Walt Disney Studios Home Entertainment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Walt Disney Studios Home Entertainment
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1978
Sede principale Burbank
Gruppo The Walt Disney Company
Persone chiave Janice Marinelli (presidente)
Prodotti Home Video
Sito web disney.it

La Walt Disney Studios Home Entertainment (fino al 2007 Buena Vista Home Entertainment) è la divisione per la distribuzione home video di The Walt Disney Company. La Disney iniziò a distribuire videocassette con il proprio marchio tra gli anni '80 e '90 prima con il nome Walt Disney Home Video, Disney Video dagli anni '90 al 2001 e dal 2001 al 2007 Walt Disney Home Entertainment.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Videocassette[modifica | modifica wikitesto]

Nata nei primi anni '80 per la distribuzione di film su cassetta, la Walt Disney Home Video è stata nota in Italia fino al 1983 con il nome di Creazioni Walt Disney. Nel 1986 iniziò poi a distribuire le videocassette per la vendita, all'inizio semplicemente rieditando vecchi titoli già disponibili a noleggio, poi in seguito distribuendo edizioni realizzate esclusivamente per la vendita, la prima di queste fu la videocassetta di Lilli e il vagabondo, distribuita nel 1990 con il logo di Walt Disney Classics che aveva come simbolo Topolino Apprendista Stregone e lo storico primo doppiaggio italiano del 1955.

Successivamente poi la produzione iniziò a diversificarsi e a editare sul nastro anche film e epidodi di serie televisive. Per ciò nacque negli anni '90 la necessità di dividere le serie di cassette in diverse collane. La principale, che comprendeva i più importanti film d'animazione della casa madre, fu denominata Walt Disney I Classici, e fu inaugurata dalla videocassetta de La sirenetta nel 1991. Parallelamente fu sviluppata anche l'idea di una serie di film concepiti esclusivamente per il mercato home video, concretizzatasi poi nel 1995, anno in cui Walt Disney Home Video era diventato nel nome di Disney Video con il film Il ritorno di Jafar, primo lungometraggio Disney dopo Aladdin realizzato esclusivamente per il mercato delle videocassette Disney.

Dal 1994 ogni cassetta della Walt Disney Home Video fu dotata di un sistema anti-duplicazione, mentre dal 1996 le custodie delle videocassette subirono un cambiamento, diventando più compatte e di dimensioni minori. Nel 1997 furono iniziati a essere redistribuiti tutti i classici in nuove edizioni restaurate dalla Disney Video. Essendo un prodotto molto popolare fra le famiglie le videocassette Disney divennero in breve tempo un successo commerciale specialmente durante il periodo natalizio.[1] Lo speaker ufficiale italiano delle videocassette Walt Disney Home Video e Disney Video è stato Michele Kalamera.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Le cassette iniziarono a declinare con l'avvento del Dvd, il disco digitale. I primi dvd furono pubblicati dalla Disney Video nel 1997 e inizialmente furono distribuiti dalla Warner Home Video che prende il posto della Buena Vista Home Entertainment. Dal 2000, quando la Disney assunse il ramo della distribuzione, iniziarono le massicce riedizioni di Classici su supporto digitale. Da subito il successo del dvd, grazie alla qualità video e audio nettamente superiore e alla capacità di memorizzazione di contenuti aggiuntivi al film, è enorme e vengono col tempo avviate delle edizioni volte non solo alle famiglie ma anche al collezionismo.

Nel 2001 con il dvd di Biancaneve e i sette nani che manteneva lo storico secondo doppiaggio del 1972 iniziò la collana delle Walt Disney Platinum Editions, una serie di edizioni in dvd, generalmente a due dischi, che comprendevano il film in edizione restaurate insieme a diversi contenuti speciali come dietro le quinte, giochi interattivi e video musicali.

Il dvd in breve tempo riuscì a conquistare buona parte del mercato home video, strappandolo alle videocassette. Nel 2006 fu distribuita l'ultima videocassetta Disney (che in Italia fu casualmente la terza edizione di Lilli e il vagabondo, la cui prima edizione era stato il primo titolo esclusivo per la vendita) e la Disney annunciò di voler supportare un nuovo formato di Dvd ad Alta Definizione: il Blu-ray Disc.

Blu-Ray Disc[modifica | modifica wikitesto]

Il Blu-Ray Disc fu iniziato a essere distribuito in Italia dal 2008. Nel 2009 la Walt Disney Diamond Editions sostituì la Platinum, mentre nel 2010 iniziarono a essere prodotti degli specifici Blu-ray 3D per la visione a tre dimensioni. Nonostante un'elevata campagna pubblicitaria il Blu-Ray Disc stenta ancora oggi a prevalere sul mercato dei DVD, che risulta dopo quasi dieci anni di concorrenza il formato più venduto fra le famiglie. Il disco blu viene riservato dalla Disney a speciali riedizioni di Classici per anniversari o per nuovi titoli in alta definizione, trovando un decisivo riscontro fra il pubblico collezionistico.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

I Walt Disney Studios Home Entertainment furono noti in Italia come[2]:

  • Creazioni Walt Disney/Walt Disney Home Video (fino al 1988)
  • Walt Disney Home Video/Buena Vista Home Video (1989-1993)
  • Walt Disney Home Video/Disney Video/Buena Vista Home Entertainment (1994-1995)
  • Disney Video/Buena Vista Home Entertainment (1996-2001)
  • Disney Video/Walt Disney Home Entertainment/Buena Vista Home Entertainment (2001-2007)
  • Walt Disney Studios Home Entertainment (2008-attuale)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Agli italiani piace il cartoon in cassetta - la Repubblica.it, ricerca.repubblica.it. URL consultato il 17 agosto 2015.
  2. ^ il futuro di Walt Disney? Biancaneve, su archiviostorico.corriere.it. URL consultato il 29 agosto 2015 (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).

Per approfondire le edizioni home video di ogni Classico Disney vedere alle singole voci dei film la sezione Home Video.