Zermatt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zermatt
comune
Zermatt – Stemma
Zermatt – Veduta
Zermatt; sullo sfondo, il Cervino
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneWappen Wallis matt.svg Vallese
DistrettoVisp
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate46°01′25″N 7°44′55″E / 46.023611°N 7.748611°E46.023611; 7.748611 (Zermatt)Coordinate: 46°01′25″N 7°44′55″E / 46.023611°N 7.748611°E46.023611; 7.748611 (Zermatt)
Altitudine1 608 m s.l.m.
Superficie242,67 km²
Abitanti5 714 (2016)
Densità23,55 ab./km²
FrazioniFindeln, Furi, Ried, Zmutt, Zum See
Comuni confinantiAlagna Valsesia (IT-VC), Ayas (IT-AO), Anniviers, Bionaz (IT-AO), Evolène, Gressoney-La-Trinité (IT-AO), Macugnaga (IT-VB), Randa, Saas-Almagell, Täsch, Valtournenche (IT-AO)
Altre informazioni
Cod. postale3920
Prefisso027
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS6300
TargaVS
Nome abitantizermatter
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Zermatt
Zermatt
Zermatt – Mappa
Sito istituzionale

Zermatt ([ˈʣɛrmat] o [ʦerˈmat][1], toponimo tedesco; in francese Praborgne, desueto[2]) è un comune svizzero di 5 714 abitanti del Canton Vallese, nel distretto di Visp. È una rinomata stazione di turismo invernale ed estivo delle Alpi, specializzata nello sci alpino, con numerosi impianti di risalita e molti chilometri di piste.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il Cervino visto da Zermatt

Zermatt è situato in fondo alla Mattertal, nella parte orientale del Canton Vallese. La fama di Zermatt è data dalla famosa montagna che sovrasta il paese vallesano, il Cervino (in tedesco Matterhorn), ma nel suo territorio ricade anche parte del massiccio del Monte Rosa.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima attestazione di Zermatt risale al 1280, nella forma Pratobornum[2]. I territori tra la Valtournenche e Zermatt dal XIV secolo fino agli inizi del XV secolo appartenero alla castellania di Cly il cui fondatore fu Bosone IV di Challant, visconte di Aosta; alcuni centri religiosi svizzeri vantavano diritti territoriali anche nella parte alta della Valtournenche[senza fonte]. Il paese appartenne prima ai conti di Savoia (fino al 1249), poi ad altre famiglie nobiliari della regione (De la Tour, Von Raron, Asperlin, Blandrate), quindi a patrizi di Visp; il riscatto degli abitanti di Zermatt dalle signorie forestiere risale al 1618[2].

Fino all'inizio del XIX secolo Zermatt fu un modesto villaggio di montagna; a partire dalla metà del XIX secolo iniziò lo sviluppo turistico, prima come base alpinistica poi, con l'elettrificazione delle linea ferroviaria (1928), come stazione sciistica[2].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Maurizio
  • Chiesa parrocchiale cattolica di San Maurizio, eretta nel XVI secolo e ricostruita nel 1916[2];
  • Diga di Z'Mutt, inaugurata nel 1964.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[2]:

Abitanti censiti

Lingue e dialetti[modifica | modifica wikitesto]

% Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Ritratti comunali dell'Ufficio federale di statistica 2000
68,4% madrelingua tedesca
7,9% madrelingua italiana
12% madrelingua portoghese

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

A Zermatt è presente il Museo del Cervino (Matterhorn Museum) che racconta, tramite foto, testimonianze e oggetti, la storia della montagna; il museo è una ricostruzione di Zermatt nel XIX secolo[senza fonte].

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Piste sciistiche a Zermatt

Zermatt è una località di villeggiatura estiva e invernale sviluppatasi a partire dagli anni 1850 inizialmente come base alpinistica; la stazione sciistica di Zermatt, sviluppatasi a partire dagli anni 1920, fa parte del comprensorio sciistico Matterhorn Ski Paradise, che lo collega alle località italiane di Valtournenche e Breuil-Cervinia[2].

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Zermatt è servito dall'omonima stazione, capolinea della Briga-Visp-Zermatt. Zermatt è precluso alle automobili, quindi il collegamento principale con le altre regioni è assicurato dalla ferrovia a scartamento ridotto gestita dalla Matterhorn-Gotthard-Bahn (MGB). La linea di 35 km, aperta nel 1891[2], collega Zermatt a Visp, dove ci sono collegamenti per tutte le direzioni; su questa linea circola anche il Glacier Express. Le automobili private devono essere parcheggiate a Täsch, 6 km a valle; da qui un treno pendolare porta a Zermatt con una frequenza di 20 minuti.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Zermatt ha ospitato, tra l'altro, i Campionati del mondo di corsa in montagna 1991.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luciano Canepari, Zermatt, in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0.
  2. ^ a b c d e f g h Bernard Truffer, Zermatt, in Dizionario storico della Svizzera, 17 febbraio 2014. URL consultato il 2 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN157148337 · GND (DE4108981-9 · BNF (FRcb121842076 (data)