Parchi nazionali d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mappa dei parchi nazionali (in verde) e dei parchi regionali (in arancione) in Italia nel 2004. La cartina rappresenta tutti i parchi nazionali esistenti a tale data, pari a 23 (mancano quindi il parco nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese e il parco nazionale dell'Isola di Pantelleria).

I parchi nazionali d'Italia sono aree naturali protette terrestri, marine, fluviali o lacustri italiane, che contengano uno o più ecosistemi intatti (o solo parzialmente alterati da interventi antropici) e/o una o più formazioni fisiche, geologiche, geomorfologiche, biologiche d'interesse nazionale ed internazionale, per valori naturalistici, scientifici, culturali, estetici, educativi o ricreativi, tali da giustificare l'intervento dello Stato per la loro conservazione.

Attualmente i parchi nazionali iscritti nell'Elenco ufficiale delle aree naturali protette (EUAP) sono venticinque (uno dei quali istituito ma non operativo), che complessivamente coprono una superficie di oltre 1.600.000 ettari (16.000 km², corrispondenti a circa il 5,3% del territorio nazionale).[1]

Elenco[modifica | modifica wikitesto]

Parchi istituiti prima della Seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Nome Territori interessati Superficie protetta Anno Immagine
Parco nazionale del Gran Paradiso Sede:

Torino.

13 comuni in 2 regioni:

71.043 ha Le prime luci dell'alba in Valle Orco - Ceresole Reale, Colle del Nivolet.jpg
Parco nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise
(fino al 2001 denominato Parco nazionale d'Abruzzo)
Sede:

Pescasseroli (AQ).

25 comuni in 3 regioni:

49.680 ha PNAbruzzo2.jpg
Parco nazionale del Circeo Sede:

Sabaudia (LT).

4 comuni nel Lazio (provincia di Latina)

8.917 ha Quarto caldo.JPG
Parco nazionale dello Stelvio Sedi:

Bormio (SO);

Cogolo di Peio (TN);

Glorenza (BZ).


22 comuni in 2 regioni:

130.734 ha Cevedale-Martello.jpg

Parchi istituiti dal dopoguerra sino agli anni 1980[modifica | modifica wikitesto]

Nome Territori interessati Superficie protetta Anno Immagine
Parco nazionale della Calabria
(istituito nel 1968 e ampliato nel 1985,[6] fu ridotto nel 1989 quando la sua porzione meridionale fu distaccata per formare il Parco nazionale dell'Aspromonte e soppresso definitivamente nel 2002, quando la porzione restante divenne Parco nazionale della Sila)
Sede:

Ente soppresso.

58 comuni in Calabria:

12.000 ha (1968-1985)
16.000 ha (1985-1989)
13.000 ha (1989-2002)
Timpone Carcara da Macchia Fraga. Sila Grande.jpg
Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi Sede:

Feltre (BL).

15 comuni in Veneto (provincia di Belluno)

31.034 ha Sass de mura PNDB.jpg
Parco nazionale del Pollino Sede:

Rotonda (PZ).

54 comuni in 2 regioni:

192.565 ha Monte Pollino e Serra del Prete dal contrafforte ovest di Serra delle Ciavole..PNG
Parco nazionale dell'Aspromonte Sede:

Santo Stefano in Aspromonte (RC).

37 comuni in Calabria (città metropolitana di Reggio Calabria)

64.545 ha South Aspromonte.JPG
Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna Sede:

Pratovecchio (AR).

11 comuni in 2 regioni:

36.843 ha Casentino-Nationalpark.jpg

Parchi istituiti negli anni 1990[modifica | modifica wikitesto]

Nome Territori interessati Superficie protetta Anno Immagine
Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga Sede:

Assergi (AQ).

44 comuni in 3 regioni:

148.935 ha Corno Piccolo, Gran Sasso, Province of Teramo, Abruzzo, Italy - panoramio.jpg
Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni
(fino al 2011 denominato Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano)
Sede:

Vallo della Lucania (SA).

80 comuni in Campania (provincia di Salerno)

181.048 ha Sanza da Colle del Pero.JPG
Parco nazionale della Maiella Sede:

Guardiagrele (CH).

39 comuni in Abruzzo (14 della provincia di Chieti, 13 della provincia dell'Aquila e 12 della provincia di Pescara)

74.095 ha La Maiella vista dal versante ovest - panoramio.jpg
Parco nazionale del Gargano Sede:

Monte Sant’Angelo (FG).

18 comuni in Puglia (provincia di Foggia)

121.118 ha Gargano-baia-san-felice.jpg
Parco nazionale della Val Grande Sede:

Vogogna (VB).

13 comuni in Piemonte (provincia del Verbano-Cusio-Ossola)

14.598 ha Montezeda0001.jpg
Parco nazionale dei Monti Sibillini Sede:

Visso (MC).

16 comuni in 2 regioni:

71.437 ha South Ridge - Monte Vettore.JPG
Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena Sede:

La Maddalena (SS).

1 comune in Sardegna (La Maddalena in provincia di Sassari)

5.134 ha
(più 15.046 ha di superficie a mare)
Isola di Spargi 3.JPG
Parco nazionale del Vesuvio Sede:

Ottaviano (Na).

13 comuni in Campania (città metropolitana di Napoli)

8.482 ha Vesuvio - Atrio del cavallo.jpg
Parco nazionale dell'Arcipelago Toscano Sede:

Portoferraio (LI).

11 comuni in Toscana (10 della provincia di Livorno e 1 della provincia di Grosseto)

17.690 ha
(più 61.470 ha di superficie a mare)
Montecristo1.JPG
Parco nazionale dell'Asinara Sede:

Porto Torres (SS).

1 comune in Sardegna (Porto Torres in provincia di Sassari)

5.170 ha Isola dell'Asinara - vista da Torre del Falcone.JPG
Parco nazionale del Golfo di Orosei e del Gennargentu
(non operativo)[14]
Sede:

Nuoro (NU).

25 comuni in Sardegna (23 della provincia di Nuoro e 2 della provincia del Sud Sardegna)

73.935 ha Gennargentu.jpg
Parco nazionale delle Cinque Terre Sede:

Riomaggiore (SP).

5 comuni in Liguria (provincia della Spezia)

3.868 ha Corniglia costa.jpg

Parchi istituiti negli anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Nome Territori interessati Superficie protetta Anno Immagine
Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano Sede:

Sassalbo (MS).

13 comuni in 2 regioni:

26.149 ha La Nuda.JPG
Parco nazionale della Sila Sede:

Lorica di San Giovanni in Fiore (CS).

21 comuni in Calabria (11 della provincia di Cosenza, 6 della provincia di Catanzaro e 4 della provincia di Crotone)

73.695 ha Foreste della Sila con lago Arvo sullo sfondo.jpg
Parco nazionale dell'Alta Murgia Sede:

Gravina in Puglia (BA).

14 comuni in Puglia (10 della città metropolitana di Bari e 4 della provincia di Barletta-Andria-Trani)

68.077 ha Bauxiteparco.jpg
Parco nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese Sede:

Marsiconuovo (PZ).

29 comuni in Basilicata (provincia di Potenza)

68.996 ha Contrafforte nord del Monte Volturino (1.836 m) - Monti della Maddalena (Potenza).PNG

Parchi istituiti negli anni 2010[modifica | modifica wikitesto]

Nome Territori interessati Superficie protetta Anno Immagine
Parco nazionale dell'Isola di Pantelleria Sede:

Pantelleria (TP).

1 comune in Sicilia (Pantelleria in provincia di Trapani)

6.560 ha Specchio di Venere.jpg

Parchi nazionali in progetto[modifica | modifica wikitesto]

L'articolo 8, comma 3, della legge 93 del 23 marzo 2001[15] prevede l'istituzione del Parco nazionale della Costa teatina, in Abruzzo. L'iter legislativo previsto per l'istituzione del parco è stato molto lungo e travagliato, caratterizzato da lunghi periodi di arresto, anche a causa delle vicende politiche locali.[16][17] Nonostante la perimetrazione provvisoria del parco operata dal commissario ad acta Giuseppe De Dominicis, nominato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri in data 4 agosto 2014,[18] la legge regionale che istituiva il parco è stata bloccata dalla Corte costituzionale, poiché insistendo su un'area marina la competenza della sua istituzione spetta allo Stato.[19]

Ai sensi dell'art. 26 §4-septies della legge n. 222/2007, è prevista l'istituzione di 4 parchi nazionali in Sicilia.[20] In riferimento a questa iniziativa legislativa, la Corte Costituzionale con la sentenza n. 12 del 2009 ha stabilito che la competenza in materia di parchi nazionali spetta esclusivamente allo Stato anche nelle Regioni a statuto speciale, cui resta la competenza dei parchi regionali.[21]

I parchi nazionali previsti in Sicilia sono:

  • Parco delle Egadi e del litorale trapanese,
  • Parco delle Eolie,
  • Parco degli Iblei.

A questi va aggiunto il Parco nazionale dell'Isola di Pantelleria, la cui istituzione è stata approvata dal Consiglio dei ministri del 20 giugno 2016,[22][23] previo assenso della Giunta regionale della Sicilia,[24] e attuata con decreto del Presidente della Repubblica del 28 luglio 2016, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il 7 ottobre seguente.[25]

La successiva legge di disciplina dei parchi, sempre risalente al 2016, approvata in prima lettura al Senato della Repubblica, prevede l'istituzione di due nuovi parchi nazionali: quello del Matese tra Molise e Campania e quello di Portofino in Liguria, oltre a una nuova delega per la creazione del Parco interregionale Delta del Po.[26] Per i primi due parchi, la legge di bilancio per il 2018 ha stanziato i fondi per procedere alla loro istituzione in attesa che le regioni competenti si attivino per la perimetrazione delle aree protette e per la definizione delle norme di salvaguardia, atti preliminari necessari alla creazione dell'ente parco.[27][28][29]

Parchi nazionali per regione[modifica | modifica wikitesto]

Regione Di cui propri Di cui condivisi tra più regioni Totale
  Valle d'Aosta 1 1
  Piemonte 1 1 2
  Liguria 1 1
  Lombardia 1 1
  Trentino-Alto Adige 1 1
  Veneto 1 1
  Friuli-Venezia Giulia
  Emilia-Romagna 2 2
  Toscana 1 2 3
  Marche 2 2
  Umbria 1 1
  Lazio 1 2 3
  Abruzzo 1 2 3
  Molise 1 1
  Campania 2 2
  Puglia 2 2
  Basilicata 1 1 2
  Calabria 2 1 3
  Sicilia 1 1
  Sardegna 3 3


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  2. ^ Istituito ufficialmente con il Regio decreto-legge 3 dicembre 1922, n. 1584 (G.U. 13 dicembre 1922, n.291).
  3. ^ Istituito ufficialmente con il Regio decreto-legge dell'11 gennaio 1923, n. 257 (G.U. 22 febbraio 1923, n.44), assorbendo un precedente ente di carattere privato istituito il 25 novembre 1921 con direttorio provvisorio. Vedi E. Sipari, Relazione del Presidente del Direttorio provvisorio dell'Ente Autonomo del Parco Nazionale d'Abruzzo alla commissione amministratrice, Tipografia Maiella, Tivoli 1926. Tutti i documenti del periodo sono riportati in L. Arnone Sipari (a cura di), Scritti scelti di Erminio Sipari sul Parco Nazionale d'Abruzzo (1922-1933), Temi editrice, Trento 2011.
  4. ^ Istituito ufficialmente con la Legge 25 gennaio 1934, n. 285 .
  5. ^ Costituito ufficialmente con Legge 24 aprile 1935, n. 740
  6. ^ Data dell'ampliamento del Parco Nazionale della Calabria con il decreto del Ministro dell'agricoltura e delle foreste dell'8 agosto 1985, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 68 del 22 marzo 1986
  7. ^ Porzione in seguito divenuta Parco nazionale dell'Aspromonte.
  8. ^ Porzione in seguito divenuta Parco nazionale della Sila.
  9. ^ Istituito ufficialmente con Legge 2 aprile 1968, n. 503
  10. ^ a b Istituito ufficialmente con Legge 11 marzo 1988, n.67
  11. ^ a b Istituito ufficialmente con Legge 28 agosto 1989, n.305
  12. ^ a b c d e Istituito ufficialmente con Legge 6 dicembre 1991, n.394
  13. ^ Istituito ufficialmente con Decreto Presidente della Repubblica 6 agosto 1993
  14. ^ Marilena Orunesu (L'Unione Sarda), Requiem sul parco del Gennargentu, su legambientesardegna.com. URL consultato il 27 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2018).
  15. ^ LEGGE 23 marzo 2001, n. 93 Disposizioni in campo ambientale - Art. 8 (Aree naturali protette), in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, 4 aprile 2001. URL consultato il 26 settembre 2016.
  16. ^ Iter normativo, su vogliamoilparco.blogspot.it. URL consultato il 26 settembre 2016.
  17. ^ Risultati per: parco costa teatina, su abruzzo24ore.tv. URL consultato il 26 settembre 2016.
  18. ^ DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 4 agosto 2014 - Nomina del Commissario ad acta ai fini dell'istituzione del Parco nazionale «Costa Teatina», in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, 17 ottobre 2014. URL consultato il 26 settembre 2016.
  19. ^ 16 Febbraio 2017, La Consulta cancella il Parco Costa dei Trabocchi: "Solo lo Stato può istituirlo", su Il Centro. URL consultato il 17 giugno 2019.
  20. ^ Legge 29 novembre 2007, n. 222, su camera.it. URL consultato il 19 luglio 2016..
  21. ^ SENTENZA N. 12 ANNO 2009, su cortecostituzionale.it, 23 gennaio 2009. URL consultato il 19 luglio 2016.
  22. ^ Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 121, su governo.it, 20 giugno 2016. URL consultato il 19 luglio 2016.
  23. ^ Da Cdm ok a Parco Pantelleria. Galletti: “Segnale forte contro i piromani. L’ambiente motore del futuro dell'isola”, su minambiente.it. URL consultato il 19 luglio 2016.
  24. ^ Deliberazione n. 206 del 7 giugno 2016 "Parco nazionale Isola di Pantelleria - Istituzione" (PDF), su regione.sicilia.it, 7 giugno 2016. URL consultato il 19 luglio 2016.
  25. ^ DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 28 luglio 2016 - Istituzione del Parco nazionale «Isola di Pantelleria» e dell'Ente Parco nazionale «Isola di Pantelleria», in Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, 7 ottobre 2016. URL consultato il 9 ottobre 2016.
  26. ^ Legge di riforma dei parchi, via libera dal Senato, su repubblica.it, 10 novembre 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.
  27. ^ Il monte di Portofino diventa parco nazionale, su genova.repubblica.it, 29 novembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2018.
  28. ^ Dopo 26 anni diventa realtà il sogno del Parco Nazionale del Matese, su greenreport.it, 27 dicembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2018.
  29. ^ Rossella Galeotti, Parco nazionale di Portofino, più risorse: ora si stabiliscano i confini, su ilsecoloxix.it, 29 dicembre 2017. URL consultato il 6 settembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]