Lago di Candia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lago di Candia
Canneto sul Lago di Candia.jpg
Stato Italia Italia
Regione Piemonte Piemonte
Provincia Torino Torino
Comune Candia Canavese, Mazzè, Vische
Coordinate 45°20′N 7°53′E / 45.333333°N 7.883333°E45.333333; 7.883333Coordinate: 45°20′N 7°53′E / 45.333333°N 7.883333°E45.333333; 7.883333
Altitudine 226 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie 1,52 km²
Profondità massima 7,7 m
Profondità media 4,7 m
Idrografia
Emissari principali Canale Traversaro
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Candia
Lago di Candia

Il lago di Candia, sito nel comune di Candia, nel Canavese, a una trentina di chilometri da Torino, è l'ultimo bacino lacustre con elevata naturalità della pianura padana piemontese, prima della barriera montuosa rappresentata dalle Alpi Occidentali.

Questa condizione ne fa un'area umida particolarmente importante per gli uccelli, soprattutto durante i periodi migratori e nei mesi invernali.

Parco naturale[modifica | modifica wikitesto]

Panorama del lago
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Parco naturale del Lago di Candia.

Dal 1995 il lago e il territorio circostante sono protetti come parco naturale di interesse provinciale e per tale motivo vige il divieto di caccia. La pesca è consentita solo per alcune specie e solo se muniti di regolare autorizzazione. Il parco naturale del Lago di Candia è stato il primo parco provinciale italiano ad essere istituito, occupa una superficie di 336,17 ha[1] e vanta un perimetro di circa 11,5 km.[2]

A questa tutela si è aggiunto, nel 2009 il riconoscimento del Lago di Candia come sito di interesse comunitario (codice: IT1110036).

La leggenda[modifica | modifica wikitesto]

Il lago di Candia è interessato da una curiosa leggenda, secondo la quale i Salassi, abitanti della zona, erano governati da Ypa, regina e sacerdotessa della dea acquatica Mattiaca. Vivendo un lungo periodo di pace e fertilità, la popolazione si sarebbe moltiplicata a tal punto tanto da decidere di bonificare il lago per coltivare nuove zone e produrre maggior nutrimento. La regina-sacerdotessa avrebbe ordinato ad alcuni uomini, capeggiati dal suo amante, di scavare una galleria di scarico per il lago. Intanto però Ypa si era innamorata di un altro uomo e così, per sbarazzarsi di quello vecchio, avrebbe deciso di rompere improvvisamente gli argini durante i lavori, compiendo però un errore di valutazione: le acque avrebbero sommerso buona parte del villaggio facendo innumerevoli morti, tra cui il suo nuovo amato. La donna colpita dal rimorso si sarebbe suicidata gettandosi nelle acque del lago[3].

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Nella zona di Candia la temperatura media annuale è di circa 12 °C, con temperature medie giornaliere minime in gennaio e massime in luglio. Le precipitazioni medie annue sono di circa 815 mm di acqua, con minimi in gennaio e massimi in maggio. Il numero medio di giornate di gelo nel corso dell'anno è 55 e i terreni appaiono piuttosto umidi durante tutto l'anno. Il microclima è temperato, piuttosto umido e senza una vera e propria stagione secca. Gli inverni, con poca neve, temperature basse e molte giornate nebbiose si alternano a estati calde e asciutte, con piogge improvvise. Le primavere, invece, sono molto variabili, con alternanza continua di pioggia e giornate soleggiate, un po' come in autunno, periodo mite e con numerose giornate di sole.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP)[collegamento interrotto]
  2. ^ IL PARCO NATURALE DEL LAGO DI CANDIA, TRA LEGGENDA E NATURA
  3. ^ A. Romanazzi, culti Pagani in Piemonte e val d'Aosta, Anguana Editrice, 2018

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]