Civitaquana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Civitaquana
comune
Civitaquana – Stemma
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Abruzzo-Stemma.svg Abruzzo
Provincia Provincia di Pescara-Stemma.png Pescara
Amministrazione
Sindaco Angelo Ciarfella[1] (Lista Civica Insieme per Civitaquana) dall'08/06/2009 (2° mandato)
Territorio
Coordinate 42°20′N 13°54′E / 42.333333°N 13.9°E42.333333; 13.9 (Civitaquana)Coordinate: 42°20′N 13°54′E / 42.333333°N 13.9°E42.333333; 13.9 (Civitaquana)
Altitudine 550 m s.l.m.
Superficie 21,88 km²
Abitanti 1 298[2] (30-11-2014)
Densità 59,32 ab./km²
Comuni confinanti Brittoli, Catignano, Civitella Casanova, Cugnoli, Loreto Aprutino, Pietranico, Vicoli
Altre informazioni
Cod. postale 65010
Prefisso 085
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 068013
Cod. catastale C771
Targa PE
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti civitaquanesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Civitaquana
Civitaquana
Posizione del comune di Civitaquana all'interno della provincia di Pescara
Posizione del comune di Civitaquana all'interno della provincia di Pescara
Sito istituzionale

Civitaquana (Cetacquàne in abruzzese[3]) è un comune italiano di 1.298 abitanti della provincia di Pescara in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Vestina. La parrocchiale romanica (XII secolo) presenta una bella facciata in cotto e un campanile con base quattrocentesca e con la parte superiore eretta nel XVIII secolo. È il comune in cui il fiume Nora e il fiume Torrente Schiavone confluiscono.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il borgo fu fondato nell'XI secolo da resti romani. Appartenne fino alla proclamazione dell'unità d'Italia alla diocesi di Penne.

Monumenti[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Maria delle Grazie[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa è Monumento nazionale. Fu costruita nel XII secolo e fu restaurata negli anni '30 dalle presenze barocche. Ha pianta a tre navate senza transetto con tre absidi. La facciata è scandita da un ordine di lesene che ricordano il romanico lombardo. Il portale è circondato da destra e sinistra da due colonne romaniche e la lunetta superiore non ha affreschi.

L'interno conserva le volte a crociera e possiede su una lunetta un affresco del Cristo Pantocratore.

Palazzo Fieramosca[modifica | modifica wikitesto]

Di costruzione settecentesca, ha una facciata scandita in due settori con cornici e due ordini di finestre spezzati al centro del palazzo da un ordine autonomo che parte dal portale centrale.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al merito civile
«La cittadina di Civitaquana, divenuta sede di Comando Tedesco, subì rastrellamenti e requisizioni, divenendo poi teatro di un pesante bombardamento, che provocò la distruzione del centro abitato, la morte di decine di cittadini e molti feriti. La popolazione sopportò gli avvenimenti bellici con coraggiosa determinazione e generosa solidarietà. Chiaro esempio di spirito di sacrificio ed elette virtù civiche.»
— 1943/1944 - Civitaquana (PE)[4]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 13 giugno 1999 Marino Di Profio Lista Civica di Centro-sinistra Sindaco [6]
14 giugno 1999 7 giugno 2009 Enzo Trabucco Lista Civica Sindaco [7][8]
8 giugno 2009 in carica Angelo Ciarfella Lista Civica Per Civitaquana (2009-2014)
Lista Civica Insieme per Civitaquana (dal 2014)
Sindaco [9][1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 25 maggio 2014, elezionistorico.interno.it.
  2. ^ [1]
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 214.
  4. ^ http://www.quirinale.it/elementi/DettaglioOnorificenze.aspx?decorato=305954
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 23 aprile 1995, elezionistorico.interno.it.
  7. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 13 giugno 1999, elezionistorico.interno.it.
  8. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 12 giugno 2004, elezionistorico.interno.it.
  9. ^ Archivio storico delle Elezioni del Ministero dell'Interno, Risultato delle elezioni amministrative del 7 giugno 2009, elezionistorico.interno.it.
Controllo di autorità VIAF: (EN243837294
Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Abruzzo