Biancaneve (Disney)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biancaneve
Biancaneve.JPG
Biancaneve canta nel bosco
Nome orig. Snow White
Lingua orig. Inglese
Autori
1ª app. Biancaneve e i sette nani (1937)
Interpretata da Ginnifer Goodwin (C'era una volta)
Voci orig.
Voci italiane
Specie Umana
Sesso Femmina
« Tanto era bello il principe, che subito l'amai! »
(Biancaneve racconta ai nani la sua storia, nel doppiaggio italiano del 1938)

Biancaneve è la protagonista del film d'animazione Biancaneve e i sette nani del 1937.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Una bellissima principessa dolce e leggermente ingenua, dalla pelle così candida che le fu dato come nome di battesimo Biancaneve, viveva in un bellissimo castello con suo padre, un amato re di uno splendido e pacifico regno tedesco medievale-rinascimentale. Una volta rimasto vedovo della sua prima moglie, la dolce madre di Biancaneve, il Re, dopo alcuni anni, decise di risposarsi, soprattutto per dare nuovamente una figura materna alla piccola Biancaneve, con una bellissima donna, Lady Grimilde. Grimilde, la nuova regina e matrigna di Biancaneve era tanto bella quanto gentile. Dopo la morte del marito, cercò di mostrarsi sempre affettuosa e gentile con Biancaneve rivelandole la sua bravura nella magia bianca. Ma dopo alcuni anni la regina dopo essersi resa conto di aver perso tutto (i genitori, il fratello ed ora anche il padre di Biancaneve) diventò ossessionata dalla sua bellezza fisica. Dopo di ciò si accorse che in tutto il regno la bellezza della giovane Biancaneve era sulla bocca di tutto il popolo. Così, invidiosa e gelosa, mostrò il suo crudele lato nascosto. Con la sua magia eliminò dai ricordi e dai pensieri della fanciulla la sua magia stessa, che da bianca si tramutò in nera, e obbligò improvvisamente la bambina a lavorare come sguattera del castello, licenziando poi quasi tutta la servitù che da anni abitava e lavorava in quella reggia e alla quale Biancaneve si era affezionata. Infine si proclamò dittatrice del regno e vestì la bambina di stracci. Quattro anni dopo, nonostante il suo abbigliamento da sguattera, Biancaneve incontrò il principe Florian, di un altro regno vicino, che passava di lì, notò la bellezza della ormai quasi quindicenne fanciulla e la sua voce celestiale. Ogni giorno la regina consultava il suo specchio magico, chiedendole chi fosse la più bella del reame, e lo specchio le confermava sempre che era lei la donna più affascinante di tutto il regno. Un giorno però, alla quotidiana domanda di Grimilde, lo specchio le dice che la più bella del regno è da tempo la sua figliastra Biancaneve. In preda alla gelosia, la regina si rinchiude nei suoi appartamenti, quando vede da una finestra il principe e Biancaneve insieme. Passani le settimane ed il principe torna al castello quasi ogni giorno e così inizia a conoscere Biancaneve e ad innamorarsi di lei, venendo ricambiato. Grimilde non lo tollera più e, di nascosto, fa catturare e rinchiudere il ragazzo nella prigione del castello da due soldati. Per distrarre Biancaneve, la regina, a malincuore, ordina al cacciatore di uccidere la sua figliastra nel bosco e di mettere in un cofanetto di legno il suo cuore per prova dell'omicidio. Il cacciatore la conduce in una radura, dove la principessa canta e raccoglie dai prati dei bellissimi fiori selvatici, ma non ce la fa ad uccidere l'innocente fanciulla e così le spiega tutto e la lascia fuggire nel bosco, al sicuro, intimandole di non tornare più al villaggio o al castello del regno. Dopo un primo momento di sconforto, dove, per la paura, interpreta gli alberi come dei mostri, si calma in un pianto e scopre che in realtà sono solo animaletti del bosco. Grazie a loro, Biancaneve raggiunge, come rifugio sicuro, una casetta nel fitto del bosco i cui proprietari sembrano assenti, ma hanno dimenticato di sigillare la porta. In compagnia dei simpatici animaletti, la principessa, abituata a cucinare e pulire negli anni passati al castello in schiavitù, si dedica alle pulizie della casa, lasciata in condizioni di profondo disordine. La casa è in realtà di sette nani fratelli: Dotto, Mammolo, Pisolo, Gongolo, Eolo, Brontolo e Cucciolo, minatori di diamanti e un tempo al servizio dei genitori di Biancaneve, il re e la regina; successivamente vennero cacciati da Grimilde dopo il suo cambiamento. Al loro rientro in casa dalla miniera, trovano tutto lindo e pulito, la cena pronta, e la principessa sdraiata su tre dei loro sette letti. Dopo una breve consultazione, decidono che la ragazza potrà rimanere con loro, per proteggerla dalla regina, cucinando la mattina con la porta di casa sigillata senza aprire a nessuno, e cantando e ballando con loro la sera. Ma, settimane dopo, al Palazzo Reale, la regina, interrogando di nuovo lo specchio, scopre che il cacciatore non ha eseguito i suoi ordini, e con un malvagio incantesimo nel suo laboratorio segreto di magia, si trasforma in un'orrenda e anziana megera, e avvelena una mela. Scoprendo in gran segreto che la regina non è più al castello, il principe Florian riesce a scappare dalla prigione e a tornare con il suo cavallo nel suo non lontano regno e si ripromette che riuscirà, prima o poi, a ritrovare la fanciulla. La regina si dirige quindi alla casa dei nani, quando la fanciulla è sola, e le offre la mela avvelenata: Biancaneve cade in un sonno profondo, ma non muore. Nel frattempo, gli animali del bosco, che hanno capito chi era la vecchia, corrono ad avvisare i nani del pericolo che corre la ragazza, e questi si precipitano a casa, dove trovano la vecchia che scappa dalla loro dimora e la inseguono sulle montagne vicine. Nella fuga, la vecchia muore cadendo in un burrone nel tentativo di colpire i nani con un macigno enorme. I nani, tornati alla casetta, trovano la fanciulla a terra, e, non avendo il coraggio di seppellirla per la sua bellezza e per la sua dolcezza, la pongono in un'urna di cristallo e oro nel bosco, dove lei non si decompone, poiché è solo addormentata. Il Principe Florian che aveva conosciuto mesi prima Biancaneve e non aveva mai smesso di cercarla, la ritrova e vede la scena del funerale, e, triste e commosso per aver perso la ragazza di cui si era innamorato, si ferma a baciare un'ultima volta la principessa: questo era l'antidoto del sonno profondo, all'insaputa del giovane, che per lo più non sapeva neanche che Biancaneve fosse la principessa. L'incantesimo malvagio di Grimilde infatti viene spezzato, Biancaneve si risveglia e, salutati i nani (forse verrà a trovare), parte col suo principe al castello di lui, verso un futuro di pace e serenità.

Una voce melodiosa[modifica | modifica wikitesto]

La peculiarità di Biancaneve è la sua voce melodiosa. Capace di incantare gli animali, che provano un'immediata fiducia nella ragazza, Biancaneve con la sua voce rallegra il bosco e la casa dei nani in più di un'occasione.

La saga di Kingdom Hearts[modifica | modifica wikitesto]

Kingdom Hearts[modifica | modifica wikitesto]

Biancaneve è una delle sette principesse del cuore, catturata dagli Heartless per ordine di Malefica (la strega già vista nel film Disney, La bella addormentata nel bosco). Sarà infine salvata da Sora, Paperino e Pippo. Biancaneve, come le altre principesse (fatta eccezione per Jasmine e Belle) non appare nel seguito del videogioco, infatti in Kingdom Hearts II viene solo menzionata.

Kingdom Hearts II[modifica | modifica wikitesto]

Kingdom Hearts Birth by Sleep[modifica | modifica wikitesto]

Biancaneve appare in questo prequel (Pubblicato dopo di Kingdom Hearts II), ed è possibile incontrarla nel mondo Bosco dei Nani, con tutti e 3 i protagonisti.

La storia di Terra: Terra giunge in questo mondo e si allea con la regina Grimilde: il loro patto consiste nel fatto che se Terra porterà il cuore di Biancaneve, la regina gli permetterà di chiedere allo Specchio Magico informazioni su Master Xehanort. Terra esce dal castello della matrigna e vi trova la bella principessa e dialogando con lei si accorge che lei è una delle principesse del cuore e decide di risparmiarla. Improvvisamente appaiono gli Unversed e Terra per fronteggiarli si arma del Keyblade (una chiave spada), ma Biancaneve fraintende e scappa, credendo che il ragazzo voglia prendere la sua vita. Terra non riesce a trattenerla e decide di tornare da Grimilde per affrontarla.

La storia di Ventus: Il giovane giunge nel bosco e vi trova Biancaneve spaventata dagli alberi e decide di accompagnarla in una casetta trovata mentre gironzolava nel bosco. Dopo averla accompagnata, Ventus decide di perlustrare la zona e si allontana dalla casetta. Dopo un po' giungono i nani che si arrabbiano alla vista di Ventus perché credono che sia un ladro, ma Biancaneve lo protegge, affermando che è stato lui ad accompagnarla fin lì. I nani le chiedono cosa sia successo e la ragazza spiega loro che è fuggita perché un ragazzo con una strana chiave ha tentato di attaccarla. Ventus capisce che si tratta di Terra e si arrabbia, ma incredulo va in cerca di prove da dimostrare ai nani dell'innocenza del suo amico. Nel bosco affronta Treant folle, e mentre cerca Terra trova ai suoi piedi una mela e si accorge che a perderla è una mendicante (Ventus non sa che quella mela è avvelenata e che quella vecchietta è Grimilde tramutata) e gliela restituisce. Vedendo il suo Keyblade, Grimilde gli dice che Terra l'ha aggredita per avere informazioni su Master Xehanort; Ventus, incredulo e non avendo prove dell'innocenza del suo amico, decide di andarsene.

La storia di Aqua: Grimilde riesce a ingannare Biancaneve e a farle mangiare la mela avvelenata. Aqua giunge nei pressi della casa dei nani e li vede piangere vicino a una bara. I nani le spiegano che Biancaneve è stata avvelenata mangiando una mela ricevuta da una vecchia mendicante e le dicono che la Regina è scappata via. La ragazza decide di aiutare i nani e su loro consiglio si avventura nel castello di Grimilde per trovare consigli su come risvegliare Biancaneve. Nell'atrio del castello vi trova il Principe Azzurro che le chiede se conosce Biancaneve e Aqua gli spiega cose le è successo e subito il principe raggiunge la casa dei nani. Aqua giunge nella sala di Grimilde e lotta contro lo specchio magico. Dopo aver vinto raggiunge il principe e assiste al bacio che risveglia Biancaneve.

Kingdom Hearts χ[modifica | modifica wikitesto]

Altre apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]