Gruppo alpino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Per Gruppo alpino si intende una suddivisione della catena delle Alpi.

Il concetto di gruppo alpino è inteso in modi molto diversi e a volte contrastanti: si può andare dal concetto di sezione alpina a quello più restrittivo di massiccio alpino.

SOIUSA[modifica | modifica wikitesto]

La Piramide SOIUSA, ovvero le varie suddivisioni delle Alpi secondo la SOIUSA.

Il concetto di gruppo alpino è stato particolarmente definito dalla Suddivisione Orografica Internazionale Unificata del Sistema Alpino (SOIUSA) del 2005.

Per procedere a una miglior classificazione e suddivisione delle Alpi la SOIUA ha superato la storica tripartizione alpina in Alpi Occidentali, Alpi Centrali e Alpi Orientali definita nel 1926 e ha adottato la bipartizione in Alpi Occidentali e Alpi Orientali.

Inoltre ha introdotto il seguente schema di ulteriore suddivisione:

Codice dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Parametri SOIUSA del Monte Bianco

La SOIUSA classifica i gruppi attraverso una particolare codifica. Nello specifico li individua nella sottosezione di appartenenza attraverso un numero arabo progressivo.

Nell'esempio riportato in fianco circa i parametri SOIUSA del Monte Bianco si nota che il gruppo è il Gruppo del Monte Bianco ed è individuato dal numero 2.

AVE[modifica | modifica wikitesto]

La classificazione tedesca dell'AVE suddivide le Alpi Orientali in 4 settori e 75 gruppi. Molti di questi gruppi corrispondono alle sottosezioni individuate dalla SOIUSA. La numerazione dei gruppi va da 1 a 68[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E non da 1 a 75 essendo 75 i gruppi. A tale proposito si tenga presente che essa riprende e integra la precedente classificazione di Moriggl.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Marazzi, Atlante Orografico delle Alpi. SOIUSA, Pavone Canavese, Priuli & Verlucca, 2005.
Montagna Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna