Serramonacesca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serramonacesca
comune
Serramonacesca – Stemma
Serramonacesca – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
Sindaco Franco Enrico Marinelli (lista civica) dal 16/05/2011
Territorio
Coordinate 42°14′54.57″N 14°05′35.77″E / 42.248492°N 14.09327°E42.248492; 14.09327 (Serramonacesca)Coordinate: 42°14′54.57″N 14°05′35.77″E / 42.248492°N 14.09327°E42.248492; 14.09327 (Serramonacesca)
Altitudine 280 m s.l.m.
Superficie 23,89 km²
Abitanti 561[1] (28-02-2017)
Densità 23,48 ab./km²
Frazioni Colle Serra, Garifoli, San Gennaro, San Ienno
Comuni confinanti Casalincontrada (CH), Lettomanoppello, Manoppello, Pretoro (CH), Roccamontepiano (CH)
Altre informazioni
Cod. postale 65025
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068040
Cod. catastale I649
Targa PE
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti serresi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Serramonacesca
Serramonacesca
Serramonacesca – Mappa
Posizione del comune di Serramonacesca all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Serramonacesca è un comune italiano di 561 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana della Maiella e del Morrone.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Serramonacesca si trova su una collina a 280 m s.l.m nel versante settentrionale del massiccio della Majella[2].

Nel suo territorio scorre il fiume Alento, che poi si dirige verso est per sfociare nell'Adriatico.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi residenti risalgono al periodo barbarico, ma il nucleo del paese ebbe origine attorno ad una fara (raggruppamento di famiglie) longobarda. Intorno all'856 si fa risalire la costruzione dell'Abbazia di San Liberatore a Majella, alla quale è legato il nome Serramonacesca, serra dei monaci.

Al centro abitato si affiancavano delle contrade, tra le quali Castrum Polegrae sviluppatasi attorno ad un fortilizio circolare, ma alla fine del Quattrocento la peste colpì la popolazione delle contrade, che si concentrò a Serramonacesca. Il feudo appartenne in maniera istituzionale al Monastero di Montecassino, in merito alla Badia. Il borgo di Serramonacesca (chiamato così dal popolino in base alla posizione dell'abbazia), farà parte dal XIII secolo del contado di Manoppello. Vi sorgono anche eremi, frequentati dai seguaci di Pietro da Morrone, come San Giovanni.

Nel XVII secolo entra a far parte del dominio dei Valignani, mentre l'abbazia rimane a Montecassino. Nel 1806 Gioacchino Murat abolisce la frequentazione delle chiese, e così l'abbazia di San Liberatore viene abbandonata. Negli anni '60 del Novecento il borgo inizia a diventare oggetto di interesse degli studiosi dell'arte abruzzese, e il monastero viene restaurato.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Abbazia di San Liberatore a Majella[modifica | modifica wikitesto]

Nel territorio del comune c'è l'importante Abbazia di San Liberatore a Majella, uno degli esempi più antichi del genere, in Abruzzo. Nell'opera dell'abate Bertario di Montecassino, il territorio della Badia era della proprietà di Cassino dal IX secolo, e quindi io monastero fu fondato in quel periodo.

Nell'XI secolo il monastero passò in mano ai Normanni, mantenendo il suo controllo sulla valle del Pescara e del Tirino. L'amministrazione della Badia fu sempre di Cassino, ma in maniera cerimoniale, dato che gli abati erano in rapporti con i signori locali, in particolare la famiglia Valignani di Chieti. Nel 1808 Gioacchino Murat decretò la soppressione delle chiese, e la Badia cadde in abbandono, fino al restauro degli anni '60.

Il ricco monastero ha pianta basilicale a tre navate con tre absidi. Lungo la navata sinistra si aprono due porte con accesso al chiostro ancora intatto. La navata centrale ha pavimento mosaicato del 1275. La facciata ha a fianco un campanile quadrato, e superficie scandita in tre ordini, cornicioni e lesene tipiche del romanico.

Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa principale del borgo è stata costruita nel XII secolo circa, e modificata all'interno in forme barocche. La chiesa ha pianta basilicale con facciata in pietra a capanna tripartita. La sommità ha una cuspide, e il campanile laterale è una torre tozza con cuspide a piramide. Ciò che colpisce della chiesa è la presenza di bassorilievi medievali di significato simbolico, come quello del Fiore della Vita, rappresentante l'opera del Creatore, e il portale affiancato da un leone di pietra. All'interno, tra le decorazioni barocche, vi è un chiaro simbolo massonico dell'Occhio di Dio dentro un triangolo.

Complesso rupestre e Castel Menardo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Complesso rupestre di San Liberatore a Majella.
  • le tombe rupestri di San Liberatore a Majella: tombe grezze del IX secolo, usate come cimitero degli abati e dei pellegrini e santoni che vivevano in eremitaggio. Si trovano poco più avanti della Badia.
  • eremo di Sant'Onofrio: risale all'XI secolo, scavato sulla roccia della Majella. Con il periodo di Pietro da Morrone fu ampiamente frequentato, e successivamente divenne una chiesa vera e propria collegata, dal fianco destro, alla montagna. È tutto realizzato in pietra, a navata unica.
  • Castel Menardo e Torre di Polegra: sono fortificazioni del IX secolo, appartenenti al periodo carolino, costruite per la protezione della Badia di San Liberatore. Il castello si trova su uno sperone roccioso, ed è a pianta semicircolare, in pietra della Majella. È una struttura molto grezza, usata solo come avamposto di guardia, e fu presto abbandonato intorno al XIV secolo. Nei pressi vi è anche la torre Polegra, a pianta circolare, crollata a metà, ancora visitabile.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Persone legate a Serramonacesca[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2006 2011 Andrea Donatello Di Meo lista civica Sindaco
2011 in carica Franco Enrico Marinelli lista civica Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2017.
  2. ^ Comune di Serramonacesca
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN243858035
Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo