Malone (torrente)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Malone
Malone a corio.jpg
StatoItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
Lunghezza47,724 km[1]
Portata media6,8 m³/s[2]
Bacino idrografico360,8 km²[2]
Altitudine sorgenteca, 1 400 m s.l.m.
NasceMonte Angiolino (versante SE)
AffluentiViana, Bendola, Livesa, Fandaglia, Fisca
SfociaPo a Chivasso
45°10′43.36″N 7°51′40.29″E / 45.17871°N 7.861192°E45.17871; 7.861192Coordinate: 45°10′43.36″N 7°51′40.29″E / 45.17871°N 7.861192°E45.17871; 7.861192
Mappa del fiume

Il Malone (Malon [ma'lʊɲ] in piemontese) è un torrente della città metropolitana di Torino che attraversa la parte meridionale del Canavese, sfociando da sinistra nel fiume Po.

Idronimo[modifica | modifica wikitesto]

L'idronimo compare la prima volta come Amalune (in latino, all'ablativo) nell'Anonimo ravennate in età altomedievale.[3] Questa forma si ritrova in altri testi medievali, soprattutto legati all'abbazia della Fruttuaria a San Benigno Canavese, costruita lungo le sue rive.

Corso del torrente[modifica | modifica wikitesto]

Il ponte del Molino dell'Avvocato (Corio)

Nasce dalla falda SE del Monte Angiolino (2.168 m, sorgente attorno a quota 1.400 m) raggiungendo con percorso nord-sud la frazione Piano Audi e passando poi poco a nord del centro comunale di Corio. Dopo aver deviato decisamente verso est transita nei comuni di Rocca Canavese, Barbania e Front.

In questo tratto incrementa di molto la propria portata ricevendo da destra svariati contributi provenienti dalla Riserva Naturale della Vauda e da sinistra quello del torrente Viana.

Il suo letto si allarga e bagna poi Rivarossa, Lombardore e San Benigno Canavese raggiungendo in breve la periferia di Brandizzo.
Qui riceve da destra l'apporto del Bendola e sfocia poco dopo nel Po a quota 181 m s.l.m.[4]

Nel 2005 la "Confluenza Po - Orco - Malone" è stata riconosciuta SIC (codice: IT1110018).

Principali affluenti[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione dei principali affluenti
  • in sinistra idrografica:
    • Torrente Viana;
    • Rio Monferrato: raccoglie le acque della pianura compresa tra San Ponso, Favria e Busano e sfocia nel Malone presso Front;
    • Torrente Livesa: nasce in comune di Prascorsano[5] sul versante nord-ovest della collina di Belmonte e scorre inizialmente nella Riserva Naturale del Sacro Monte. Piegando a est e poi a sud aggira il rilievo sul quale sorge il santuario e va ad attraversare Valperga; ancora dirigendosi verso sud si confonde in numerosi canali della piana rivarolese. Si getta infine nel Malone tra Grange di Front e Rivarossa con il nome di Favriasca.
    • Rio Cardine: nasce nei pressi di Bosconero e, dopo aver percorso in senso nord-sud la pianura del basso Canavese, si getta nel Malone tra Lombardore e San Benigno;
  • in destra idrografica:
    • Torrente Fandaglia;
    • Rio Valmaggiore: dopo aver percorso a sud di Vauda Canavese un infossato vallone (dal quale deriva il nome del corso d'acqua) si getta nel Malone nei pressi di Front;
    • Rio Mignana: percorre la parte nord-orientale della Vauda e sfocia nel Malone a Rivarossa;
    • Torrente Fisca;
    • Torrente Bendola.

Regime[modifica | modifica wikitesto]

Il Malone in piena a Brandizzo nell'autunno 2010

È un corso d'acqua dal regime spiccatamente torrentizio; ha un portata media di circa 7 m³/s[2], ma in caso di piena può raggiungere valori anche 100 volte superiori causando danni notevoli, come avvenuto nell'ottobre 2000. In tale occasione la portata del torrente misurata a Front (e quindi parecchio a monte rispetto alla confluenza nel Po) toccò i 368 m³/s.[6]

Portate medie mensili[modifica | modifica wikitesto]

Portata media mensile (in m3)
Stazione idrometrica : confluenza Po (1951 - 1991)
Fonte : AA.VV., Piano di tutela della acque - Allegato tecnico II.h/1 Bilancio delle disponibilità idriche naturali e valutazione dell'incidenza dei prelievi - Bilancio idrologico - Rapporto tecnico; tabella 8, pag. 28; luglio 2004; Regione Piemonte (consultato nel dicembre 2011)

Stato ambientale[modifica | modifica wikitesto]

Il Malone a Front, poco a valle della confluenza del Fandaglia

Il monitoraggio dello stato ambientale (indice SACA) dava nel 2006 per le stazioni di misura situate a Rocca Canavese, Front e Lombardore il valore BUONO, che a Chivasso si riduceva a SUFFICIENTE. Le misure relative all'anno 2001 fornivano risultati decisamente peggiori perché l'acqua del Malone risultava SCADENTE a Lombardore e SUFFICIENTE nelle altre tre stazioni di misura sopra riportate.[7]

Le principali fonti di inquinamento del Malone sono presumibilmente scarichi civili, anche se non sono assenti inquinanti di origine agricola e industriale.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sito dell'Autorità di bacino del fiume Po
  2. ^ a b c Caratterizzazione bacini idrografici (elab.I.c/7) - Allegato tecnico al Piano di Tutela delle Acque, Regione Piemonte, rev. del 1º luglio 2004 (on-line in formato .pdf su [1])
  3. ^ Ravennatis anonymi cosmographia et guidonis geographica, pag. 288; a cura di M.Pinder e G.Parthey; editore Friderici Nicolai, 1860; on-line su google libri [2]
  4. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte, 2007
  5. ^ Comune di Prascorasno : cenni informativi, testo on-line in .pdf su www.rallyteameventi.it[collegamento interrotto] (consultato nel settembre 2010)
  6. ^ Misura del 15 ottobre 2000 h 7.30; Rapporto sull'evento alluvionale del 13-16 ottobre 2000 - Parte I, pag.53; AA.VV., Regione Piemonte, on-line in .pdf su www.regione.piemonte.it Archiviato il 10 marzo 2003 in Internet Archive. (consultato nel novembre 2010)
  7. ^ Sistema di monitoraggio on-line della Regione Piemonte sul sito gis.csi.it[collegamento interrotto]
  8. ^ Relazione annuale sullo stato dell'ambiente del fiume Po e dei suoi affluenti; AA.VV.; Parco del Po e ARPA-Piemonte; maggio 2001, on-line in .pdf su www.parks.it (consultato nel novembre 2010)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte