Plateau Rosa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Plateau Rosa
Plateau Rosà 002.JPG
Il Plateau Rosa visto da nord, è visibile il Rifugio Guide del Cervino situato sul confine italo-svizzero.
StatoSvizzera Svizzera
RegioneVallese Vallese
CatenaAlpi
Coordinate45°57′14.4″N 7°41′59.28″E / 45.954°N 7.6998°E45.954; 7.6998Coordinate: 45°57′14.4″N 7°41′59.28″E / 45.954°N 7.6998°E45.954; 7.6998
Altri nomi(FRP) Plan-Rozà
Altitudine3 500 m s.l.m.
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Alpi
Plateau Rosa
Dati SOIUSA
Grande parteAlpi Occidentali
Grande settoreAlpi Nord-occidentali
SezioneAlpi Pennine
SottosezioneAlpi del Monte Rosa
SupergruppoGruppo del Monte Rosa
GruppoCatena Breithorn-Lyskamm
CodiceI/B-9.III-A.1

Plateau Rosa (pronunciato /plaˈto roˈza/ , ovvero Plató Rosà), dal francese plateau, ‘pianoro’, e dal patois valdostano rosà, che significa ‘ghiacciato’, secondo la stessa etimologia del Monte Rosa (Rouésa in patois valdostano significa ‘ghiaccio’), talvolta riportato come Pian Rosà, è un ghiacciaio che si trova nel Vallese svizzero sulle Alpi Pennine, appena oltre il confine italo-svizzero, nel gruppo del Cervino, all'interno del Matterhorn Ski Paradise.

Particolarmente noto e apprezzato per lo sci estivo, notevole è il panorama che si gode dal Plateau sul Cervino e sul vicino gruppo del Monte Rosa ad est.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si presenta come un pianoro perennemente ghiacciato delimitato a nord dal Piccolo Cervino (in tedesco Klein Matterhorn - 3.883 m), ad est dal Breithorn Occidentale (4.165 m), a sud dalla Gobba di Rollin (3.899 m) e ad ovest dalla Testa Grigia (3.480 m) e dal Colle del Teodulo (3.290 m).

Impianti sciistici[modifica | modifica wikitesto]

È raggiunto dal versante italiano dalla funivia del Plateau Rosa (punto di partenza Breuil-Cervinia (2.025 m) e punto di arrivo principale la vetta Testa Grigia), mentre dal versante svizzero (punto di partenza Zermatt (1.616 m) e punto di arrivo principale il Piccolo Cervino, tramite l'omonima funivia che in Europa è quella a maggiore altitudine) è raggiunto dagli skilift ad ancora che partono dal Trockener Steg e dalla funivia del Piccolo Cervino. Inoltre, una sciovia, aperta solamente nel periodo estivo, arriva alla Gobba di Rollin.

I primi ad arrivare sul ghiacciaio con degli impianti di risalita furono gli italiani, con l'apertura nel 1938 della prima funivia da Cervinia. Negli anni '60 e anni '70 alcuni skilift gestiti dalla Cervino S.p.A. consentivano di praticare lo sci estivo sul ghiacciaio. Successivamente il ghiacciaio venne raggiunto anche dagli impianti di Zermatt e gli skilift, essendo in territorio elvetico, passarono in gestione agli svizzeri: ancora oggi diversi impianti percorrono il ghiacciaio e per utilizzarli occorre uno skipass internazionale.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nei pressi dell'arrivo della funivia del Piccolo Cervino è visitabile tutto l'anno al costo di 8 CHF il Palazzo di Ghiaccio[1][2]: una serie di grotte scavate a 15 metri di profondità nel ghiacciaio, dove sono presenti alcune sculture di ghiaccio e neve e schede informative sulla glaciologia.

Vi si trova il rifugio Guide del Cervino oltre al posto di polizia di frontiera e doganale italiano e svizzero, alla stazione meteorologica di Plateau Rosa di proprietà dell'Aeronautica Militare e al Laboratorio del CNR, quest'ultimo attrezzato da RSE per il monitoraggio dei gas serra.

Rifugi[modifica | modifica wikitesto]

Ai bordi del Plateau sorgono vari rifugi alpini ed altre strutture ricettive:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ palazzo di ghiaccio - matterhorn glacier paradise, su bergbahnen.zermatt.ch, 12 febbraio 2008 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2008).
  2. ^ Grotta di ghiaccio, su theflintstones.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Svizzera Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera