Geografia del Piemonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Piemonte.

Zone altimetriche del Piemonte

La Geografia del Piemonte illustra le caratteristiche geografiche del Piemonte, regione d'Italia.

Dati generali[modifica | modifica wikitesto]

Il confine tra Piemonte (Provincia di Alessandria) e Emilia-Romagna (Provincia di Piacenza) a Capanne di Cosola (1465 m slm)

Il territorio della regione è prevalentemente montuoso, 43,3%, ma estese sono anche le zone collinari, che ne rappresentano il 30,3% del territorio, e quelle di pianura (26,4%).

A ovest e a nord il Piemonte è circondato dalle Alpi, a sud dagli Appennini; a est sorge la pianura padana. A ovest il Piemonte confina con la Francia, a nord con la Valle d'Aosta, e con la Svizzera (in corrispondenza delle province di Vercelli e di Verbania), a est con Lombardia ed Emilia-Romagna, a sud con la Liguria. Confinano con l'Emilia-Romagna solo due comuni in provincia di Alessandria (Cabella Ligure, Carrega Ligure) con i due comuni piacentini di Zerba e Ottone.

Il Piemonte, seconda regione per estensione dopo la Sicilia, è costituito schematicamente dalla parte superiore del bacino idrografico del Po, il più grande fiume italiano che nasce dal Monviso. Il Po raccoglie tutte le acque provenienti dal semicerchio di Alpi e Appennini che circondano la regione su tre lati. Dalle vette più alte il paesaggio digrada nelle colline,(non sempre, a volte passa in modo brusco alle pianure) e infine nell'alta e poi bassa Pianura Padana.

Il confine tra la prima e la seconda è caratterizzato dalle risorgive, fonti che arricchiscono d'acqua i fiumi e alimentano una fitta rete di canali d'irrigazione. Il Lago Maggiore e la linea dei fiumi Ticino - Sesia separano il Piemonte dalla Lombardia. Lo sviluppo dell'irrigazione è stato fondamentale per l'economia del Piemonte ed in secondo piano, per l'economia delle provincie di Novara e Vercelli. Tra le più grandi opere idrauliche ricordiamo il canale Cavour, il canale Depretis, il canale Regina Elena ed i diramatori Quintino Sella ed Alto Novarese;

Il paesaggio ha quindi aspetti contrastanti: si passa dalle aspre vette del massiccio del Monte Rosa e del Gran Paradiso (Parco Nazionale), alle umide risaie del Vercellese e del Novarese; dai dolci pendii collinari delle Langhe e del Monferrato che declinano nel Basso Piemonte, alla pianura costellata di aziende agricole e industriali.

Il Piemonte con il monte Biscia Mora nel comune di Bosio (AL), nel Novese, al confine con il comune di Genova in valle Stura arriva a soli 8 km in linea d'aria dal mar Ligure e a meno di 6 km dal quartiere genovese di Pra'.

Orografia[modifica | modifica wikitesto]

La parete est del Monte Rosa

I monti contornano il Piemonte a nord, ad ovest e a sud. A sud-est vi sono gli Appennini, ad ovest e a nord le Alpi. Il monte più alto delle Alpi piemontesi è il Monte Rosa, che con la Punta Gnifetti raggiunge i 4.554 m.

I monti principali sono:

Le Alpi che interessano il Piemonte sono:

Vista delle Alpi Cozie con il Monviso

Valli[modifica | modifica wikitesto]

Essendo il Piemonte contornato a Nord e ad Ovest dalle Alpi e a sud dagli Appennini, è ricco di tante valli di dimensioni e lunghezza molto differenti.

Ecco un possibile elenco delle valli disponendole in senso antiorario a partire da nord e dal confine con la Lombardia:

il Tanaro

Passi alpini[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: [[Categoria:Valichi del Piemonte]].

Idrografia[modifica | modifica wikitesto]

Fiumi[modifica | modifica wikitesto]

Il Po a Torino.

Il Piemonte è attraversato dal fiume Po, che raccoglie le acque di tutti i torrenti e fiumi che discendono dalle vallate piemontesi.
Tra i principali affluenti del Po e fiumi del Piemonte vanno ricordati:

Una piccola parte del Piemonte è tributario del mar Ligure, comprendendo due torrenti oltre lo spartiacque:

Laghi[modifica | modifica wikitesto]

Vista del Lago Maggiore

Il Piemonte possiede numerosi laghi. I principali sono:

Inoltre le numerose vallate alpine sono costellati di tanti piccoli laghi, alcuni naturali e la maggior parte artificiali per la produzione dell'energia elettrica.

Tra questi laghi si trovano: lago Bianco, lago di Ceresole, lago di Malciaussia, lago della Vecchia, lago di Rimasco.

I laghi dell'Appennino piemontese, tutti artificiali e utilizzati per l'acquedotto di Genova sono:

Aree storico-geografiche[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]