Roccamontepiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roccamontepiano
comune
Roccamontepiano – Stemma Roccamontepiano – Bandiera
Roccamontepiano – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Chieti-Stemma.png Chieti
Amministrazione
Sindaco Orlando Donatucci[1] (Lista Civica Crescere in libertà) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 42°14′41.02″N 14°07′38.37″E / 42.244728°N 14.127325°E42.244728; 14.127325 (Roccamontepiano)Coordinate: 42°14′41.02″N 14°07′38.37″E / 42.244728°N 14.127325°E42.244728; 14.127325 (Roccamontepiano)
Altitudine 500 m s.l.m.
Superficie 18,22 km²
Abitanti 1 727[2] (28-02-2015)
Densità 94,79 ab./km²
Frazioni Baroni, Cappuccini, Cinquina, Corsi, Fanatici, Francione, Giancamillo, Giancoli, Legnini, Liberati, Manicottelli, Moreto, Pilati, Pioppi, Pomaro, Reginaldo, Sant'Angelo, Terranova, Tracanna
Comuni confinanti Bucchianico, Casalincontrada, Fara Filiorum Petri, Pretoro, Serramonacesca (PE)
Altre informazioni
Cod. postale 66010
Prefisso 0871
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 069073
Cod. catastale H424
Targa CH
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti roccolani
Patrono San Carlo
Giorno festivo 4 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Roccamontepiano
Roccamontepiano
Posizione del comune di Roccamontepiano all'interno della provincia di Chieti
Posizione del comune di Roccamontepiano all'interno della provincia di Chieti
Sito istituzionale

Roccamontepiano ("La Ròcchë" in dialetto abruzzese) è un comune italiano di 1.727 abitanti della provincia di Chieti in Abruzzo. Il capoluogo, chiamato in passato anche San Rocco[3], ha assunto ormai il nome del comune, come si desume dai segnali stradali di delimitazione dell'abitato e dallo statuto comunale, per cui non si tratta di un comune sparso. Fa parte della Comunità montana della Maielletta.

Con i suoi 18,10 km² a 500 metri sul livello del mare, comprende un territorio in parte montano ed in parte collinare nella fascia pedemontana nordorientale del massiccio della Maiella. È posta lungo la strada che sale fino al comprensorio di Passolanciano-Maielletta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo si sviluppò intorno ad una rocca longobarda posta a difesa del lato orientale della Maiella. Tra il X ed l'XI secolo l'abitato fu interessato da una colonizzazione benedettina. Difatti nelle vicinanze i monaci vi costruirono l'abbazia di San Liberatore a Majella, attualmente però ubicata nel vicino comune di Serramonacesca, in provincia di Pescara. Del periodo del feudo gestito dal castello vi sono scarse notizie, si sa solo che il paese fu feudo: degli Orsini nel XV secolo, indi di Bartolomeo d'Alviano e dei Colonna dal XVIII secolo. L'odierno abitato si è sviluppato nel XIX secolo quando l'antico abitato posto sul Montepiano venne colpito da una frana nel 1765.[4]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Monastero di San Pietro a Maiella. Risalente al XII secolo, ne rimangono pochi ruderi. La facciata, molto austera, costa di un ingresso rettangolare e di una finestra ad oblò.[5]
  • Il Santuario di San Rocco. La facciata è molto moderna suddivisa a salienti terminante in alto con un corpo pentagonale prominente dalla facciata con tre tele entro la faccia pentagonale posta all'esterno. Il campanile, in stile medievale, è a pianta quadrata.[6]
  • Grotta del Colle: si trova tra il centro e Rapino. Nei pressi c'è anche la chiesetta di Santa Maria de Cryptis.

Leggende[modifica | modifica wikitesto]

  • La leggenda di San Rocco. Una leggenda narra che San Rocco fu ospite dei Colonna nel loro castello. Tuttavia, la sua permanenza nel paese avvenne in una grotta nei pressi dell'abitato. La leggenda continua che il santo sopravvisse grazie all'acqua che scaturiva dalla grotta e da una pagnotta di pane portatagli da un cane. Sul luogo venne costruita una chiesa.[7]

Eventi e manifestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Persone legate a Roccamontepiano[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
12 giugno 1994 26 maggio 2002 Giovanni Legnini Lista Civica di Centro-sinistra - DS Sindaco [10][11]
27 maggio 2002 6 maggio 2012 Adamo Carulli Lista Civica di Centro-sinistra (2002-2007)
Lista Civica (2007-2012)
Sindaco [12][13]
7 maggio 2012 in carica Orlando Donatucci Lista Civica Crescere in libertà Sindaco [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 6 maggio 2012, elezionistorico.interno.it.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2015.
  3. ^ Censimento 2001
  4. ^ Cenni storici
  5. ^ Descrizione dalla foto sul sito
  6. ^ Descrizione dalla foto sul sito
  7. ^ leggende
  8. ^ Lista dal sito
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28 dicembre 2012.
  10. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 1994, elezionistorico.interno.it.
  11. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 24 aprile 1998, elezionistorico.interno.it.
  12. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 26 maggio 2002, elezionistorico.interno.it.
  13. ^ Archivio Storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 27 maggio 2007, elezionistorico.interno.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN146783814
Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo