Nocciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nocciano
comune
Nocciano – Stemma
Nocciano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
Sindaco Jacopo Riccitelli[1] (Lista Civica Partecipa al cambiamento) dal 27-5-2013
Territorio
Coordinate 42°20′N 13°59′E / 42.333333°N 13.983333°E42.333333; 13.983333 (Nocciano)Coordinate: 42°20′N 13°59′E / 42.333333°N 13.983333°E42.333333; 13.983333 (Nocciano)
Altitudine 301 m s.l.m.
Superficie 13,76 km²
Abitanti 1 833[2] (30-11-2014)
Densità 133,21 ab./km²
Frazioni Casali, Cerasa, Colle Maggio, Collina, Fonteschiavo, Prato San Lorenzo
Comuni confinanti Alanno, Catignano, Cugnoli, Pianella, Rosciano
Altre informazioni
Cod. postale 65010
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068026
Cod. catastale F908
Targa PE
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti noccianesi
Patrono san Lorenzo
Giorno festivo 10 agosto
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Nocciano
Nocciano
Nocciano – Mappa
Posizione del comune di Nocciano all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Nocciano è un comune italiano di 1.833 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1670, Antonio Aliprandi, appartenente ad una antica e nobile famiglia originaria di Milano, figlio di Odoardo, ebbe il possesso del feudo di Nocciano.[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Frazione Villa Badessa[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Villa Badessa.

La frazione si trova nel comune di Rosciano ed è molto importante perché è un unico caso in Abruzzo di insediamento bizantino nel XVIII secolo, precisamente popolazione albanese. La frazione è un serpentone che culmina con la chiesetta in stile greco dedicata a Santa Maria Assunta.

Castello De Sterlich Aliprandi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Castello De Sterlich-Aliprandi.
Ingresso del castello

Il castello è il monumento principale, ricostruito nel XVII secolo dagli Aliprandi. Oggi è sede del Museo delle Arti d'Abruzzo. Il castello è a pianta ellittica irregolare con tracce delle mura medievali e di una torre. Le nuove aggiunte lo hanno trasformato in palazzo baronale con un loggiato alla sinistra del portale. Il cortile interno ha un bel loggiato con una torretta arricchita da merlature.

Chiesa di Sant'Antonio di Padova[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale è barocca e a navata unica. Il campanile medievale è una torre.

Chiesetta medievale di San Lorenzo[modifica | modifica wikitesto]

La chiesetta è rimasta nelle forme originali, usata come cappella a navata unica con soffitto di legno. Il campanile è a vela.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Persone legate a Nocciano[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 12 giugno 2004 Gabriele Di Rupo Di Filippo Partito Popolare Italiano (PPI) (1995-1999)
Lista Civica (1999-2004)
Sindaco [5][6]
13 giugno 2004 11 settembre 2007 Roberto Di Gabriele Lista Civica Sindaco [7]
12 settembre 2007 14 aprile 2008 Ida De Cesaris Commissario Prefettizio [8]
15 aprile 2008 26 maggio 2013 Marcello Luciano Giordano Lista Civica Patto per Nocciano Sindaco [9]
27 maggio 2013 in carica Lorenzo Mucci lista civica Partecipa al cambiamento Sindaco [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 26 maggio 2013, elezionistorico.interno.it.
  2. ^ [1]
  3. ^ Aliprandi De Sterlich
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, elezionistorico.interno.it.
  6. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, elezionistorico.interno.it.
  7. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 2004, elezionistorico.interno.it.
  8. ^ Gazzetta Ufficiale, Serie n. 227 del 29 settembre 2007, Decreto presidente della Repubblica 12 settembre 2007, gazzettaufficiale.biz.
  9. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 aprile 2008, elezionistorico.interno.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN306359683
Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo