Punta Nordend

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Punta Nordend
Nordend von der Dufourspitze.jpg
Punta Nordend vista dalla Punta Dufour.
StatiSvizzera Svizzera
Italia Italia
RegioneVallese Vallese
Piemonte Piemonte
ProvinciaVerbano-Cusio-Ossola Verbano-Cusio-Ossola
Distretto di Visp
Altezza4 609 m s.l.m.
Prominenza94 m
CatenaAlpi
Coordinate45°56′26.25″N 7°52′09.46″E / 45.940625°N 7.869294°E45.940625; 7.869294Coordinate: 45°56′26.25″N 7°52′09.46″E / 45.940625°N 7.869294°E45.940625; 7.869294
Data prima ascensione26 agosto 1861
Autore/i prima ascensioneF.T. e Edward N. Buxton, J.J. Cowell e Michel Payot
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Punta Nordend
Punta Nordend
Mappa di localizzazione: Alpi
Punta Nordend
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Pennine
SottosezioneAlpi del Monte Rosa
SupergruppoGruppo del Monte Rosa
GruppoMassiccio del Monte Rosa
CodiceI/B-9.III-A.2

La Punta Nordend (4.609 m) è la seconda vetta, in ordine di altezza, del gruppo del Monte Rosa nelle Alpi Pennine. È inoltre la quarta dell'intera catena alpina.

Costituisce la più alta vetta montuosa della Regione Piemonte.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Versante sud visto dalla Punta Zumstein.

Si trova a nord della Punta Dufour (4.634 m) ed è la più appartata e meno visitata dagli alpinisti tra quelle del massiccio del monte Rosa, benché offra magnifiche ascensioni su neve, roccia e misto tra le più lunghe e severe delle Alpi.

La montagna si presenta con due creste principali. Una scende verso sud e, passando attraverso la Sella d'Argento arriva alla Punta Dufour; la seconda, detta Cresta di Santa Caterina, continua verso nord abbassandosi ed arrivando allo Jägerhorn. Il versante orientale precipita su Macugnaga mentre quello occidentale digrada più dolcemente ammantato dal ghiacciaio.

Prima ascensione[modifica | modifica wikitesto]

La prima ascensione fu compiuta il 26 agosto 1861 da F.T. ed Edward N. Buxton, J.J. Cowell e Michel Payot, per la cresta sud-sud-ovest.[1]

Ascensione alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

La Punta Dufour (a sinistra) e la Punta Nordend (a destra) viste dalla Punta Zumstein.

Dalla Valsesia o dalla Val d'Aosta l'accesso alla Punta Nordend può avvenire partendo dalla Capanna Regina Margherita. Si raggiunge la meta scavalcando la Punta Zumstein e la Punta Dufour con un percorso lungo ed impegnativo che percorre creste molto affilate in alta quota.

Dal Vallese svizzero (comune di Zermatt) l'ascensione inizia dal rifugio Monte Rosa Hütte (2.795 m). Si risale facilmente il Ghiacciaio del Monte Rosa (in tedesco Monte Rosagletscher) fino al colle detto Sella d'Argento (4.517 m) che separa la Punta Dufour dalla Punta Nordend; seguendo la cresta affilata senza particolari difficoltà si raggiunge la vetta.

Si può salire la difficile Cresta di Santa Caterina partendo dal Bivacco Città di Gallarate.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saglio e Boffa, p. 275

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]