a concentrarsi sul suo lavoro alla fabbrica di giocattoli, venendo così licenziato. Avendo frequentato solo tre anni di università, decide di tornarci per finire l'ultimo anno di studio e ottenere così una laurea e un nuovo lavoro. Pippo raggiunge allora Max nella sua stessa università, lasciandolo basito e mettendolo in imbarazzo davanti a tutti. Oppresso dalla presenza del padre, Max cerca in ogni modo di allontanarlo da lui. Pippo conosce la bibliotecaria, Sylvia Marpole, di cui presto si innamora e, proprio mentre tenta di dirlo a Max, viene accidentalmente coinvolto nella sua esibizione con lo skateboard. A causa di una serie fortuita di avvenimenti, Pippo appare agli occhi del pubblico come un atleta di enorme talento. I Gamma gli offrono di unirsi a loro e Max lo convince ad accettare, sperando che in questo modo Pippo, distratto dagli allenamenti della squadra e dalla sua nuova fidanzata, non interferisca più nella sua vita privata.

Durante le qualificazioni per i giochi universitari, i Gamma truccano lo skateboard di Pippo e sabotano l’esibizione di Max. Come risultato, la sua esibizione viene giudicata appena sufficiente per passare al turno successivo, mentre Pippo ottiene risultati impeccabili. Pippo diventa estremamente popolare e Max, superato dal suo stesso padre che reputa "l'uomo più negato per lo sport di tutto il sistema solare", gli rivolge contro tutte le sue frustrazioni rinnegandolo egoisticamente, per poi gridargli di lasciarlo in pace e pensare alla sua vita. Dopo queste dure parole, Pippo cade in depressione, non concentrandosi su un esame e perdendosi anche un appuntamento con la sua fidanzata. Mentre Max pensa di trasferirsi in un altro college, venendo però convinto dai suoi amici a rimanere, Pippo torna a casa per un barbecue con Pietro. Qui confessa al vicino di voler mollare tutto, ma Pietro gli dice di riprendersi e rimanere concentrato sui suoi obiettivi. Queste parole risultano per lui illuminanti; dopo essere riuscito a rappacificarsi con Sylvia, Pippo decide di tornare a studiare e laurearsi, riuscendo a superare i successivi cinque esami col massimo dei voti. Decide anche di lasciare la squadra dei Gamma, venendo letteralmente sbattuto fuori a calci e in quel momento scopre che essi intendono truccare le finali dei giochi universitari. Pippo si precipita allora da Max per avvertirlo, ma il ragazzo, ancora arrabbiato con lui, si rifiuta di ascoltarlo.

Durante la competizione Max si accorge dell'assenza di Pippo nella squadra avversaria e che i Gamma realmente imbrogliano per conseguire la vittoria. A causa dell'ennesimo trucco degli avversari, P.J. viene messo fuori gioco proprio prima della gara finale. Il ragazzo capisce che suo padre aveva ragione e, rendendosi conto di essere stato egoista e troppo duro nei suoi confronti, gli lascia un messaggio di aiuto, chiedendogli di far parte della squadra in sostituzione di P.J.. Pippo accetta. Durante la gara Bobby viene messo fuori gioco e Pippo si scontra con Bradley, causando l'eliminazione di entrambi. Bradley però, con un trucco, attiva dei razzi sullo skateboard di Tank, un membro dei Gamma, facendolo finire addosso a Max e scagliando entrambi in un tendone che crolla e prende fuoco. Bradley, interessato solo alla vittoria, abbandona il compagno mentre Pippo, rendendosi conto che Max è in pericolo, interviene e riesce a mettere in salvo sia il figlio sia Tank. Grazie al suo aiuto Max vince la competizione e Tank, per vendetta, scaraventa Bradley in aria, diventando il nuovo capo dei Gamma.

Più tardi, Pippo riesce a ottenere la laurea e Max si rappacifica con lui. Per lasciargli un ricordo di quando sarà al college con gli amici, gli lascia il trofeo vinto con un messaggio allegato, in cui gli comunica che pur non essendo più il suo bambino, sarà sempre suo figlio. Dopo un abbraccio padre-figlio, Pippo parte assieme a Sylvia per un viaggio con lei.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]