Castiglione a Casauria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castiglione a Casauria
comune
Castiglione a Casauria – Stemma Castiglione a Casauria – Bandiera
Castiglione a Casauria – Veduta
l'Abbazia di San Clemente
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
Sindaco Gianluca Chiola[1] (Lista Civica di Centro-sinistra Castiglione che vogliamo) dal 26/05/2014
Territorio
Coordinate 42°14′13″N 13°53′54″E / 42.236944°N 13.898333°E42.236944; 13.898333 (Castiglione a Casauria)Coordinate: 42°14′13″N 13°53′54″E / 42.236944°N 13.898333°E42.236944; 13.898333 (Castiglione a Casauria)
Altitudine 350 m s.l.m.
Superficie 16,57 km²
Abitanti 849[2] (30-11-2014)
Densità 51,24 ab./km²
Frazioni San Clemente a Casauria, Cervarano, Madonna della Croce, Le Grotte.
Comuni confinanti Pescosansonesco, Tocco da Casauria, Pietranico, Torre de' Passeri, Bolognano, Bussi sul Tirino
Altre informazioni
Cod. postale 65020
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068009
Cod. catastale C308
Targa PE
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti Castiglionesi
Patrono San Biagio
Giorno festivo 3 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castiglione a Casauria
Castiglione a Casauria
Castiglione a Casauria – Mappa
Posizione del comune di Castiglione a Casauria all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Castiglione a Casauria è un comune italiano di 849 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Vestina.

Il centro è principalmente noto per la posizione dominante sul feudo dell'Abbazia di San Clemente a Casauria, da cui dipese per secoli, considerata uno dei capolavori del romanico abruzzese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La storia del borgo è legata alla fondazione del Monastero di San Clemente a Casauria, al confine con il comune di Torre de' Passeri. L'abbazia fu fondata nel IX secolo e il presidio fortificato normanno consisteva in una torre di avvistamento, oggi Palazzo De Petris. Il borgo vero e proprio si sviluppò nel XIII secolo, dipendente sempre dalle imposte dell'Abbazia. Nel XVII secolo il borgo passò in mano ai De Petris e fu trasformato stilisticamente.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Abbazia di San Clemente a Casauria[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Abbazia di San Clemente a Casauria.
Ambone romanico di San Clemente

Sul territorio del comune sorge l'Abbazia di San Clemente a Casauria, uno dei più insigni edifici monastici abruzzesi; esattamente nella zona del cimitero all'uscita dal casello autostradale di "Casauria", vicino Torre de' Passeri. Il monastero fu costruito sopra un feudo appartenne a Montecassino nell'872, per volere di Ludovico II. Fu rinnovata nelle forme romaniche dell'abate Leonate nel XII secolo, mentre già dal 1181 fu redatto il Chronicon Casauriense riguardo alla storia e alle entrate del monastero stesso. San Clemente per secoli fu il centro politico e religioso della Majella e della Val Pescara, dominando anche sui borghi locali di fondazione normanna.
La chiesa conserva la facciata romanico-gotica, il cui accesso è preceduto da un portico a tre arcate semi-ogivali. Le colonne degli intermezzi sono finemente lavorate con motivi vegetali. Il portale centrale ha una lunetta in cui sono rappresentate le vicende della costruzione del monastero, con al centro Papa Clemente tra Leonate che offre il modello della chiesa, e Ludovico II. Le imposte bronzee mostrano i castelli esistenti che facevano parte del sistema feudale dell'abbazia. L'interno è a tre navate con arcate semi-ogivali per il rifacimento in epoca gotica. Il presbiterio è rialzato per l'accesso alla cripta. Nella navata centrale si conserva lo splendido ambone rinascimentale della bottega abruzzese di Nicodemo, Roberto e Ruggero (XII secolo), caratterizzato da una cassa finemente lavorata con fiori a petali e lettorini raffiguranti i simboli animali degli Evangelisti. Al fianco dell'ambone c'è il cero pasquale in stile gotico.
II soffitto dell'abbazia è a capriate lignee, mentre la pianta è quella classica a basilica.

Chiesa parrocchiale dell'Assunzione della Beata Vergine Maria[modifica | modifica wikitesto]

La prima chiesa fu costruita nel XIII secolo, e poi modificata nel XVII. La chiesa ha facciata a capanna tripartita, con rosone centrale e un portale barocco. Il campanile è a torre, ma termina a vela con tre luci. L'interno è prevalentemente barocco.

Palazzo baronale De Petris-Fraggiani[modifica | modifica wikitesto]

Nel centro del paese si trova il palazzo de Petris-Fraggiani, dichiarato edificio di interesse storico monumentale nel 1930.[3]Il palazzo è la struttura gentilizia sovrapposta al castello medievale, di cui rimane la torre normanna a triangolo.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 12 giugno 2004 Francesco Chiola Lista Civica di Centro-sinistra (1995-1999)
Lista Civica (1999-2004)
Sindaco [5][6]
13 giugno 2004 7 giugno 2009 Rosario Sabatino Martino Lista Civica Sindaco [7]
8 giugno 2009 25 maggio 2014 Gianmarco Alfredo Marsili Lista Civica Castiglione che vogliamo Sindaco [8]
26 maggio 2014 in carica Gianluca Chiola Lista Civica di Centro-sinistra Castiglione che vogliamo Sindaco [1]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Castiglione a Casauria è gemellato con:[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014, elezionistorico.interno.it.
  2. ^ [1]
  3. ^ Marialuce Latini, Castiglione a Casauria (PE), il Palazzo de Petris-Fraggiani, in Guida ai Castelli d'Abruzzo, Pescara, Carsa Edizioni, 2000, p. 116, ISBN 88-85854-87-7.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  5. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, elezionistorico.interno.it.
  6. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, elezionistorico.interno.it.
  7. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 2004, elezionistorico.interno.it.
  8. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 7 giugno 2009, elezionistorico.interno.it.
  9. ^ Chi Siamo, Federazione Abruzzese di Hamilton e Distretto. URL consultato il 1º luglio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN265360104 · LCCN: (ENn85243720 · GND: (DE4698166-4
Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo