Abudefduf saxatilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Abudefduf saxatilis
Abudefduf saxatilis
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Pomacentridae
Sottofamiglia Pomacentrinae
Genere Abudefduf
Specie A. saxatilis
Nomenclatura binomiale
Abudefduf saxatilis
(Linnaeus, 1758)
Maschio adulto
Sergeant Major fish caribe.JPG
Individuo giovanile

Abudefduf saxatilis, noto come sergente maggiore è un pesce osseo marino della famiglia Pomacentridae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo pesce è diffuso nelle fasce tropicali dell'Oceano Atlantico sia sulle coste americane che su quelle africano. È molto comune nel mar dei Caraibi. Nelle regioni tropicali degli oceani Pacifico e Indiano è sostituito dalla specie molto simile Abudefduf vaigiensis. Un esemplare è stato segnalato nel golfo di Napoli nel 1959, ma è stato poi attribuito alla specie indopacifica A. vaigiensis di provenienza lessepsiana[1][2].

Vive in acque basse nei pressi di scogliere o barriere coralline. Popola le fasce mediane dell'acqua, non troppo distante dal fondo. I giovanili frequentano le pozze di marea.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ha corpo alto e moderatamente compresso ai lati, a sezione oviodale. La bocca è piccola. La pinna dorsale è unica, con la parte spinosa più lunga di quella a raggi molli, che però è più alta. La pinna anale ha 2 raggi spinosi. La pinna caudale è forcuta. Le scaglie sono grandi e coprono buona parte della testa la base delle pinne pari.

La colorazione è grigistra-azzurra con riflessi gialli su dorso e fianchi e biancastra sul ventre. Sui fianchi sono presenti 5 barre nere verticali; talvolta una sesta striscia è presente sul peduncolo caudale e una macchia nera è presente alla base della pinna pettorale. I maschi adulti che stanno facendo la guardia al nido sono uniformemente azzurro scuro con le barre scure meno vistose del solito.

Misura fino a 23 cm ma la misura media non supera i 15 cm.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

È una specie fortemente gregaria che forma banchi non compatti nelle aree di alimentazione.

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si ciba di zooplancton, invertebrati bentonici e materiale vegetale. I giovanili possono effettuare l'attività di pesci pulitori similmente a quella del Labroides dimidiatus su altri pesci e anche su tartarughe marine.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le uova sono deposte sul fondo e vengono sorvegliate dal maschio. Le larve sono pelagiche.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Ha carni di nessun valore.

Acquariofilia[modifica | modifica wikitesto]

Talvolta è allevato negli acquari marini.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, 1991 ISBN 8842510033

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975, p. 186
  2. ^ Abudefduf vaigiensis
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci